Treviso, presentato Davide Moretti: “E’ il posto ideale per crescere e per vincere”

Treviso, presentato Davide Moretti: “E’ il posto ideale per crescere e per vincere”

Commenta per primo!
E’ stato presentato oggi al Maggior Consiglio il nuovo talento giovane della De’ Longhi Treviso Basket 2015/16, Davide Moretti, figlio d’arte, ancora ebbro di gioia per la conquista proprio al Palaverde domenica dello scudetto under 17 con la sua Pistoia.

Davide, scudetto e firma con Treviso con la prospettiva di giocare al Palaverde in A2,giorni importanti per te: “Sono felicissimo di essere campione d’Italia, ma sono altrettanto felice di essere qui a Treviso e di avere firmato per questo progetto. C’erano tante società interessate a me, ne abbiamo parlato in famiglia con mamma e papa’ (Paolo Moretti, allentore di Pistoia ed ex grande giocatore) e la proposta più interessante e più convinta è stata senza dubbio quella della De’ Longhi. Qui ci sono ambizioni, programmazione, stimoli, un pubblico fantastico e un ambiente ideale per crescere, anche sotto il profilo tecnico e della presenza di un coach che è l’ideale per un giovane come me.
Ho giocato al Palaverde le finali nazionali e c’erano 2000 persone per gli ultimi giorni, segno di una passione per il basket incredibile e infatti non vedo l’ora di giocare con almeno il doppio di gente in campionato!”

Descriviti come giocatore: “Alle finali under 17 qui al Palaverde mi avete visto soprattutto all’opera come finalizzatore (28 punti nella finale), ma io mi sento un playmaker che puo’ sia giocare per la squadra che all’occorrenza concludere, mi piace essere un po’ play e un po’ guardia, sempre nel rispetto delle esigenze di squadra e del coach.”
Hai già assaggiato giovanissimo la Serie A, ora avrai responsabilità e minuti in A2, su cosa devi crescere?“Fisicamente non penso ci sia molta differenza tra A e A2, quindi penso che per competere a questi livelli dovro’ proseguire con il lavoro per potenziarmi fisicamente e muscolarmente, sto lavorando in questa direzione da tempo e continuero’.”
A chi ti ispiri? “Due giocatori, ovviamente mio padre e a Steph Curry come tipo di basket.”
Hai giocato al Palaverde le finali, adesso ci sarai da giocatore De’ Longhi, che sensazioni? “Beh, in questi giorni mi sentivo in effetti un po’..osservato speciale dal pubblico, ho sentito che in finale facevano anche il tifo per noi. La presenza di un pubblico caldo, venendo da un’altra piazza di passione cestistica come Pistoia, è stato di certo uno dei motivi della mia scelta di venire a Treviso e per le mie caratteristiche mi piace molto giocare in un ambiente così.
Dopo tante fatiche (Under 17, Under 19, Serie A, Nazionali giovanili) stagionali, come sarà la tua estate? “il 4 luglio vado in raduno con l’Under 18 azzurra, il 23 iniziano gli Europei in Grecia, poi un po’ di riposo (avrà una settimana in più di vacanza dopo una stagione per lui lunghissima) e dopo Ferragosto mi uniro’ al gruppo a Treviso.

Dopo i saluti del Presidente del Consorzio Universo Treviso Giuseppe Ramanzini, l’intervento del DS Andrea Gracis che ha chiuso la trattativa con Moretti nonostante la grande concorrenza: “Davide è un giocatore che era molto seguito da tutte le principali società, molti lo volevano, quindi è un motivo di orgoglio per noi, che siamo sul palcoscenico maggiore da solo un anno, essere stati scelti da Davide e dalla sua famiglia per iniziare la sua carriera da giocatore “vero”. Noi abbiamo una linea chiara e questo ingaggio lo conferma, vogliamo proseguire il nostro lavoro con i giovani e con i giovani italiani. Dobbiamo avere pazienza, lavorare in prospettiva e costruire assieme al coach una squadra che cresca progressivamente senza pressioni. Siamo molto contenti di avere per i prossimi due anni Davide Moretti con noi a completare un roster giovane e futuribile. Abbiamo un accordo lungo che pero’ prevede per lui la possibilità di uscire verso i college USA tra due anni, il ragazzo e la famiglia valuteranno tra due stagioni la soluzione migliore.
Ne approfitto
conclude Gracis per salutare Mauro Pinton. Davide praticamente ne prende il posto nel roster, ma devo ringraziare Mauro a cui sono molto legato perchè è stato un elemento importantissimo nella passata stagione ed è stato fondamentale nella vittoria del campionato. In bocca al lupo a lui e grazie.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy