Treviso – Recanati, le pagelle

Treviso – Recanati, le pagelle

Commenta per primo!

DE’LONGHI TREVISO

Corbett: 7.5 il migliore in maglia De’ Longhi è di nuovo lui. Una buona partita condita da un quarto periodo perfetto in cui delizia il pubblico con due schiacciate “cattive”. Nei momenti decisivi si è sempre fatto trovare pronto con le sue mani chirurgiche, Pillastini gli dà spazio anche in regia e lui ripaga con 3 assists e una sola palla persa. Ottimo anche difensivamente. Il debutto al Palaverde è più che positivo.

Moretti: 6 il giovane playmaker comincia un po’ timidamente (forse intimorito dal muro umano?) ma poi riesce a prendere le misure al match. Per lui 6 punti tutti nella prima metà di gara, conditi da 4 assists e 5 rimbalzi nei 19 minuti che gli concede il coach.

Malbasa:s.v. gioca 2 minuti scarsi a inizio secondo periodo, per lui tanta energia e una palla persa.

Fabi: 6.5 il capitano gioca 30 minuti, le percentuali non sono granché (2/9 dal campo) ma è sempre lì a fare il lavoro sporco che le statistiche non evidenziano. Si guadagna 4 rimbalzi e subisce 5 falli, l’ultimo dei quali lo manda in lunetta per chiudere la partita.

Busetto: s. v. per lui una manciata di secondi a fine primo tempo per preservare Corbett dai falli.

Fantinelli: 6.5 il playmaker faentino ha una brutta serata al tiro, 0/6 prima del fondamentale arresto e tiro in centro area che riporta Treviso in vantaggio negli ultimi due minuti di partita. Mette tanta energia in campo come testimoniano i 5 rimbalzi, e fa girare ottimamente la squadra imbeccando sempre i compagni nella migliore posizione, infatti consegna 5 assists.

Powell: 7 doppia – doppia per Marshawn da 17 punti e 13 rimbalzi. È lui a segnare il primo canestro che suggella con una immediata stoppata.  Offensivamente ottima la prima metà gara (15 dei 17 punti finali), mentre un po’ spento nei successivi venti minuti, ma fa comunque la voce grossa sotto le plance (6 rimbalzi in attacco).

Rinaldi: 7 il migliore per plus/minus (22). È l’uomo di fiducia di Pillastrini, parte dalla panchina in sostituzione di Ancellotti, ma finisce per stare in campo ben 26 minuti. Tira poco ma bene (3/5 dal campo) e compie un sacco di lavoro oscuro. Difensivamente molto aggressivo soprattutto nella difesa del pick n roll.

Negri: 7 è l’uomo termometro della squadra e quest’anno sembra aver trovato una buona continuità dall’arco (50% anche oggi).il problema al piede sembra risolto definitivamente, segna due canestri importanti quando la palla scotta e difende duro come ci ha abituati la scorsa stagione. Uno dei migliori in campo.

Ancellotti: 6 la sufficienza se la conquista con il canestro del primo riaggancio nell’ultimo quarto.Coach Pillastrini lo schiera titolare per poi richiamarlo quando, dopo 3 minuti di gioco, commette il secondo fallo e nel secondo quarto non scende in campo, complice anche l’ottima prova di Rinaldi. Finisce con 4 punti (50% dal campo) 5 rimbalzi e 1 palla persa in 13 minuti. Ci aspettiamo di più da un giocatore con quei mezzi fisici

BASKET RECANATI

Pierini: 7 lui e lawson sono i più produttivi per il gialloblu. Ottimo nel terzo periodo (che Recanati vince per 13-17) in cui segna ben 11 dei 14 punti finali con 3 triple fondamentali. Prova di sostanza per il capitano dei marchigiani.

Lauwers: 6.5 una buona prima metà di gare in cui segna 8 punti dei 10 totali e si fa notare per un paio di triple. Secondi venti minuti anonimi conclusi da un ultimo quarto in cui fa letteralmente virgola.

Traini: 5 pochi tiri e percentuali basse. l’ex Napoli non ha impatto sulla partita come testimonia il plus/minus di -10. È un giovane con un passato importante nelle nazionali under e ci si aspetta di più da lui.

Procacci:s.v. 5 minuti, un errore al tiro e  una palla persa.

Bonessio: 6 mette tanta grinta in campo come testimoniano i 7 rimbalzi (il migliore dei suoi) e i 5 falli subiti, peccato che le percentuali dalla lunetta non siano propriamente lusinghiere (4/9).

Maspero:s.v. quasi 5 minuti senza tiri tentati.

Lawson: 7.5 resta in campo più minuti di tutti (36 minuti) e dopo un primo quarto tentennante prende le misure al match. È il migliore dei suoi con 23 punti, 7 rimbalzi e 6 falli subiti. Sicuramente un ottimo acquisto.

Gibson: 6 per lui 10 punti un po’ anonimi, che lo fanno risultare più decisivo di quanto non sia stato in realtà, arrivati nel primo e nell’ultimo quarto con percentuali decisamente basse (4/13 dal campo). Da una guardia americana ci si aspetta di più.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy