Treviso vola a Matera per la terza vittoria consecutiva

Treviso vola a Matera per la terza vittoria consecutiva

Commenta per primo!

Dopo la convincente vittoria interna contro Recanati, la Dè Longhi Treviso si appresta a volare a Matera, dove giocherà la prima di due trasferte consecutive che la vedranno domenica prossima impegnata a Ferrara. Una partita sicuramente difficile su un campo molto caldo ma per gli uomini di Pillastrini sarebbe fondamentale tornare da queste due trasferte con almeno 2 punti per tenere alto il morale.

Un morale che non può che essere positivo dopo la grande vittoria al PalaVerde. Si sono viste le diverse facce di questa squadra: un bel gioco offensivo accompagnato da un’ottima difesa che hanno fatto guadagnare un notevole vantaggio nel primo quarto, la capacità di mantenere questo vantaggio, il calo di tensione con il ritorno degli avversari in partita, la forza mentale di iniziare una rimonta, e la tenacia di completarla e di vincere la partita.                                                                                                                                     I protagonisti del match sono stati sicuramente Powell e Corbett ma, come sottolineato da Pillastrini, non vanno dimenticati Negri, grande protagonista nella rimonta, Fantinelli con la sua gestione del gioco e la brillantezza di Moretti in uscita dalla panchina. Ancellotti invece, uscito subito per due falli, è stato autore di una prova piuttosto opaca: coach Pillastrini non l’ha schierato per tutto il primo tempo e non era in campo nel momento decisivo del match.

La Bawer Matera di coach Cadeo invece, viene da una sconfitta in terra bresciana sul campo della Leonessa ma ha già vinto in casa all’esordio in campionato contro Treviglio. Come nella scorsa campagna acquisti, la Bawer è ripartita da zero, cambiando tutto il roster, che a differenza della scorsa stagione è forse un po’ più talentuoso.. In cabina di regia è arrivato il trentaseienne Francesco Guarino, l’ultima stagione a Ferentino, per lo spot di 2 si dividono i minuti il veterano Giovanni Rugolo, preso in extremis dopo il taglio dell’ex Fortitudo Bologna Jacopo Valentini, ed il giovane Daniele Mastrangelo proveniente da Trieste, sempre in doppia cifra in precampionato (con un high di 32 contro l’Enel Brindisi). Le posizioni di 3 e 4 titolari sono occupate dai due stranieri della squadra: Stan Okoye, reduce da una stagione in massima serie con Varese, e Ashley Hamilton (ingaggiato dopo il taglio Jiri Hubalek), che conosce molto bene la A2, essendo stato uno dei protagonisti della stagione 2013-2014 con la Viola Reggio Calabria. Sotto le plance c’è Diego Corral, che dopo aver disputato una buonissima stagione in B con l’Ambrosia Bisceglie (17 punti e 10 rimbalzi di media) ha dimostrato di poter reggere fisicità e pressione in A2. Il cambio di Guarino sarà Gianni Cantagalli, di ritorno nella città dei Sassi dopo le esperienze a Recanati (A2), Lugo (B) ed Empoli (C1). Completano le rotazioni i tre under: Giani Zaharie (1994) reduce dall’esperienza in Romania, la sua terra d’origine; Nicolò Bertocco (1995) proveniente da Lugo (B); Fabio Santarsia (1997), prodotto del vivaio materano (in particolare nella Virtus Matera), nella scorsa stagione si è fatto le ossa a Palestrina (B).

Coach Stefano Pillastrini, coach di TVB presenta così la trasferta di Matera: “La mia squadra sta bene, i ragazzi sono in salute e il morale è alto dopo le prime due uscite vincenti. Ora apriamo questo mini ciclo di due trasferte con una partita impegnativa che ci aspetta a  Matera. La Bawer ha americani molto forti sui cui si basa principalmente il gioco, in più c’è Guarino che è un giocatore storico di questo campionato, molto esperto, e alcuni giovani emergenti che in queste prime partite hanno dimostrato di poter giocare a questo livello e con il passare delle partite saranno sempre più sicuri e convinti.

Fondamentale per noi sarà controllare i ritmi del gioco e difendere bene i loro uno contro uno. I loro americani sono atletici e sanno giocare sia fronte che spalle a canestro, a loro duttilità impegnerà molto la nostra difesa, e dovremmo essere bravi a fronteggiarli anche lontano dalle nostre posizioni difensive abituali. In attacco invece bisognerà essere controllati e precisi per costruire bene i tiri e non perdere il controllo del gioco. Se facciamo girare bene la palla potremmo approfittarne e puntare a tirare da dentro l’area dove potremmo avere qualche vantaggio grazie alla fisicità maggiore dei nostri lunghi.”

Andrea Ancellotti, centro trevigiano, fa notare le difficoltà della sfida di domenica: “Stiamo lavorando bene, siamo carichi dopo la difficile partita vinta domenica. Pochi cambi hanno giovato, siamo già fluidi e ben amalgamati e si è visto in queste prime due uscite, il fatto che l’ossatura della squadra sia rimasta quella dello scorso anno ha giovato molto e anche per noi nuovi è stato più facile entrare nel meccanismo, ora dobbiamo continuare così. A Matera domenica sarà una partita difficile, secondo me ci vorrà una grande prestazione per vincere lì. Loro hanno quintetti atipici, lunghi che si allontanano dal canestro e quindi per noi non sarà facile accoppiarsi difensivamente. Penso che sarà proprio la nostra interpretazione difensiva la chiave per una partita che comunque proveremo a incanalare sui nostri binari cercando di imporre il nostro gioco. Vogliamo continuare questo bell’inizio di campionato e proviamo a far bene anche domenica a Matera.”

PROBABILI QUINTETTI

Bawer Matera: Guarino, Mastrangelo, Okoye, Hamilton, Corral                                                Universo Treviso Basket: Fantinelli, Corbett, Fabi, Powell, Ancellotti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy