Trieste cede di misura ai campioni di Slovenia: finisce 74-77 per il Domzale

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE – KK HELIOS SUNS DOMZALE 74-77

Commenta per primo!

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE – KK HELIOS SUNS DOMZALE  74-77 (14-19, 35-36, 56-55)

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE: Coronica, Bossi, Prandin 13, Pecile 11, Ferraro, E. Gobbato, Green 15, Da Ros 12, Parks 12, Pipitone 4, Simioni 7.  All. Dalmasson  Ass. Praticò, Legovich.

KK HELIOS SUNS DOMZALE: Mocnik 3, Osolnik, Vesel, Atanackovic 14, Lelic 22, Voncina 2, Remekun 15, Casey 10, Bolcina, Kyzlink 5, Bratec 6.  All. Vulic  Ass. Jakara, Zaletel.

ARBITRI: Almerigogna, Bertoli, Occhiuzzi

Scrimmage prestigioso al Palatrieste, i biancorossi fronteggiano infatti i Domzale Helios Suns, campioni di Slovenia in carica. Alma in quintetto con Bossi, Green, Parks, Da Ros e Pipitone, Helios Suns sul parquet con Mocnik, Kyzlink, Lelic, Atanackovic e Remekun.

Assenti da una parte Baldasso, dall’altra Curry, pronti-via e score inaugurato da Atanackovic, ispirato già nel primo scrimmage in terra slovena. Cinque punti in fila per il “4” ospite, inframezzati da un appoggio alla tabella di Parks. Remekun viaggia 1/2 dalla lunetta, per poi siglare in contropiede il primo allungo dei campioni di Slovenia (2-8 al 2′). Domzale intenso in difesa, lucido e concreto nella gestione offensiva: l’ex Treviglio Kyzlink punisce dall’angolo, dalla parte opposta Green trova i primi punti della sua partita, ma ancora Atanackovic risponde con la stessa moneta (4-13 al 4′). Difficoltà in attacco per l’Alma, Lelic in contropiede porta al primo vantaggio ospite in doppia cifra, ridotto poco dopo dai primi due punti di Da Ros (6-15 al 5′). Fuori Bossi e Parks per Prandin e Ferraro, dalla parte opposta riposano Kyzlink ed Atanackovic, sostiutiti da Voncina e Kyle Casey. Da Ros realizza dalla media, tuttavia Casey affonda subito a due mani la schiacciata del nuovo +9, Dalmasson chiama time-out (8-17 al 7′). Rientra Parks per Da Ros da una parte, Atanackovic dà riposo a Remekun dall’altra. Poco dopo viene richiamato in panchina Pipitone, a 2′ dal termine del primo quarto si vede sul parquet Simioni. Trieste aumenta l’intensità difensiva eriesce a limitare gli avversari, che continuano però a difendere alla grande, si entra nell’ultimo minuto senza segnare. Mocnik dalla lunetta muove un minimo il punteggio (1/2) riportando i suoi in doppia cifra di vantaggio, l’Alma prova a riavvicinarsi con una grande giocata di Parks, canestro e fallo per il -7 giuliano. Con le squadre in bonus, Lelic fa 1/2 in lunetta a 20″ dal termine, l’ultimo possesso triestino viene finalizzato al meglio da un coriaceo gioco da tre punti di Simioni, l’Alma chiude i primi 10′ sotto di cinque lunghezze (14-19).

Si torna in campo, Alma con Bossi, Pecile, Green, Parks e Simioni, gli ospiti rispondono con Bratec, Osolnik, Voncina, Atanackovic e Casey. Non si segna per quasi 1′, a sbloccare il secondo periodo provvede Green con un pregevole gioco da tre punti, Trieste a contatto (17-19 all’11’). Buona difesa giuliana in questa fase, Pecile dall’angolo trova il primo vantaggio biancorosso, Bratec imbuca subito da oltre l’arco ma è un fuoco di paglia. Green infatti piazza in un amen un personalissimo 5-0 che porta l’Alma a +3, costringendo coach Vulic al primo time-out ospite (25-22 al 13′). Al rientro, nei biancorossi si vede capitan Coronica proprio al posto di Green, gli Helios Suns ripropongono la regia di Mocnik ed il tonnellaggio di Remekun, togliendo dal parquet Osolnik ed Atanackovic. Trieste continua a difendere con intensità, aumentando i giri del motore in fase offensiva, Pecile fa 2/2 ai liberi per il massimo vantaggio giuliano (27-22 al 14′). Triplo cambio ospite, Kyzlink-Lelic-Atanackovic per Bratec-Voncina-Remekun. Due viaggi in lunetta consecutivi portano gli ospiti in parità, mentre Prandin e Gobbato subentrano a Bossi e Pecile. Parks buca la retina da oltre l’arco, Mocnik riavvicina i suoi dalla lunetta (30-29 al 16′). Rientra Da Ros per l’applaudito Jordan Parks, Casey non se ne cura indovinando un gioco da tre punti di grande potenza fisica, il Domzale torna avanti. 3′ all’intervallo lungo, si rivede Green al posto di Coronica, mentre ‘Bobo’ Prandin fa 1/2 in lunetta (31-32 al 17′). Alto-basso ospite molto ben eseguito, Remekun affonda a una mano il +3 ospite, Trieste si riavvicina con una giocata simile, finalizzata da Simioni che poi cede il posto a Pipitone. Alle soglie dell’ultimo minuto si presenta in lunetta Lelic, preciso in entrambi i tentativi prima di cedere il posto a Bratec. Primi punti sul fronte opposto per Vincenzo Pipitone, Alma a -1 e cpace, nell’azione successiva, diportare gli avversari al tiro oltre i 24″. L’ultimo possesso giuliano termina con una tripla di Green che trova il primo ferro, Remekun in contropiede non ha sufficiente tempo a disposizione per chiudere con due punti, al 20′ è 35-36 Helios Suns.

Il terzo periodo vede Trieste sul parquet con Bossi, Green, Parks, Da Ros e Pipitone, la risposta ospite è affidata a Mocnik, Kyzlink, Bratec, Atanackovic e Remekun. Proprio quest ultimo trova i primi punti dal post basso, seguito poco dopo dalla tripla di Bratec. Da Ros viaggia al cinquanta per cento in lunetta, Trieste cerca di rimettersi in carreggiata aumentando la pressione difensiva, vanificata da una nuova schiacciata di Remekun (36-43 al 23′). Jordan Parks rimette in carreggiata l’Alma con un’elastica penetrazione, dalla parte opposta però Atanackovic si conferma spietato dalla lunga (38-46 al 24′), prima di cedere il posto a Casey. Negli ospiti, esce anche Mocnik a beneficio di Lelic, con Da Ros abile nel trovare subito dopo un gioco da tre punti. Immediata risposta da sotto di Kyzlink, Green graffia da oltre l’arco ma ancora Remekun, seguito da Lelic, riporta i Suns a +8. Pipitone ben servito da Da Ros e Parks ai liberi riavvicinano l’Alma a due possessi (48-52 al 27′), Lelic non ci sta e da oltre l’arco riallarga la forbice. Fuori Bossi, Parks e Pipitone, rientrano Prandin, Pecile e Simioni, Javonte Green indovina dalla linea di fondo la sospensione del nuovo -5 giuliano, prima di cedere a sua volta il posto a Coronica. Match molto fisico, la terna lascia decisamente giocare, Prandin ai liberi riporta l’Alma a un possesso dagli ospiti (52-55 al 29′). L’ultimo giro di lancette vede un paio di tiri aperti sbagliati dagli Helios Suns, Da Ros con unparzialino personale di 4-0 manda Trieste in vantaggio al 30′ (56-55).

Gli ultimi 10′ presentano l’Alma sul parquet con Prandin, Pecile, Coronica, Da Ros e Simioni, i campioni di Slovenia rispondono con Mocnik, Voncina, Lelic, Vesel e Remekun. Subito ‘Bobo’ dalla lunetta, risposta ospite con un 4-0 firmato Remekun, Simioni dalla media trova immediatamente due punti tanto eleganti quanto importanti (60-59 al 32′). Fuori Simioni dentro Pipitone, nei Suns dentro Casey per Vesel, il neo-entrato vince il duello con Pipitone affondando la schiacciata del nuovo vantaggio sloveno. Nei biancorossi escono Da Ros e Pipitone, rientrano Parks e Simioni. Grande circolazione di palla giuliana, ‘Bobo’ Prandin liberato in angolo trova tripla e libero supplementare, poi trasformato (64-61 al 34′). I liberi di Voncina riportano Domzale a stretto contatto, sorpasso completato da una rubata di Lelic, che porta Parks a una stoppatone giudicata però irregolare dalla terna (64-65 al 35′). Trieste ritrova il vantaggio pochi secondi dopo, complice una tripla dall’angolo di ‘Sunshine’ Pecile, Dalmasson richiama in panchina Coronica e Simioni, facendo rientrare Green e Da Ros. L’alternanza nel punteggio continua senza soluzione di continuità, Lelic trova un nuovo canestro pesante, Prandin in lunetta ridà all’Alma il vantaggio minimo, prima di una nuova grande giocata di Lelic (gioco da quattro punti, 69-72 al 37′). Difesa ospite di grande intensità, in attacco poi provvede Casey con un gioco da tre punti che regala ai Suns il +6, rintuzzato parzialmente da una sospensione dalla media di Prandin (71-75 al 38′). Non si segna per 1′, sterilità spezzata da una tripla in transizione di Pecile allo scoccare dell’ultimo minuto, coach Vulic ferma il gioco e chiama i suoi in panchina, scrimmage tirato fino all’ultimo (74-75 al 39′). Ospiti in campo con Atanackovic per Casey, Da Ros in coabitazione con Pecile recupera subito palla, la successiva giocata offensiva viene vanificata da una stoppata (molto) al limite di Remekun. Atanackovic appoggia alla tabella in contropiede il +3 ospite, non accorgendosi che mancano ancora 2″ al termine. L’Alma ha così l’occasione lampo per cercare la parità, ci prova Pecile dall’angolo fuori equilibrio, coefficiente di difficoltà elevatissimo e palla lontana dal canestro. Il successo va ai campioni di Slovenia in carica, il pubblico del PalaTrieste applaude comunque i ragazzi di Dalmasson, al termine di un test decisamente combattuto ed intenso.

Uff.Stampa Pall.Trieste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy