Trieste per convincere, Matera per rinascere

Trieste per convincere, Matera per rinascere

Due squadre che arrivano con un diverso stato d’animo, ma entrambe determinate a conquistare i due punti consapevoli della difficoltà e dell’importanza dell’incontro.

Commenta per primo!

Due squadre che arrivano con un diverso stato d’animo, ma entrambe determinate a conquistare i due punti consapevoli della difficoltà e dell’importanza dell’incontro: sarà questo il leitmotiv dell’incontro di domenica tra Bawer Matera e Alma Agenzia per il Lavoro Trieste: uno scontro senza esclusione di colpi buttando tutto sul parquet con l’obbiettivo di conquistare i due punti.

Matera ormai deve giocare ogni partita come fosse una finale; arriva all’incontro di domenica con due novità: coach Francesco Ponticello (già allenatore dell’Olimpia da dicembre 2009 a chiusura della stagione 2012) e Jiří Hubálek ala/centro classe ’82 e 208 cm, che va a sostituire Stan Okoye. Per battere Trieste bisogna cambiare marcia, essere aggressivi e non mollare per tutti i quaranta minuti. A livello statistico la Bawer è penultima per punti segnati con 71,2 punti di media a partita ed è la peggior difesa del campionato con 85,6 punti subiti di media a partita. Tra i singoli sarà importante l’apporto di Brian Chase (15,1 punti di media a partita), Diego Corral (9,8 punti di media a partita), Federico Lestini (8 punti di media a partita) e dell’ex Pallacanestro Trieste, Daniele Mastrangelo (6,9 punti di media a partita) en sarà fondamentale avere in campo da subito Hubálek.

Trieste arriva da un buon momento di forma e vuole consolidare la propria posizione in classifica; è consapevole delle difficoltà che incontrerà a Matera e vuole confermare la crescita anche mentale dei suoi giovani conquistando questi due punti. A livello statistico tra i singoli spiccano Jordan Parks con 14,7 punti e 9,3 rimbalzi di media a partita, Roberto Nelson (11 punti di media a partita), Andrea Pecile (10,8 punti di media a partita) e Aristide Landi con 8,8 punti di media a partita; ma attenzione anche alla crescita nelle ultime gare di Lorenzo Baldasso (classe ’95, ex Matera, 4,8 punti di media a partita) e Roberto Prandin (6,4 punti di media a partita).

Palla a due domenica 14 febbraio alle ore 18 al Palasassi di Matera. All’andata finì con la vittoria di Trieste per 76 a 70  (per Trieste 16 punti Parks, 15 Pecile e 12 Prandin; per Matera 15 Okaye, 14 Hamilton e 12 Zaharie); arbitreranno Nicola Beneduce di Caserta, Alex D’Amato di Roma e Giampaolo Marota di San Benedetto del Tronto (AP).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy