Trofeo degli Angeli, le Finali – Siena vince battendo Roseto, Chieti regola Rieti nella finalina

Trofeo degli Angeli, le Finali – Siena vince battendo Roseto, Chieti regola Rieti nella finalina

Commenta per primo!

Finalissima
ROSETO 66
SIENA 82

ROSETO: Allen 20, Izzo 3, Ferraro 13, Papa 4, Marini 8, Trevisan n.e., Bryan 9, Moreno 2, Rugolo 7, D’Emilio n.e., Stama n.e.. Coach: Trullo.

SIENA: Cacace 9, Borsato 3, Diliegro n.e., Ranuzzi 4, Marini 4, Bucarelli 4, Udom 11, Roberts 13, Bryant 22, Cucci 12, Masciarelli n.e.. Coach: Ramagli.

Gli Sharks escono sconfitti dalla finale per il primo e secondo posto del 1° Torneo degli angeli a L’Aquila, battuti per 88-62 da Siena. Dopo la bella vittoria di venerdì su Rieti in semifinale (90-81), i biancazzurri, in finale, non sono riusciti a ripetersi, accusando la stanchezza accumulata in due gare disputate nel giro di 48 ore.

Per giunta, Trullo ha dovuto fare a meno, in entrambe le sfide, di ben tre giocatori: Borra, Marulli e Weaver. Normale che con una rotazione così esile, battere una formazione ottimamente attrezzata come Siena sarebbe stato davvero difficile. Si è trattato di una partita nervosa, con molti falli e contatti di gioco ruvidi, che non hanno lasciato molto spazio allo spettacolo. Roseto è stato in partita fino al 35′, prima di alzare bandiera bianca sotto i colpi della coppia statunitense di Siena, composta da Bryant e Roberts (35 punti in due).

Archiviato il torneo aquilano, gli Sharks godranno di un giorno di riposo prima di riprendere gli allenamenti lunedì pomeriggio alle 18 al PalaMaggetti. Sarà il primo allenamento con i nuovi compagni per Kyle Weaver. L’americano ha assistito in panchina alla sfida con la Mens Sana e lunedì potrà finalmente unirsi al gruppo durante gli allenamenti. La prossima settimana dovrebbe anche restituire a coach Trullo i convalescenti Borra e Marulli, entrambi in netto miglioramento dopo gli affaticamenti muscolari dei giorni passati.

La settimana di lavoro si concluderà venerdì 18 e sabato 19 settembre con un torneo amichevole a Campli, al quale, oltre che i padroni di casa, parteciperanno Roseto, Rieti e Ortona. Infine, gli Sharks ringraziano calorosamente Giovanni Rugolo per aver aiutato il gruppo durante queste prime settimane di Preseason: il suo apporto è stato più che utile, in attesa del completamento del roster. A lui, che domani lascerà il Lido delle Rose, vanno i migliori auguri per il proseguo della carriera.

Finalina
CHIETI 83
RIETI 71

CHIETI: Abbott 19, Piazza 5, Allegretti 8, Piccoli 3, Vedovato 6, Sergio 15, Monaldi 11, Armwood 16, De Martino, Marchetti, Sipala. Coach: Galli.

RIETI: Pepper 21, Buckles 17, Feliciangeli 9, Longobardi 4, Parente 8, Mortellaro 5, Hidalgo 2, Benedusi 5, Auletta, Della Rosa, Morgillo. Coach: Nunzi.

Rieti perde contro Chieti nella finale terzo-quarto posto del Torneo degli Angeli de L’Aquila. Dopo una prima parte molto equilibrata ed un buon avvio di ripresa, a metà della terza frazione Chieti prende il largo. Nel quarto periodo Rieti riesce a recuperare le distanze e torna in scia fino al 70-67 a 3:29 dal termine. Gli amaranto lesti, però, non riescono più a produrre tiri aperti, ne approfitta Chieti che con tre canestri consecutivi scava il break decisivo per chiudere la partita.
“Abbiamo smesso giocare insieme e loro hanno continuato -spiega coach Nunzi- loro hanno prodotto buoni tiri e noi forzature. Hanno fatto tre canestro consecutivi, anche difficili, noi invece abbiamo sbagliato tre tiri. Sono molto soddisfatto perché nella terza partita ho visto crescere la squadra, anche se poi ci sono situazioni come le palle perse del primo quarto che non riusciamo a limitare e che comportano contro piedi facili che ci fanno rincorrere la squadra avversaria. Nel secondo quarto, con zero palle perse abbiamo tolto un po’ di punti facili prodotti e la partita si è riaperta. Limitare le palle perse e non regalare nulla agli avversari è una delle chiavi che ci permetterà di giocarci la partite alla pari in campionato. In programma ci sono ancora cinque partite da giocare e dobbiamo cercare di crescere, come abbiamo fatto finora e cercare di arrivare più pronti possibile al campionato che già dalla prima giornata di andata ci mette di fronte una squadra di altissimo livello”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy