Trofeo di Caorle: Zalgiris troppo forte, niente da fare per Treviso

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – ZALGIRIS KAUNAS 55-83

Commenta per primo!

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – ZALGIRIS KAUNAS 55-83

DE’ LONGHI: Fantinelli 12 (4/10, 1/2), Moretti 6 (2/2, 0/1), DeCosey 14 (5/13 da 2), Perry 8 (1/6, 1/2), Ancellotti 9 (4/6 da 2); Malbasa 0 (0/1 da 2), Saccaggi 2 (0/1, 0/2), Rinaldi 2 (0/1, 0/2), Negri 2 (1/3 da 2). NE: De Zardo, Poser. All.: Pillastrini
ZALGIRIS: Lekavicius 5 (1/1, 1/2), Seibutis 13 (5/7, 0/4), Ulanovas 12 (2/3, 2/3), Hartenstein 10 (2/4, 2/3), Javtokas 2 (1/4 da 2); Valinskas 7 (2/2, 1/1), Jankunas 9 (3/8 da 2), Milaknis 15 (5/8) da 3, Lima 6 (2/6 da 2), Kavaliauskas 4 (2/3 da 2). NE: Pangos. All.: Jasikevicius
ARBITRI: Bettini, Sardella, Paglialunga

NOTE: pq 18-16, sq 34-42, tq 42-62. Tiri liberi: Treviso 15/26, Kaunas 10/13. Rimbalzi: Treviso 9+19 (Perry 3+7), Kaunas 7+28 (Jankunas, Hartestein 1+7). Assist: Treviso 4, Kaunas 21 (Seibutis4)

Al PalaMare di Caorle la De’ Longhi TVB, habitue’ del torneo e campione in carica, affronta nella prima semifinale uno dei team storici del basket europeo, lo Zalgiris Kaunas. C’e’ capitan Fantinelli in campo, smaltito l’acciacco che l’aveva fermato prima dello scrimmage a Ferrara, e con lui nello starting five Moretti, DeCosey, Perry e Ancellotti.

8-5 con Jesse Perry che approfitta della sua mobilità contro i lungagnoni lituani. La squadra dell’ex superstar, ora coach, Saras Jasikevicius, comincia a mettere triple pesanti anche con i suoi lunghi (bene Hartenstein), innsecati dall’eterno Seibutis. Ma TVB non ci sta, evidentemente l’aria di mare, che l’anno scorso porto’ la squadra di coach Pillastrini a vincere il torneo, fa bene ai biancocelesti che riprendono il vantaggio grazie alle incursioni di un vivace DeCosey e una bomba di Perry (13-10, 7 puntiper il “rasta” di TVB nel 1° quarto)) che si dimostra bene in palla. Iniziano le rotazioni, si rivede in campo per qualche minuto anche l’acciaccato Andrea Saccaggi, mentre i lunghi di TVB anche con la coppia Rinaldi-Ancellotti tengono botta contro Jankunas e gli altri centri di “taglia Eurolega” della squadra baltica. Un jumper allo scadere dei 24″ di Matteo Negri dà il 18-13 alla De’ Longhi al 9′. Il primo quarto si chiude sul 18-16 per i trevigiani.

In avvio di secondo periodo pareggia il brasiliano Lima, ma Davide Moretti risponde con uno sprazzo dei suoi. Nonostante la differenza fisica, la De’ Longhi combatte ad armi pari con i blasonati campioni di Lituania: Moretti e capitan Fantinelli pungono come api segnando canestri d’astuzia dentro l’area baltica, mehtre Rinaldi e c. fanno a sportellate in area con efficacia (25-26 al 15′). Anche DeCosey si mette in luice con i suoi “1 contro 1”, ma lo Zalgiris fa la voce grossa e allunga a +6 (27-33) con Seibutis e Hartenstein. La risposta non si fa attendere e TVB torna sotto con un coast to coast di Fantinelli, un 2+1 che riscalda il pubblico del PalaMare (31-33 al 18′). Kaunas aumenta lintensità fisica e scappa via: l’esperto lungo Javtokas fa la voce grossa sotto canestro con il collega Jankunas, poi ci pensa la classe di Seibutis a confezionare il parziale: lo Zalgiris è avanti 34-42 all’intervallo.

Dopo il riposo c’e’ un inizio di terzo quarto difficile per la De’ Longhi che soffre l’aggressività a tutto campo della profondissima squadra di coach Jasikevicius, campanello d’allarme per una seconda parte di gara molto diversa dal pimpante primo tempo di TVB. Una tripla del “Fante”, un tap-in e una bella schiacciata di Andrea Ancellotti (su assist dietro la schiena del capitano) rimettono TVB a -10 (41-51)  al 25′. Altro allungo dei baltici dopo minuti di aspra battaglia dove l’attacco trevigiano fatica un po’ e si va al riposo con lo Zalgiris avanti di 20 punti, con la bomba finale di Hartestein per il 42-62 del 30′. Ad inizio ultimo quarto nonostante lo Zalgiris continui a premere sull’acceleratore c’e’ un tentativo di reazione della squadra di coach Pillastrini, con Moretti che inventa e Ancellotti che chiude (49-67 al 34′). Ma lo Zalgiris non vuole ripetere gli errori dello scorso anno che costarono la partita ai baltici, e la batteria di esterni dei lituani trova anche la mira di Lekavicius che allunga ancora con le soluzioni da lontano. Calo evidente dei trevigiani nel finale, e lo Zalgiris dilaga fino al perentorio 55-83 finale. Domani alle ore 18.00 la finalina contro la perdente di Reyer Venezia-Rethymno Creta.

Uff.Stampa Treviso Basket

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy