Una buona Fortitudo supera Ferrara 98-78

Una buona Fortitudo supera Ferrara 98-78

Commenta per primo!

Buone indicazioni e spunti positivi quelli che giungono dal PalaDozza in occasione della prima amichevole stagionale disputata dalla Fortitudo Eternedile contro la Bondi Ferrara, prossima avversaria dei biancoblù anche in campionato. Primo quarto a ritmi alti, Boniciolli prova subito il pressing sui 28 metri del parquet e ottiene anche buona precisione offensiva. Successivamente, i ritmi si abbassano consentendo agli attacchi di mantenere (quello bolognese) buone medie al tiro e di migliorarle (sponda Ferrara) dopo un inizio balbettante. Spazio per tutti e punteggi (per quanto possano contare i tabellini alla prima uscita amichevole) ben ripartiti tra i giocatori biancoblù, ormai prossimi alla partenza per il ritiro di Lizzano in Belvedere.
Sonora sconfitta invece per la Bondi, nella sua seconda uscita pre-stagionale. In un PalaDozza a porte chiuse la truppa di coach Morea dimostra ancora parecchie lacune soprattutto difensive ed un evidente inferiorità fisica e tecnica. Priva di Rhett, ancora ai box ma con un Brkic in più. D’altro canto maggiore invece la rabbia agonistica e l’intensità dei ragazzi di coach Boniciolli, alla loro prima partita ma già gruppo conosciuto.

FORTITUDO ETERNEDILE – BONDI FERRARA 98-78 (Parz: 29-19, 54-43, 82-58)

Fortitudo Eternedile: Daniel 15, Rovatti 2, Quaglia 8, Candi 5, Iannilli 4, Campogrande, Montano 14, Sorrentino 4, Raucci 6, Carraretto 14, Flowers 12, Italiano 14. All. Boniciolli.

Bondi Ferrara: Rush 18, Ebeling, Lestini 7, Ibarra 12, Bucci 19, Losi 11, Salafia 2, Bianchini N.E., Verrigni, Ghirelli, Brkic 9, Rhett N.E. All.Morea

Primo quarto dominato dalla “Effe” che con una maggiore aggressività asfalta la Bondi (14-2 nei primi 4 minuti) prima che Morea corra ai ripari con un time-out. Ci provano Losi e Rush a riprendere il filo chiudendo comunque il primo parziale sotto un allarmante 29-19.

Secondo periodo che non cambia con la Fortitudo che tiene i ritmi altissimi, recupera e conclude (8-0 nei primi 2 minuti): Daniel e Flowers in grande spolvero, ben supportati da un Carraretto in super forma campionato. Ferrara non cede, Bucci si accende e si mette in proprio a trascinare: a fine primo tempo Bondi sotto ma ancora in scia 54-43.

Nella ripresa lo strappo decisivo: Ferrara esce male dagli spogliatoi e subisce il pressing asfissiante della Fortitudo. Tante, troppe le palle perse con un metro arbitrale a volte ingeneroso concedono ai padroni di casa un vantaggio ormai incolmabile sull’82-58.

Ultimo parziale buono solo per le statistiche, con Ferrara che comunque riesce a portarselo a casa di cuore per 20-16.

Soddisfatto coach Boniciolli:’ Confidavo di ricevere da sùbito buone risposte dai nuovi giocatori e sono felice di averle ottenute. Buoni l’inserimento e l’integrazione con il nucleo dell’anno scorso. Mi rende fiducioso l’atteggiamento mostrato dai ragazzi, che ricalca quello della scorsa stagione e questo per noi è un elemento indispensabile e imprescindibile se vogliamo avere ambizioni anche nel prossimo campionato’.

“Abbiamo ancora tanto bisogno di giocare – dice coach Alberto Morea a fine partita – in partite come queste il punteggio m’interessa relativamente. A parte un inizio poco convinto, abbiamo comunque saputo reagire da squadra.”

Qualche parola anche da parte di Bucci, stasera leader indiscusso assieme a Rush:” Siamo ancora un po’ indietro fisicamente, dobbiamo ancora crescere e migliorare ma c’è il tempo per farlo.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy