Una Dinamica concreta ritrova la vittoria contro Legnano

Una Dinamica concreta ritrova la vittoria contro Legnano

Commenta per primo!

Gli Stings tornano al PalaBam dopo aver interrotto una striscia di tre vittorie consecutive domenica scorsa contro Trieste. Per i biancorossi è stato fatale il terzo quarto con un break di 21-0 subito per mano degli avversari. Avversario di oggi è l’Europromotion Legnano reduce da sei sconfitte consecutive: il team di coach Ferrari non vince dallo scorso 6 dicembre, ma ha già mietuto vittime illustri come Treviso e Verona. Per Legnano out il lungodegente Frassineti e l’infortunato Palermo, per la Dinamica indisponibile Moraschini reduce dall’operazione al dente del giudizio.

Pronti-via e la Dinamica si presenta alla partita con un break di 10-0 che induce Ferrari a chiamare dopo due minuti il primo timeout della gara. Al rientro Legnano esce dagli spogliatoi e firma un mini parziale di 4-0 grazie a Pacher e Martini che rimette in gioco i lombardi. Tanti gli errori da una parte e dall’altra che non permettono agli Stings di allungare definitivamente nei confronti degli avversari. Amici mette tre triple consecutive ed è essenzialmente grazie a lui che la Dinamica chiude il primo quarto sul 18-11.

Nel secondo quarto Navarini commette il terzo fallo ed è costretto a tornare in panchina. Lo seguirà pochi minuti dopo Allodi, ex della gara, che in 70 secondi ne commetterà altri tre. La Dinamica comincia a prendere il largo e va a +9 prima di essere ripresa da Laudoni e Raivio, quest’ultimo comunque non in grandissima forma. Sul -2 dell’Europromotion, un furioso Martelossi chiama timeout. Alla ripresa Simms ricomincia a segnare e va in doppia cifra, così come Justin Hurtt. Nel finale c’è spazio però per Pacher di accorciare nuovamente, col secondo quarto che si chiude sul 39-31.

Il secondo tempo si apre col recupero di Legnano e la Dinamica che accusa ancora una volta il rientro dagli spogliatoi. Gli Stings tengono a distanza comunque la squadra di Ferrari pur non sfoderando il miglior basket della stagione. Di Bella di personalità mette la bomba del +11, ma gli avversari riemergono dopo pochi minuti. C’è gloria anche per Alviti con due triple consecutive. Mantova che non riesce a piazzare il break decisivo e il terzo quarto si conclude sul 66-58.

Ultimo quarto piuttosto avaro di emozioni, caratterizzato da ritmi piuttosto bassi. Pacher sfonda quota 20 punti (si fermerà a 25 prima di uscire per il quinto fallo), mentre Raivio rimane sotto la media stagionale in termini realizzativi. Amici e Di Bella vanificano i tentativi, poco convinti peraltro, di Legnano di ritornare in gara. Negli ultimi 120 secondi Legnano manda più volte dalla lunetta la Dinamica per sperare negli errori dei biancorossi, i quali però si mantengono freddi, sbagliando pochissimo. Ultimo minuto minuto di ordinaria amministrazione per gli Stings che battono Legnano 84-73 e salgono a 24 punti in graduatoria.

IL TABELLINO DELLA GARA

Dinamica Generale Mantova – Legnano Knights 84-73 (18-11; 39-31; 66-58)

Dinamica Generale Mantova: Di Bella 13, Ndoja 7, Simms 19, Hurtt 22, Amici 16, Alviti 6, Fumagalli, Gandini, Maiorino, Gergati 1. Natali DNP, Moraschini DNP. Coach: Alberto Martelossi.

Legnano Knights: Navarini 5, Maiocco 12, Martini 13, Pacher 25, Raivio 12, Laudoni 6, Allodi, Guidi, Sacchettini. Rinke DNP. Coach: Mattia Ferrari.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy