Viola per i playoff, Piacenza per la salvezza: match decisivo al Pentimele

Viola per i playoff, Piacenza per la salvezza: match decisivo al Pentimele

Venerdì di vigilia per la Viola che domani anticipa con il Piacenza nell’atteso match del sabato di Pasqua. La formazione neroarancio se la vedrà con una squadra che ha avuto tante difficoltà in questo campionato ed ha cambiato recentemente guida tecnica. Il roster costruito in estate non ha risposto pienamente all’esigenze della categoria come testimoniano i numeri: Piacenza segna circa settantadue punti a  con 17 falli subiti e 19 contro. Le percentuali dicono che da due si tira il 49% e da tre con il 34% mentre dalla lunetta si viaggia al 77% di media. A rimbalzo, pochi gli otto in attacco ed anche in difesa non si eccelle per una media di quasi 31 ad allacciata di scarpa. Due stoppate e mezzo date, due subite per una compagine che ha degli ottimi atleti; i palloni recuperati sono circa cinque e mezzo con oltre tredici persi con 13 assist di media ed una valutazione generale di 66. dal punto di vista individuale, proprio l’ex reggino Rombaldoni è uno dei migliori tiratori di liberi. Italiano è il giocatore che commette più falli nel torneo per un gruppo che non ha avuto un rendimento atteso anche da parte degli americani nonostante la presenza del già citato Rombaldoni, eroe per un paio di stagioni in riva allo stretto quando la Viola era allenata da Lino Lardo ed ha rischiato di centrare una semifinale scudetto. Dopo  varie esperienze ad alto livello ed una medaglia d’argento olimpica, Rodolfo ha deciso di regalare la sua intelligenza cestistica ad una piazza emergente che vuole rimanere nell’elite del basket italiano.

Tutto è pronto dunque per la penultima uscita casalinga di una Viola che sa di affrontare un avversario non di altissimo livello, che di cambi in corsa ne ha subiti tanti (e anche troppi, a cominciare dalle meteore Becrivoc e Zizic, sacrificando Hill),  ma che non va assolutamente sottovalutato; mancano tre gare al termine dei giochi ed i neroarancio vogliono giocarsi fino all’ultimo la possibilità di centrare un posto ai play-off. Domani si anticipa con il Piacenza e poi si godrà di una domenica di riposo con la santa pasqua ma, prima, i ragazzi del presidente Branca cercano i due punti per continuare a sognare. “Siamo consapevoli – afferma Max Rezzano – che ci attendono tre battaglie. Siamo in tante a contenderci il quarto posto in classifica, noi dobbiamo disputare tre gare perfette e conquistare tutti i punti in palio. Già sabato sera contro Piacenza e la gara, non sarà facile. Anche se occupa l’ultimo posto in classifica non è una squadra mediocre e lo ha dimostrato contro Tortona nostra diretta avversaria nella corsa play off”. I giocatori neroarancio per la delicata sfida contro il club del presidente Beccari invitano i sostenitori reggini a supportare la squadra come soltanto loro sanno fare. Come ha dichiarato Marco Spissu: “Arrivato a Reggio la cosa che fin dalle prime partite mi ha colpito è stato l’attaccamento della città alla squadra. È una gioia immensa entrare al PalaCalafiore, che posso dirvi molte squadre c’invidiano tanto, e sentire il calore immenso dei tifosi nei nostri confronti. I sostenitori della Viola sono meravigliosi e mi auguro che il loro apporto sia determinate anche contro Piacenza. Abbiamo bisogno di vincere tutte e tre le gare rimaste, iniziando proprio da sabato sera. Noi siamo carichi, spero che lo sarà anche il pubblico neroarancio”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy