XIV Grado BSL: Nella finalina Trieste schianta Udine e fa suo il primo derby stagionale

I giuliani giocano con un piglio diverso e vincono agevolmente la partita contro l’APU di Lino Lardo

Commenta per primo!

A Grado va in scena il primo derby stagionale tra l’Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste e la Gsa Udine; una partita che fino a non poche stagioni fa era un appuntamento fisso per gli appassionati della palla a spicchi. Trieste decide di partire con un quintetto alto schierando Bossi, Green, Da Ros, Parks, e Simioni; Udine risponde invece con Castelli, Delegal, Laser, Cuccarolo e Ferrari. È un’Alma completamente diversa rispetto alla partita giocata contro Venezia; difende ed attacca in maniera davvero ordinata e il parziale di 11-3 iniziale ne è la logica conseguenza. Sugli scudi Simioni e Green che contribuiscono con 5 e 4 punti ciascuno per i triestini. Udine pare non trovare il bandolo della matassa in questo momento e se Ferrari prova a riavvicinare i suoi sul -6 (11-5) i giuliani rispondo con un nuovo parziale di 6-0 che porta Trieste avanti 17-5. Lardo prova a scuotere i suoi dalla panchina e Castelli con due bombe riporta Udine sotto la doppia cifra di scarto. Trieste però sembra non sbandare e con i liberi di Parks, Green e Coronica le due squadre vanno al riposo sul 22-11. Il secondo quarto si apre con un botta e risposta Pecile, Zacchetti che mantiene inalterate le distanze. Trieste però torna a serrare le maglie in difesa e produce un nuovo 6-0 che aggiorna il massimo vantaggio sul 30-13. Lardo prova questa volta a mescolare le carte, cambiando gli uomini in campo; ma il supplementare giocato nemmeno 24h prima si fa sentire a questo punto della preparazione sulle gambe dei friulani che continuano a subire le folate dell’Alma. Pinton e Castelli riprovano ad avvicinare Udine, ma Da Ros prima e Parks poi riportano Trieste sul +17 in un amen (33-16). Il quarto si chiuderà poi sul 38-20 grazie ai canestri di Bossi e Parks per la formazione giuliana a cui rispondono Delegal e Castelli per i friulani. Il terzo quarto riprende con i due coach che si affidano ai quintetti di partenza. Udine in un primo momento sembra aver giovato di questo intervallo partendo subito forte con i canestri di Delegal e Cuccarolo per il nuovo 38-24. Captato il pericolo Trieste si mette in moto e piazza un nuovo parziale di 7-1 che la porta sul +20 a metà del quarto grazie ai punti di Da Ros, Green e Bossi (45-25). La partita per due minuti rimarrà bloccata sullo stesso punteggio con le due squadre che sbagliano molto in attacco prima che Green infili la tripla del +23 (48-25). La partita sembra potersi concludere già qui anche se manca più di una quarto di gioco e anche se Delegal che prova a vivacizzarla con una tripla (48-28) a cui però Parks risponde subito per il +22 triestino. Il quarto finirà poi con due punti di Zacchetti e il libero di Truccolo, col risultato che recita Trieste 50-31 Udine. L’ultimo quarto inizia con Udine che prova in tutti i modi a riaprire la contesa con i canestri di Truccolo e Nobile (50-38) ma l’ennesima schiacciata di un suntuoso Green riporta Trieste ad un margine di sicurezza (52-38). A 5 minuti dalla fine Baldasso ampia la forbice tra le due squadre sul 54-38 sancendo così la fine del match. Dalmasson e Lardo decidono così di dar spazio a tutti i giocatori del loro roster; soprattutto a quelli che in queste due partite hanno giocato meno. Da segnalare in questo spezzone la buona prova di Baldasso autore di 7 punti in fila e autore anche di una buona difesa. Il match si conclude con la vittoria di Trieste per 63-44.

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste: Bossi 10, Green 15, Da Ros 5, Parks 11, Simioni 5, Coronica (K) 2, Ferraro 0, Prandin 2, Pecile 2, Baldasso 7, Gobbato 0, Pipitone 4, All. Dalmasson

GSA Udine: Castelli 5, Delegal 8, Laser 5, Cuccarolo 5, Ferrari 4, Diop 0, Gatto 0, Zacchetti 4, Truccolo 7, Nobile 4, Pinton 2, Maran 0, All. Lardo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy