A Imola non basta un super Anderson, Roseto resiste con Allen e passa al Ruggi

A Imola non basta un super Anderson, Roseto resiste con Allen e passa al Ruggi

Scalpo di prestigio per gli Sharks, che passano sul tosto parquet romagnolo.

Commenta per primo!

Di Federico Sgatti

Domenica 7 febbraio la Andrea Costa ospita al PalaRuggi, decisamente pieno per l’occasione, la Mac-Energy Roseto, sesta forza del campionato. Ticchi schiera in quintetto Sabatini, Anderson, Hassan, Washington e Maggioli. Trullo risponde con: Allen, 24, 25,10, 19. Arbitrano i signori: Nicolini, Di Toro e D’amato.

La partita inizia con il primo possesso in mano a Imola che subito cerca Washington che perde palla, Roseto invece trova il canestro con Ferraro; il primo canestro per i padroni di casa è di Maggioli ma Bryan segna ancora in appoggio da sotto. Anderson porta i padroni di casa al primo vantaggio grazie a un long-2 e due bomba, di cui la seconda da 2 passi dietro la linea dei 3 punti. Bella partita in questo inizio,12 a 7 Imola con 5 e 19 da giocare e primo timeout speso da Roseto. Al rientro dalla sospensione segnano entrambe le squadre, ma Roseto spreca 2 palloni per toranre vicina, Imola invece sbaglia 2 tiri da sotto. La grande difesa di Imola sta permettendo alla squadra non solo di stare davanti ma anche di togliere sicurezza a Roseto, con Weaver infuriota che se la prende prima con Prato, ma fin qui tutto normale, poi col pubblico, e prende tecnico giustamente. Per quanto riguarda la partita Anderson dopo la conversione del libero segna un’ altra tripla, seguita da una di Prato per il 23 a 10, 17 di Anderson (6/8 dal campo, 2/3 da due punti, 4/5 da 3 punti, 1/1 dalla linea della carità in 9 minuti) Ultimo possesso del quarto in mano a Imola che affida la palla a Sabatini che non trova il canestro da metà campo. 23 a 13 dopo 10 minuti.

Il secondo quarto inizia con un errore di Roseto e uno di Imola, poi Ferraro trova la tripla seguita da un altro errore di Imola. Inizio confusionario di secondo quarto con Imola ancora a secco, a fronte di 7 punti di Roseto, ora rientra Anderson. Arrivano subito 4 punti per i biancorossi, con Sabatini e Maggioli, poi Anderson segna la sua quinta tripla di giornata (con 5 e 45 sul cronometro del secondo quarto). Timeout Roseto. Al rientro gioco da 3 punti di Borra. Alla fine arriva la reazione di Roseto, aiutata dal fatto che Imola non prende più rimbalzi, così i punti del lungo Borra e una tripla di Marini riportano la squadra ospite a meno 2. Sette punti di Anderson portano Imola a +9, e il tassametro corre, 27 per AK. Ultimo possesso ancora per i biancorossi che con 3 secondi sul cronometro affida la palla a Washington che sbaglia la tripla. 37 a 31 Imola.

Inizia il secondo tempo e subito Allen trova il canestro e la palla rubata, arriva il canestro di Bryan e quello di Moreno con fallo, Roseto in vantaggio di 2 dopo 2 minuti. Pareggia Maggioli con un jumpshot. Una tripla di Allen allunga ma 3 punti di Anderson riportano le squadre in parità a 42 punti. Grande partita, buona difesa ma attacchi migliori, con Roseto che trova l’allungo sul 44 a 48 dopo 5 minuti. Le squadre col passare del tempo continuano la loro buona difesa, ma purtroppo Imola commette un ingenuità e lascia andare Roseto a+7. Per Imola segnano solo Anderson e Maggioli. Ticchi sostituisce anche Anderson ad 1 minuto dalla fine e nessuno segna più. Il terzo quarto termina 48 a 57 in favore degli ospiti. Il terzo periodo termina con un differenziale di -14 per Imola, molto male.

Inizia l’ultimo quarto con la tripla di Preti e cui risponde la schiacciata di Borra, Imola però risponde bene nonostante in campo ci sia la second unit, e accorcia sul 52 a 59 grazie ad un buon Jacopo Preti e alla buona difesa di De Nicoalo su Allen, ma Roseto riesce a ritrovare il canestro anche perché i palloni persi in attacco da dai biancorossi arrivano direttamente in mano agli ospiti che iniziano subito il contropiede primario. Ticchi schiera la zona 2-3 e subito arrivano dei risultati in termini di palloni rubati che portano a canestri facili e si riaccorcia il margine fino a 59 a 65 con il Ruggi che torna in partita. A questo punto arriva una tripla per parte e Anderson subisce fallo mentre tira da 3 punti (42) e il Ruggi scoppia. Arriva la palla rubata e Anderson con la tranquillità che contraddistingue chi ha segnato 42 punti, si arresta da 3 punti e segna. 45. Timeout Roseto. Al rientro arriva una grande tripla di Allen, che è un campione, e di là Prato subisce fallo su tiro da 3 punti, segna solo il secondo e il punteggio è 69 a 71, Prato subisce sfondamento e il possesso è in mano a Imola che perde palla, contropiede Roseto ma arriva un altro fallo in attacco. Possesso dunque per Imola ma Anderson sbaglia la tripla, 69 a 71 quando mancano 90 secondi. Palla persa roseto, contropiede Imola e tripla di Prato, vantaggio per i padroni di casa. Di la segna Marini da 2 punti. 72-73 38 secondi, palla a Roseto, saldamente in mano a Allen, che segna da 3 punti, che campione. Palla a Imola che trova un bellissimo tiro di De Nicolao dall’ angolo con 5 metri di spazio, ma la palla esce. Fallo su Marini, obbligato, che fa 2 su 2 e il punteggio è 72 a 78. Imola deve chiudere almeno a -5 per difendere la differenza canestri. Arriva il canestro di De Nicolao in appoggio per il 74 a 78. Roseto non trova il canestro finale, e Imola porta a casa l’obiettivo minimo, la differenza canestri positiva.

ANDREA COSTA IMOLA BASKET – MEC-ENERGY ROSETO 74-78

TABELLINI:

Imola: Washington, Maggioli 8, Cai NE, Amoni , De Nicolao 4, Prato 8, Anderson 45, Hassan 4, Sabatini 2, Preti 3, Sgorbati NE.

Roseto: Allen 14, Borra 13, Ferraro 11, Papa, Marini 13, Mariani NE, Trevisan NE, Bryan 9, Marulli 7, Moreno 8, Weaver 3.

PAGELLE: IMOLA: Washington: 4, bruttissima partita per il lungo di Imola, 0/11 al tiro, pochi rimbalzi, spesso in panchina, non stava bene. Sgorbati: SV. Maggioli: 6, uno dei pochi a salvarsi a Imola che non abbia il numero 15. Cai: SV Amoni: 4, molto male, peccato che abbia interrotto una buona striscia. De Nicolao: 6, partita onesta quella del playmaker. Prato: 6, in crescendo, ha reso molto di più nel finale. Anderson: 8, MVP, 27 punti nel primo tempo, 45 alla fine. #STEPHCURRYISINTHEBUILDING. Hassan: 6, bene al tiro (nel primo tempo) e in difesa, quello che gli si chiede. Sabatini: 6, poca roba. Preti: 7, ha dato la svolta nel quarto quarto grazie alla sua grinta.

ROSETO: Allen: 8, un campione. Niente da aggiungere. Borra: 6 ha fatto bene quando chiamato in causa. Ferraro: 6, buona partita, specialmente al tiro. Papa: SV. Marini: 7, ottima prova, secondo solo a Allen. Mariani: SV. Trevisan: SV. Bryan: 5, non una grande partita, ha giocato oscurato dai suoi compagni e ha fatto spesso il lavoro sporco. Marulli: 6, molto silenzioso, non si è quasi sentito. Moreno:5, ha rischiato di fare perdere i suoi con un fallo antisportivo e un tecnico entrambi inutili. Weaver:5, assente oggi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy