A2 OF G2 – Roderick e Trasolini mostruosi, Agropoli piega la Fortitudo all’overtime

A2 OF G2 – Roderick e Trasolini mostruosi, Agropoli piega la Fortitudo all’overtime

Sotto anche di 19, questa Agropoli si conferma squadra dei miracoli: 36 di Roderick, 25 di Trasolini, la Fortitudo è sulle gambe in un overtime che può cambiare l’inerzia di una serie apparentemente segnata.

Commenta per primo!

BCC AGROPOLI – FORTITUDO ETERNEDILE BOLOGNA 98-94 dts

(12-27,26-24,25-21,26-17,9-5)

Bcc Agropoli: Romeo 5,Santolamazza 7,Guaccio 3,Bovo ne,Bolpin 2,De Paoli,Trasolini 25,Carenza ne,Spizzichini 9,Stano ne,Di Prampero 11,Roderick Jr. 36 All Antonio Paternoster Assistenti Giuseppe Delia ed Alessandro Marzullo

Eternile Fortitudo Bologna:Daniel 19,Candi 7,Raucci 7,Flowers 17,Italiano 13,Rovatti,Quaglia,Campogrande ne,Montano 12,Sorrentino 3,Carraretto 9,Amoroso 7.All Matteo Boniciolli Ass Stefano Comuzo e Roberto Lopez

Arbitri: Valerio Grigioni di Roma, Andrea Bongiorni di Pisa e Marco Marton di Conegliano(Tv).

La squalifica di Italiano è stata commutata, Daniels e Roderick sono solamente deplorati: tutti in campo al PalaMangano per una sfida più che appassionante. Riuscirà la carrozza fiabesca di Coach Paternoster a firmare un altro miracolo partendo praticamente con le ruote sgonfie(vedi le assenze di Tavernari e Carenza)trasmettendo dalla casa della “matrigna” (Campo neutro di Scafati) provando ad ostacolare la compatta Fortitudo? I quintetti Coach Boniciolli mescola le carte:Bologna parte con Raucci, Italiano, Daniels, Candi e Flowers. I locali rispondono confermando il quintetto di domenica sera con Santolamazza in regia, Spizzichini e Di Prampero affiancati a Trasolini e Roderick.

Dopo una prima fase di studio,la Eternile sembra avere più “birra” ed riscalda i ferri con una bella schiacciata di Daniels dopo tre minuti e mezzo. L’allungo lo firma Candi, lo specialista: l’azzurro Under 20 realizza il centro del 10-4. Il “mega” parziale arriva sul più otto con un tap-in in contropiede di Flowers che contringe la Bcc a chiamare la prima sospensione. Coach Paternoster alza la difesa: è una press a tutto campo fin da subito per provare a rimanere attaccati alla gara. Il vantaggio bianco-blu cresce ancora con la tripla di Italiano(6-15): il Capitano Santolamazza risponde e firma la prima tripla della Bcc. La rimonta? No, assolutamente no. Tre palle perse di Agropoli lanciano in contropiede Daniels per una schiacciata devastante ad una mano. Il giovane Romeo, dopo un avvio shock, insacca la tripla del meno sette. Coach Boniciolli ruota nove uomini e fa rifiatare l’assoluto protagonista della prima frazione, un Daniels “terrificante”. Agropoli è irroconoscibile e ridotta: evanescente e poco concentrata. Il vantaggio di Bologna continua a crescere: più dodici con la tripla di Sorrentino, più quindici con quella di Amoroso al termine di una circolazione di palla modello “Spurs”. Il primo quarto termina 27 a 12: Agropoli sembra già alle corde.

Nel secondo periodo Roderick insacca la tripla del meno dodici. Agropoli parte con tanto entusiasmo: Guaccio, schierato a sorpresa da Coach Paternoster,tira e segna una “bomba” da tre al tabellone (meno nove). Ancora Roderick prova a prendere per mano i suoi(da due per il meno 7) Bologna ha risorse su risorse in uscita dalla panchina e risponde con la tripla di Montano(20-30). Un fallo antisportivo fischiato a Guaccio fa lievitare il vantaggio delle Effe:i due liberi uniti alla tripla ed al canestro di Italiano spediscono Bologna avanti di 17. La gara sembra già finita al quinto: Flowers alza l’alley-hoop modello “Nba Jam” per la conclusione acrobatica d Daniels(20-39). Si sblocca Trasolini ma la tripla di Italiano,ancora lui, firma il più venti. Agropoli tenta una lenta risalita(bella la schiacciata e la reazione in generale di Marc Trasolini):i ragazzi di Coach Paternoster limitano i danni non sbagliano nulla o quasi sul finale di secondo periodo.Si va al riposo sul 38 a 51.

Il terzo periodo inizia ancora nel segno dello showtime: il 40 a 51 lo firma Terrence Roderick da Philadelphia con un movimento alla Dottor J. Agropoli, miracolo su miracolo, riapre anche questa sfida: i voli a canestro in schiacciata diventano innumerevoli. Roderick da un lato e Daniels(la piroietta slam-dunk la rivedremo nella Top Ten) dall’altro si destreggiano con giocate d’alta scuola. La seconda tripla nel periodo di Carraretto allontana la Bcc(50 a 64). Agropoli cerca e trova la rimonta nei minuti finali di quarto: Trasolini in schiacciata riporta i suoi sotto di sette. La Fortitudo allontana gli avversari prima con il centro del più nove, subito dopo con una stoppata da urlo di Daniels. Il periodo, probabilmente tra i più spettacolari dell’intero campionato, termina 63 a 72.

Nel quarto periodo, Coach Paternoster ci prova:ancora meno sette punti da recuperare con grinta e con il solito Roderick(un uomo solo al comando). Il nuovo avvicinamento dei campani si blocca a cospetto della tripla chirurgica di Montano(71-80). Gli ospiti volano nuovamente sul più tredici con il contropiede di un Flowers silenzioso ma molto concreto. Tutto finito? Non ditelo a Di Prampero che, con tanto di fasciatura al cranio, insacca le triple della speranza(79-84) prima 4,25 dal termine ed un minuto dopo. Bologna reagisce, Agropoli pure: Flowers(nota ultra dolente per Coach Boniciolli) commette il suo quinto fallo e la Bbc vola sul meno quattro ad un minuto e 42 dalla fine. Roderick riapre la gara con l’ennesima tripla(85 a 88). A 1.04 dal termine Daniels realizza un libero su due(85-89):Un Di Prampero “on fire” insacca una “bomba atomica” tutta cuore(88-89). A 27 secondi dalla fine, Roderick penetra e subisce fallo:l’americano segna un solo libero, quello del pareggio. Montano sbaglia l’ultima conclusione delle Effe: Agropoli ha tre secondi per vincere la partita. Trasolini non riesce a realizzare l’ultimo tiro e si va all’overtime.

Nel supplementare, Agropoli ha qualcosa in più: una vera e propria battaglia sportiva passa dalle mani del Capitano Riccardo Santolamazza che determina la vittoria della Bcc. Un Paternoster spettacolare continua a cavalcare un sogno alla Claudio Ranieri. La serie è in pareggio e si trasferisce in Emilia Romagna:la favola del Cilento continua a scrivere pagine meravigliose. Bologna si mangia le mani.

Fotogallery a cura di Alfonso Izzo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy