A2 OF G2 – Udine rischia ma bissa il successo ipotecando il passaggio ai quarti

A2 OF G2 – Udine rischia ma bissa il successo ipotecando il passaggio ai quarti

Partita punto a punto che alla fine ha premiato i friulani, capaci di portarsi sul 2-0 nella serie. Sul finale decisivi i canestri di Kyndall Dykes (26 punti e 24 di valutazione), anche se il contributo è arrivato da parte di tutti. Sabato il primo match point per chiudere la pratica Tortona.

di Michela Trotta, @mikytrotta

Una partita che più equilibrata non poteva essere. Dopo la vittoria di Gara1, l’Apu bissa il successo imponendosi in Gara2 per 80-76. Tortona si è giocata tutte le carte possibili, ma nonostante il tentativo di fuga del terzo quarto (42-51), non è riuscita ad incidere a sufficienza per pensare di poter impattare la serie. Nell’ultima frazione, ancora una volta, Kyndall Dykes ha fatto la differenza con due azioni magistrali che hanno spaccato il match. Udine è sul 2-0 e sabato sera può provare a chiudere la pratica Bertram.

APU GSA UDINE 80 – BERTRAM TORTONA 76 (22-24; 38-36; 52-52)

G.S.A. Udine: Kyndall Dykes 26 (8/16, 0/5), Tommaso Raspino 9 (3/5, 1/3), Franko Bushati 9 (1/2, 2/7), Andrea Benevelli 7 (2/3, 1/4), Vittorio Nobile 7 (0/0, 2/3), Francesco Pellegrino 6 (3/6, 0/0), Ousmane Diop 5 (0/1, 0/0), Chris Mortellaro 4 (2/4, 0/0), Mauro Pinton 3 (0/0, 1/3), Troy Caupain 2 (1/4, 0/0), Michele Ferrari 2 (1/2, 0/0), Raphael Chiti 0 (0/0, 0/0).
Tiri liberi: 17 / 26 – Rimbalzi: 41 17 + 24 (Kyndall Dykes, Francesco Pellegrino 8) – Assist: 17 (Franko Bushati 5).

Bertram Tortona: Melvin Johnson 24 (6/9, 3/6), Luca Garri 14 (2/4, 2/6), Mirza Alibegovic 11 (1/5, 3/9), Marco Spanghero 10 (2/4, 2/5), Lorenzo Gergati 8 (1/3, 2/5), Paulius Sorokas 6 (3/4, 0/2), Todor Radonjic 3 (0/0, 1/2), Francesco Quaglia 0 (0/2, 0/0), Alberto Apuzzo 0 (0/0, 0/0), Christian Pilati 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Cremaschi 0 (0/0, 0/0).
Tiri liberi: 7 / 9 – Rimbalzi: 24 5 + 19 (Paulius Sorokas 9) – Assist: 21 (Paulius Sorokas 6).

Raspino allo scadere dei 24” infila un canestro dagli otto metri con l’uomo davanti: l’Apu inizia decisamente con un altro piglio rispetto a lunedì sera. I padroni di casa sfoderano giocate di talento sia con Caupain che Dykes, ma Tortona, dopo aver accusato il colpo, si rialza grazie a quattro “bombe” pulitissime. Il match è in perfetta partita dopo sette minuti di gioco (14-14). A 2’10 è Johnson a regalare il vantaggio a Tortona (18-19); Dykes sbaglia la risposta e Sorokas ne approfitta per insaccare il +3 (18-21). Coach lardo allora chiama time-out e questo serve alla Gsa per rifiatare, rientrare in campo e piazzare un break di 4-0 con due contropiedi (22-21). Peccato che poi Johnson metta a referto un gioco da tre punti (canestro e fallo) per il 22-24 della prima sirena.

Un minuto di errori, da entrambe le parti, poi il canestro di Mortellaro per la nuova parità (24-24). Udine difende come ai vecchi tempi, anche se concede troppi rimbalzi offensivi e nuove occasioni di tiro agli avversari. L’attacco invece non gira come ad inizio gara. A smuovere la situazione ci pensa Andrea Benevelli, a segno con 5 punti di fila. Alibegovic, però, riaccorcia immediatamente (29-27). Sul 33-33 arriva la spinta di Pinton che piedi per terra, oltre l’arco, difficilmente sbaglia. La partita però rimane ancora in equilibrio con Tortona capace di riaccorciare le distanze a un solo possesso di svantaggio. Le formazioni raggiungono gli spogliatoi sul 38-36.

Si apre con un’inchiodata di Pellegrino il secondo tempo del PalaCarnera (40-36), ma come accaduto nel primo quarto, la risposta degli ospiti è immediata e arriva per mano di Gergati (40-39). Alibegovic segna dall’angolo, dando il “la” alla svolta della Bertram: in breve la formazione ospite raggiunge un +6 allarmante per la panchina bianconera che infatti richiede il time-out. Tortona ne esce rafforzata: Garri infila la tripla del 42-51, mentre dall’altra parte gli dei del basket non aiutano Dykes e i suoi “jump shots”. Il “palazzo” allora prova a spingere i padroni di casa e l’Apu risponde bene: Pellegrino, Diop e Dykes firmano il -3 (48-51). E tra una fuga e una contro fuga, la parità rimane il leitmotiv anche della terza frazione (52-52).

Spangaro-Bushati: un botta e risposta dalla lunga distanza con i fiocchi (55-55). Tortona vuole riprovare a scappare sempre con il numero 45 “on fire”, ma Udine è reattiva e colma subito il gap. Anzi, a 5’18 Nobile suona la carica con un canestro da tre punti che fa esplodere il PalaCarnera (62-59). Bushati fa lo stesso, solo che poi Garri realizza un gioco da quattro (tripla e fallo) che rimette in discussione tutto (67-67). La gara si sposta fuori dall’arco. L’Apu però deve fare i conti anche con i falli: Diop e Mortellaro lasciano il campo, al loro posto Benevelli e Pellegrino. Dykes si prende la squadra sulle spalle e mette altri due, pesantissimi, punti (72-67). Tortona però è ancora viva e con Sorokas arriva al 77-74 con 54″ sul cronometro. Benevelli non segna la tripla della vittoria, ma Bushati si prende il fallo offensivo di Johnson (che lascia il campo per la quinta penalità) e rimanda in attacco i suoi. Comincia la lotteria dei liberi che alla fine premia l’Apu. Finisce 80-76 e Udine punta già a Gara3 per chiudere la serie.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy