A2 OF G2 – Una Biella più attenta pareggia i conti con Montegranaro

A2 OF G2 – Una Biella più attenta pareggia i conti con Montegranaro

Biella fatica nel primo tempo ma poi con pazienza con un super Uglietti scappa via e Maspero e compagni non la riprendono più. Percentuali orribili ai tiri liberi per entrambe le squadre.

di Giuseppe Rasolo

Biella si scrolla di dosso la paura (86 – 79) e dopo un primo tempo in cui ha patito Montegranaro soprattutto nei tiri dalla lunga distanza è riuscita a imbrigliare il gioco della quadra di Ceccarelli. Decisivo il terzo quarto quando Biella con Ferguson Tessitori e Uglietti ha ingranato la quarta e complice un calo di Montegranaro ha messo dodici punti di vantaggio. Ora in trasferta però sarà durissima e Biella dovrà vincerne almeno una se vuole riportarla al Forum.

Eurotrend Biella – XL Extralight Montegranaro 86-79 (24-26, 23-23, 28-14, 11-16)

Eurotrend Biella: Amedeo Tessitori 26 (7/9, 1/5), Jazzmarr Ferguson 23 (4/5, 3/9), Lorenzo Uglietti 20 (6/11, 2/2), Giorgio Sgobba 8 (0/1, 2/2), Timothy jermaine Bowers 3 (0/5, 1/4), Carl Wheatle 3 (0/2, 1/1), Luca Pollone 3 (0/0, 1/1), Albano Chiarastella 0 (0/2, 0/2), Luca Rattalino 0 (0/1, 0/0), Matteo Pollone 0 (0/0, 0/0), Andrea Ambrosetti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 31 – Rimbalzi: 36 12 + 24 (Amedeo Tessitori 10) – Assist: 16 (Timothy jermaine Bowers 5)

XL Extralight Montegranaro: Lamarshall Corbett 26 (5/9, 4/7), Lorenzo Maspero 16 (4/4, 2/3), Luca Campogrande 10 (1/1, 2/4), Marshawn Powell 9 (2/4, 1/1), Ousmane Gueye 6 (0/0, 1/5), Kaspar Treier 4 (2/4, 0/1), Valerio Amoroso 4 (1/3, 0/1), Stefan Nikolic 3 (0/1, 1/2), Dario Zucca 1 (0/2, 0/0), Eugenio Rivali 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Altavilla 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 26 – Rimbalzi: 29 6 + 23 (Valerio Amoroso 7) – Assist: 5 (Valerio Amoroso 3)

C’è tensione nella panchina di Biella la partita è di quelle che non si possono sbagliare, il pre-partita è tutta una prova sui tiri dalla lunga distanza vero tallone d’achille della prima gara. Carrea parte con il solito Ferguson, Bowers, Chiarastella, Tessitori e Uglietti, mentre Ceccarelli risponde con Powell, Treier, Corbett, Maspero e Gueye, lasciando Amoroso in panca. Si fa fatica all’inizio con Biella e anche gli ospiti che mancano i primi attacchi. Montegranaro è molto aggressiva sui portatori di palla di Biella. Tessitori si sblocca subito ma Gueye trova la prima di tante triple in questi primi quarti per Montegranaro, infatti subito dopo è Corbett a centrare la retina dai 6,75. In men che si dica Biella va sotto di sei 10 a 4 al terzo minuto. Ci pensa Uglietti a suonare la carica con alcune entrate che riducono il gap. Bowers trova la prima tripla per Biella e si accoda anche Ferguson per il meno uno al settino (14 a 15). Carrea cambia due pedine Chiarastella già al secondo fallo e Tessitori e fa entrare Sgobba e Wheatle. E Giorgio trova subito due volte il canestro importante dalla lunga distanza per il primo vantaggio di Biella subito vanificato dalla tripla a fil di sirena di Campogrande. Si inizia con difese molto alte e falli a ripetizione, la tabellata di Nikolic dice che Montegranaro ha la mano calda da tre, ma con difese così chiuse e arcigne diventa quasi una necessità il tiro dalla lunga e così al club dei tiratori si iscrivono anche Pollone, Corbett e Tessitori. Ceccarelli chiama time out. Al rientro terzo fallo di Powell e poi ancora tiri dalla lunga. Campogrande, Wheatle, e ancora Corbett. Ceccarelli si prende un tecnico ma stasera non è serata al tiro e molti sono quelli sbagliati, la media meno invidiabile a fine serata sarà quella di Tessitori 9 su 16 canestri dalla linea della carità. Quando sembra che la gara stia prendendo bene per Biella l’ingresso di Rattalino spariglia le carte, ma a favore di Montegranaro e così a fil di sirena Maspero piazza il sorpasso.

Ispiratissimo Uglietti a inizio terzo quarto uomo ovunque in grado di essere determinante sia in difesa che in attacco, la sua tripla fa mettere il naso avanti per la prima volta a Biella sul 60 a 58, Carrea ruota bene il suo gruppo soprattutto in attacco, la difesa di Montegranaro è stanca e Tessitori subisce un fallo antisportivo. E’ l’occasione per l’allungo decisivo a cui subito dopo segue un triplone di Ferguson che manda all’ultimo riposo i biellesi sul più dodici. le squadre sono stanche, due partite in 48 ore si fanno sentire i fischi degli arbitri puniscono anche i contatti più lievi. Biella cerca di gestire al meglio i possessi puntando anche sui 24 secondi. Montegranaro a parte Corbett non ne ha più e i tiri che entravano con facilità vengono sputati dal ferro. Finisce 86 a 79 e l’ultimo canestro guarda caso è di Uglietti. Per la cronaca sugli spalti due spettatori d’eccezione Peppe Poeta e Valerio Mazzola.

Fotogallery a cura di: Matteo Cerreia Vioglio

_MG_3902

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy