A2 OF G3 – Verona accelera nel finale, batte Legnano e chiude la serie

A2 OF G3 – Verona accelera nel finale, batte Legnano e chiude la serie

Legnano fa soffrire Verona, lotta fino in fondo, ma non riesce nell’impresa: la serie si chiude sul 3-0 per la Tezenis.

di Jacopo Burati

Tezenis Verona – FCL Contracts Legnano 84-79

Legnano fa soffrire Verona, lotta fino in fondo, ma non riesce nell’impresa di allungare la serie. Gli uomini di Dalmonte chiudono i conti sul 3-0 dopo 40’ sofferti, che rendono merito al cuore dei Knights.

L’inizio della Tezenis è ad alto ritmo: le triple di Poletti e Greene, un fallo antisportivo fischiato a Pullazi, Jones che attacca il ferro: per Legnano Mosley non basta, Verona vola sul 16-6 in poco più di 4’. Dopo il timeout di coach Ferrari, i Knights si rivitalizzano e compilano un 13-2 di parziale che ribalta tutto e li porta a +1 (19-18): protagonisti Raivio e Pullazi, affiancati da Mosley che piazza una schiacciata infernale a coronamento. Il vantaggio per Legnano aumenta a +2 (22-20) dopo 10’, grazie a un canestro e fallo di Zanelli dopo la schiacciata di Totè.

Il tiro dalla media di Mosley regala il +6 (28-22) a Legnano all’inizio del secondo quarto. Amato è ben ingabbiato dalla difesa, ma Greene si rivela un rebus difficilmente risolvibile e sale in doppia cifra (11) rintuzzando il disavanzo (26-28). La rotazione ridottissima (fuori anche Maiocco) non impedisce ai Knights di reggere e trovare risorse insperate (tripla di Berra): Raivio e Mosley rispondono a Udom e confermano il +6 (37-31), vantaggio peraltro dimezzato dal solito Greene per il 37-34 con cui Legnano chiude avanti il primo tempo.

Difesa a zona che sporca le percentuali avversarie e le punture di Raivio, Pullazi e Toscano: Legnano prova a scappare sul +10 (49-39) a inizio terzo periodo. L’unico chiavistello a disposizione di Verona è Greene. Amato sparacchia, Jones è isolato, Poletti stretto nella morsa di Mosley. Il primo squillo che non sia di Greene lo dà Totè, il pubblico prova a entrare in gara, Jones  e Poletti accorciano dalla lunetta: Verona torna a -3 (49-52). Zanelli non trema, sfrutta un paio di difese così così e segna 5 punti di fila per il 57-51 Legnano dopo 30’.

L’ultimo quarto Verona riprende in mano l’inerzia della gara: parziale di 8-1 iniziato da Jones coronato dalla tripla di Ikangi e vantaggio per i padroni di casa (59-58). Pullazi c’è, ma Jones indovina la tripla e Poletti l’appoggio del +4 (64-60). Legnano però non vuole mollare: Zanelli punisce da tre, Raivio segna un libero: 64-64. Un altro tentativo di fuga veronese con i canestri di Udom, Poletti e Jones è ripreso da Zanelli, Raivio, e Mosley. L’accelerata decisiva è di Jones: tripla e canestro e fallo del 78-72 a 45”. Verona fa festa.

Tabellini.

Verona: Amato 4, Greene 26, Jones 22, Udom 13, Poletti 7, Palermo, Ikangi 3, Totè 4, Nwuouocha.

Roseto: Zanelli 17, Tomasini, Raivio 20, Pullazi 15, Mosley 14, Toscano 10, Roveda, Berra 3.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy