A2 Playoff, Ottavi G2 – Imola lanciata sul 2-0, ora Siena si gioca tutto al PalaEstra

La Mens Sana Basket 1871 cede all’Andrea Costa nella seconda partita degli ottavi di finale playoff per 80-71 e fa sua anche la seconda gara della serie. Sabato al PalaEstra il terzo round: Siena per allungare la serie, Imola per chiuderla.

Commenta per primo!

La Mens Sana Basket 1871 cede all’Andrea Costa nella seconda partita degli ottavi di finale playoff per 80-71 e fa sua anche la seconda gara della serie. Sabato al PalaEstra il terzo round: Siena per allungare la serie, Imola per chiuderla.

Di Federico Sgatti

ANDREA COSTA IMOLA BASKET – MENS SANA SIENA 1871 80-71

(14-17; 45-37; 64-52)

ANDREA COSTA IMOLA: Folli ne, Washington 2 , Sgorbati 2, Maggioli 6, Anderson 20, Cai ne, Amoni 11, De Nicolao 7, Prato 10, Preti, Hassan 18, Sabatini 4. All. Ticchi
MENS SANA BASKET 1871: Diliegro 8, Campori ne, Borsato 4, Ranuzzi 11, Marini ne, Bucarelli 4, Udom 11, Roberts 16, Bryant 11, Cucci 6 All. Ramagli

Due giorni dopo la prima partita tra Imola e Siena, è già ora di gara 2: stesse squadre, stessa ora, stesso luogo. Gara 2 è decisiva in una serie da 5 partite, specialmente dopo la vittoria alla prima della squadra di casa, che in caso di sconfitta sarebbe obbligata a vincerne almeno una fuori. E’ questo il caso di Imola, e considerando che a Siena vincere non è per niente semplice, i biancorossi devono assolutamente sfruttare il fattore campo. La prova difensiva dei senesi è stata molto convincente in gara 1, specialmente su Anderson, quindi coach Ramagli la riproporrà sicuramente: vedremo se Ticchi avrà trovato le contromisure per liberare la sua stella. Il tecnico bianco-rosso schiera Sabatini, Anderson, Hassan, Washington e Maggioli. Ramagli risponde con Bryant, Roberts, Ranuzzi, Udom e Diliegro. Arbitrano i signori: Boninsegna, Radaelli e Pierantozzi.

La partita inizia con la palla a 2 vinta da Diliegro, Siena costruisce bene il tiro ma Ranuzzi commettefallo a rimbalzo vanificando. Imola non riesce a trovare il canestro, cosi il punteggio rimane 0 a 0. Il primo canestro arriva all’ azione seguente per ambe le squadre, con Roberts da 3 e Anderson da fuori.Siena trova anche la tripla di Ranuzzi e un canestro di Diliegro nei primi 3 minuti, la Andrea Costa invece un’ altra penetrazione di Anderson e un fade-away di Maggioli. Dopo 4 minuti il punteggio è di 9 a 8, per via di 2 liberi a testa per Udom (1 su 2) e Washington. Poca intensità di Imola in difesa, spesso in 1 vs 1 i biancorossi sono battuti e questo genera tiri facili per Siena, però sui palloni vaganti (le cosidette 50-50 ball) sono i padroni di casa ad arrivare per primi. Le 2 squadre sono vicine nel punteggio quando si entra negli ultimi 2 minuti del primo quarto, 12 a 13 in favore della Mens Sana, segna poi Anderson (8 punti in 8 minuti) e Udom di nuovo 1 su 2 in lunetta per il 14 pari; a sbloccare la situazione di parità ci pensa Karvel Anderson con quello che si rivela l’ultimo tiro del parziale. Il primo quarto termina 17 a 14 in favore dei padroni di casa, un uomo solo al comando: AK15.

Il secondo quarto inizia con un grande post basso di Cucci che trova i 2 punti; Imola non riesce a rispondere perché De Nicolao commette fallo in attacco, ma all’ azione seguente anche Siena perde il pallone e Amoni in due possessi prima si mette in post tira e fuori dal cilindro il dream shake, poi trova la tripla centrale sullo scarico. Timeout Siena sul 22 a 16 con 8′ 15” da giocare. Al rientro dal minuto di sospensione prima Udom segna 2 punti in penetrazione, poi Amoni trova la seconda tripla. A causa di una difesa di Imola mediocre negli ultimi 3/4 possessi, Ticchi decide di chiamare timeout per far rifiatare i suoi. Raggiunta la metà del quarto il punteggio è di 29 a 22, Imola riprende le redini dell’incontro. C’è Borsato dall’altra parte, ma finalmente Hassan segna da 3 punti su uno scarico di Anderson, e con Prato si allunga fino a +10 con 2 tiri liberi. E’ bravo comunque Diliegro a lottare sotto canestro conquistando 4 punti di fila e obbligando Imola al timeout sul 34 a 28 con 2′ 37” da giocare. Dopo il tiemout arriva una tripla di De Nicolao dall’ angolo, evento più unico che raro , ma Siena trova 3 ottimi canestri che la riportano a -5, senonché De Nicolao decide che oggi è il suo giorno e segna ancora,  poi serve Hassan per una tripla. Siena avrebbe l’ultimo, tiro ma Udom subisce fallo e segna entrambi i liberi. Imola si affida a Anderson che sbaglia il floater e le squadre vanno al riposo sul 45 a 37. Meno efficiente la difesa della Mens Sana su Anderson fino ad ora. Per Imola ottima intensità, meno bene la difesa ma Siena non sta punendo.

L’inizio del terzo quarto non eccellente per Imola che sbaglia due tiri, Siena invece trova 2 punti con Ranuzzi mentre Roberts spara un discreto airball, poi però Hassan segna 5 punti in fila, interrotti dall’appoggio dell’ immancabile Diliegro e da una gran tripla di Bryant. Tutto questo avviene in 3 minuti, al termine dei quali il punteggio recita 50 a 44. Poi la partita si sporca, e di solito in questi casi la squadra sopra nel punteggio va in difficoltà, ma non accade con i bianco-rossi, trascinati da Anderson con 5 punti importanti che riallargano il gap tra le 2 squadre, con Ramagli che deve chiamare timeout sul 58 a 47. Il risultato però non è dei migliori, arriva un canestro di Hassan e un antisportivo su Sgorbati che segna entrambi i liberi. 62 a 47 con 1’39 ”da giocare. Reagisce Ranuzzi con una grande linea di fondo subendo anche il fallo, l’ultimo tiro del quarto è per Imola che dopo il timeout gioca un azione di “pistol” con 3 o 4 consegnati fino a che non c’è un cambio favorevole, risultato che si verifica quando la palla è in mano a de Nicolao che battuto l’uomo si arresta e tira ma senza trovare il fondo della retina. Il terzo quarto termina quindi 64 a 52.

L’ultimo periodo inizia con la palla in mano a Siena, che gioca un pick and roll centrale tra Roberts e Ranuzzi ma non arriva il canestro, Imola si affida a capitan Prato che prova un gancio in corsa, ma il risultato è lo stesso. Siena riesce a riavvicinarsi grazie a una grandissima difesa, veramente molto intensa, mentre in attacco si affida a giocate facili come pick and roll tra Roberts e Cucci. Dal canto suo Imola non risponde, così al 33′ il tabellone del PalaRuggi segna 66-62. Dopo altri due liberi di Roberts arriva la tripla di capitan Prato che rianima il popolo biancorosso e riporta i padroni di casa a +5, Siena comunque sta giocando davvero un grande ultimo quarto, ma quando mancano solamente 4 minuti Imola è ancora avanti. Coach Ramagli è obbligato al timeout con 3 e 43 da giocare perché Imola ha allungato, sospinta da un immenso Anderson, sul 72 a 64, al rientro dal timeout la Mens Sana gioca un buon possesso ma sbaglia e Prato non tradisce in penetrazione. Arriva poi un canestro da sotto di Bryant seguito da 2 liberi di Maggioli, per gli ospiti prova Ranuzzi subendo fallo, ma segna solo 1 su 2. Imola consegna palla ad Anderson che non sbaglia in penetrazione e il distacco è di 9 punti quando manca 1’24” con palla e vantaggio in mano, il possesso è gestito da Prato che dopo aver perso il pallone lo ritrova e serve Hassan con due punti facili. Risponde Bryant ma ormai è tardi: la partita termina 80 a 71, e ora tutti a Siena per i primi due match point Andrea Costa.

TABELLINI:

Imola: Folli, Washington 2, Sgorbati 2, Maggioli 6, Cai, Amoni 11, De Nicolao7, Prato 10, Preti, Anderson 20, Hassan 18, Sabatini 4.

Siena: Cacace NE, Diliegro 8, Campori NE, Borsato 4, Ranuzzi 11, Marini NE, Bucarelli 4, Udom 11, Roberts 16, Bryant 11, Cucci 6.

PAGELLE:

Imola: Folli: Sv. Washington: Sv. Purtroppo ha giocato molto poco a causa dell’infortunio subito in gara 1. Sgorbati: 7, anche oggi benissimo il giovane ragazzo di casa. Maggioli: 6, buona partita, certo non come in gara 1. Cai: Sv. Amoni: 7, fondamentale in attacco con diverse triple a bersaglio. De Nicolao: 5, brutta gestione del possesso ma trova una tripla importante che lo salva. Prato: 8, grande trascinatore della squadra come sempre, anche oggi qualcuno merita più di lui togliendogli l’MVP. Preti: Sv. Anderson: 9, MVP. Lascia indietro la brutta prova di gara 1 e si mette subito in partita. Hassan: 7, finalmente i tiri entrano, e la difesa non manca mai. Sabatini: 6, molte palle perse, ma un canestro molto importante con Siena a -4.

Siena: Diliegro: 7, ottimo primo tempo, fondamentale per tenere a contatto i suoi. Campori: Sv. Borsato: 5, brutta partita, ma in crescendo. Ranuzzi: 7, fondamentale per i suoi nel secondo tempo spesso coinvolto. Marini: Sv. Bucarelli: 6, unico +/- positivo della sua squadra. Udom: 6, bene nel primo tempo ma chiude con -17 di +/-. Roberts: 7, bella partita della guardia di Siena che trova il canestro con costanza e coinvolge anch ei suoi compagni molto bene. Bryant: 5, deludente oggi. Cucci: 6, ha spesso salvato i suoi compagni da situazioni difficili con alcuni rimbalzi importanti e con tiri liberi gaudagnati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy