A2 Playoff, Ottavi G4: Gli Sharks non affondano, rimontano Ferentino e vanno a gara 5

A2 Playoff, Ottavi G4: Gli Sharks non affondano, rimontano Ferentino e vanno a gara 5

Gli Squali rosetani hanno ancora fame e battono nuovamente la FMC Ferentino. Finisce 82-78 al PalaMaggetti. Mercoledì alle 20:45 la quinta e decisiva gara sul parquet ciociaro.

MEC ENERGY ROSETO – FMC FERENTINO 82-78
Parziali: 23-19; 39-46; 60-58; 82-78

ROSETO: Allen 19, Borra 12, Ferraro 2, Papa n.e, Marini 9, Izzo n.e, Mariani n.e, Trevisan n.e, Bryan 13, Marulli 3, Moreno 13, Weaver 11. Coach Tony Trullo

FERENTINO: Bulleri 10, Galuppi n.e, Gigli 11, Raspino 14, Beneveli n.e, Datuowei n.e, Imbrò 21, Carnovali 2, Benvenuti 3, Bowers 8, Raymond 9. Coach Luca Ansaloni

ARBITRI: Moretti, Scrima, Ascione

Spettatori: 3000

Usciti per 5 falli: nessuno
Roseto degli Abruzzi.  I padroni di casa rischiano di affondare nel corso della terza frazione ma con un parziale di 16-2 riprendono e sorpassano i ragazzi di Ansaloni, che sono usciti poi battuti anche al termine della gara.

Parte forte Roseto, che si porta subito avanti 6-0. Primi due punti ospiti firmati da Gigli. La bomba di Raspino rimette in parità la gara, 8-8 al 5’. Alla tripla di Weaver replica Raymond. Allen da tre dona il 16-11 agli Sharks ma poco più tardi cinque punti consecutivi di Raspino regalano il primo vantaggio alla FMC, sul 19-20. La Mec-Energy ribatte con Weaver e con la tripla di Borra che chiude la frazione iniziale sul 23-19.

Mini-show di Bulleri in apertura di secondo quarto, con cinque punti consecutivi e Ferentino torna avanti. A Borra risponde Gigli. Vanno a bersaglio anche Bowers e Benvenuti, time-out Roseto sul 25-30 al 13’. Alla ripresa del gioco, il numero 20 ciociaro realizza il libero supplementare, col quintetto di Ansaloni che passa a condurre di sei lunghezze, che restano tali anche al 15’ (27-33). Imbrò piazza il missile del +9 e la panchina biancazzurra ferma nuovamente il gioco per un minuto. Ancora il top scorer di Gara 2 a centrare il bersaglio con un nuovo siluro per il 28-39. Gigli schiaccia in tap-in sull’errore di Raspino ma Roseto va a canestro con Bryan ed Allen (che emula quanto fatto poco prima dall’ex lungo della Nazionale), così Ansaloni chiama time-out sul 37-43 ad 1’45”dall’intervallo. Fino al rientro negli spogliatoi le due squadre segneranno solo dalla lunetta, in due occasioni i padroni di casa ed in tre gli ospiti. 39-46 al 20’. Moreno con 9 e Borra con 8 i migliori realizzatori per la Mec-Energy, Raspino con 11 e Bulleri con 10 per la FMC.

Serve un minuto e mezzo per vedere il primo canestro. Lo realizza Gigli. Imbrò da tre regala il +12 ai ciociari in due occasioni con altrettante triple. 44-56 al 25’ e Trullo chiama time-out. Dopo circa un minuto di impasse, arrivano due lampi ravvicinati di Marulli ed Allen, Roseto torna a -6 ed il palazzetto si accende a livelli mai raggiunti dall’inizio del match. Raymond fa 2/2 dalla lunetta ma Allen trova un’altra bomba, 53-58. Sale in cattedra Bryan, che segna due volte, stoppa Raymond e subisce un fallo antisportivo, segnando in un tentativo dalla linea della carità. Roseto riesce così a pareggiare e poi a sorpassare Ferentino con Marini a 3”dalla fine del terzo periodo, che si chiude sul 60-58, con un parziale di 16-2 in favore della Mec-Energy.

Vanno a canestro Carnovali, Weaver ed Imbrò. Weaver schiaccia, 64-62 al 32’. Imbrò firma il sorpasso da 3 ma gli Sharks non ci stanno. Weaver inventa per Bryan, Roseto di nuovo avanti. Marini firma il +3 ma Bowers impatta con una bomba. Bryan è scatenato e segna subendo il quarto fallo di Gigli. Allen trova il missile del +5 ma Raspino ribatte prontamente. 73-71 al 35’. Fase della partita intensa, con grande lotta a rimbalzo su entrambi i fronti. Un super Bryan lascia spazio a Borra, che si fa trovare prontissimo realizzando quattro punti. Time-out sul 77-71 a 3’30”dalla fine. Gigli firma il -4 ma il suo compagno Raymond continua a litigare col canestro, come già gli accade da qualche minuto.

Nuovo minuto di interruzione ad 1’46”dal termine, i biancazzurri conducono 77-73 con possesso ciociaro. Gigli sbaglia dalla media, Marini nel momento più importante pesca dal cilindro la sua giocata migliore dei play-off, la bomba dall’alto coefficiente di difficoltà dell’80-73. Imbrò accorcia sul -5 e Roseto trema per qualche attimo, quando Allen commette fallo in attacco a 40 secondi dalla fine. I ragazzi di Trullo però recuperano palla ed in contropiede colpiscono con Moreno. A poco serve la bomba di Bowers che fissa il punteggio sul definitivo 82-78.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy