A2 playoff, Ottavi G4 – Martin è un marziano e Agrigento vola ai quarti

è Agrigento a vincere la serie grazie ad una rimonta incredibile in una fantastica gara 4, Martin straripante.

Commenta per primo!

Sono passate le “fatidiche” 40 ore, come definito da Ciani in conferenza stampa post gara 3, è tempo di passare alle emozioni che ci regala gara 4, il primo match point per la squadra agrigentina ma la partita da dentro o fuori per Mantova. In gara 3 hanno prevalso le difese, complici di un punteggio estremamente basso, adesso è il momento della rivalsa dei talenti cristallini delle squadre che hanno deluso nelle prime 3 gare, Saccaggi e Ferguson su tutti.

QUINTETTI:

AGRIGENTO: PIAZZA, MARTIN, EVANGELISTI, DE LAURENTIIS, EATHERTON

MANTOVA: GERGATI, AMICI, DI BELLA, NDOJA, UDANOH

PRIMO QUARTO:

Sembra di vedere l’esatto contrario dell’inizio di gara 3, Mantova assoluta padrona del campo dopo i primi 5 minuti limitando Agrigento in fase offensiva (solo 2 punti segnati). Impossibile non segnalare lo strapotere di Ndoja, 3 triple messe a segno. Agrigento fa fatica a trovare la via del canestro, si sblocca finalmente Evangelisti con due grandissime triple ma Mantova continua ad essere perfetta in attacco. Agrigento rientra portandosi a -4 alzando l’intensità difensiva e facendo arrivare al ferro Eatherton, primo quarto chiuso sul 14-20.

SECONDO QUARTO:

Questo inizio è decisamente più equlibrato, Ndoja continua ad essere devastante dalla lunga distanza. Piazza esce dalla partita lasciando il posto a Mascolo a causa dei suoi due falli, entra bene il giovane ex Torino che trova la strada giusta per l’appoggio, Mantova mantiene il distacco di 5 punti. Martin e Moraschini sugli scudi. A 3 minuti dalla fine del tempo Evangelisti trova un buon assist per Mortellaro che segna i suoi primi punti in maglia agrigentina. Nel finale Mantova riesce ad allungare difendendo alla grande e trovando la tripla di Moraschini, 32-40.

TERZO QUARTO:

Mantova parte bene allungando sul +10 ancora con un super Ndoja, ma entra in scena la potenza di Martin che spazza via qualunque cosa segnando in qualunque modo. Agrigento rosicchia punti con difesa forte ed attenzione a rimbalzo, sfruttando il bonus raggiunto prematuramente e la precisione dalla lunetta di Eatherton e Piazza, in particolare quest’ultimo porta i suoi a -3 al termine del terzo quarto, attenzione a questi ultimi minuti di gioco.

QUARTO QUARTO:

Si segna da entrambe le parti fino alla tripla pazzesca di Moraschini alla quale risponde la liberazione di Andrea Saccaggi che segna da 3. Incredibile parziale agrigentino che accorcia ancora a -1 con Saccaggi prima di passare in vantaggio grazie ad una schiacciata devastante di Martin. Ultimi 3 minuti di fuoco al Palamoncada, Udanoh combina due disastri che permettono ad Agrigento di mantenere saldo il vantaggio di 3 punti. Mantova continua a non segnare e Martin, a 25 secondi dalla fine inchioda la schiacciata della gara con un fallo, partita indescrivibile dell’americano, Agrigento comincia ad essere mandata in lunetta dagli ospiti, non sbaglia e vola ai quarti di finale!

FORTITUDO AGRIGENTO- DINAMICA GENERALE MANTOVA 67-63

AGRIGENTO: PIAZZA 4, MARTIN 24, EVANGELISTI 10, DE LAURENTIIS 4, EATHERTON 14, MORTELLARO 3, SACCAGGI 6, MASCOLO 2, VAI, MORCIANO, VISENTIN.

MANTOVA:FERGUSON 10, NDOJA 15, ALVITI, FUMAGALLI, MORASCHINI 6, DI BELLA, GANDINI 4, AMICI 1, GERGATI 7, UDANOH 17.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy