A2 Playoff, Ottavi G4 – Trapani rischia poi la spunta, Brescia KO all’overtime

A2 Playoff, Ottavi G4 – Trapani rischia poi la spunta, Brescia KO all’overtime

Chessa è spietato al tiro. Bushati e Moss coordinano la rimonta ma al supplementare i sorrisi sono granata.

Commenta per primo!

Il motivo di gara quattro: Trapani dovrà confermarsi super in attacco ma soprattutto in difesa per portare la serie in Lombardia. Una Brescia troppo brutta per essere vera, quella vita in gara tre, è attesa al riscatto in terra isolana per chiudere i conti. I quintetti Trapani conferma il quintetto di gara due: Mays è l’uomo fantasia, Viglianisi dopo la ottima gara precedente viene confermato nello starting five con Ganeto in ala piccola, Okoye da ala forte affiancato a Renzi come centro. Anche Coach Diana conferma i cinque di gara tre con Passera play, Alibegovic,Hollis e Moss ad alternarsi nei tre spot di guardia ed ala con Alessandro Cittadini da pivot.

Primo quarto: La Lighthouse parte a marce altissime: Renzi, Viglianisi ed Okoye firmano i primi mini allunghi (6-2). Brescia inizia a “carburare” con due triple di Bushati: Okoye spicca il volo con una grandissima schiacciata ad una mano. Un coast to coast di Ganeto firma il 19 a 14. Nell’ultimo giro di lancette, Brescia pareggia i conti e vola in vantaggio con due super triple di Alibegovic chiudendo con un bel parziale di 8 a 0.(19-22). Secondo periodo Dopo un centro, al limite dell’autocanestro a favore di Brescia(più cinque), Trapani pone fine al break della Leonessa con una tripla di Chessa(attenzione alla sua serata modello Reggie Miller). Il pareggio passa delle mani di Filloy che con una “bomba” da posizione centrale infiamma il PalaConad.(25-25). Il sorpasso passa ancora dalle mani di Chessa: il parziale di nove a zero del Brescia, viene immediatamente emulato dai granata che rispondono con grinta e con un medesimo punteggio a favore; Chessa è realmente “on fire”. L’atleta sardo è in striscia e realizza una tripla dopo l’altra con tecnica e rilascio da urlo e precisione da cecchino(34-27). Brescia si riavvicina con estrema concretezza: Chessa ha il tempo per “sparare” un altra tripla(quattro su sei nel quarto). Trapani ha la forza di chiudere sul più sei all’intervallo lungo(45 a 39).

Terzo periodo: Mays firma il 47 a 39, Renzi, subito dopo, si gioca un post-basso da manuale che porta i locali al massimo vantaggio(più dieci). Il duello tra pivot con Alessandro Cittadini ed Andrea Renzi è da sogno e probabilmente d’altra categoria:il primo prova a tenere a galla la Leonessa con stoppate e schiacciate; il secondo,invece, ci mette cuore e tecnica sopraffina. Trapani riesce a difendere il vantaggio in doppia cifra per larga parte del periodo. Il quarto si conclude con una bella recuperata di Viglianisi che alza un alley-hoop per la sonora schiacciata di Okoye(67-57). Quarto periodo Volete sapere chi inizia a segnare nell’ultimo periodo? Ancora Massimo Chessa,ancora da tre punti(70-57). Trapani sembra meritare e sigilla il vantaggio con Filloy, ancora da tre(75-58): Brescia sembra alle corde. Tutto finito? Assolutamente no. Coach Diana, con pazienza fa risorgere gli ospiti:Brescia è “sorniona” e con un 10-0 di parziale(in mezzo c’è un fallo tecnico sanzionato ad Okoye) riporta gli ospiti sul meno sette a cinque dalla fine. Renzi interrompe il lunghissimo digiuno del quintetto di Coach Ducarello(77-68). Brescia non molla:una tripla di Passera riporta gli ospiti sul meno cinque. Un incredibile errore di Chessa riapre la gara:Bushati, fischiatissimo dal pubblico schiaccia ad una mano il canestro del meno tre ad un minuto dalla fine. Trapani si scioglie e trema:Moss firma un canestro più fallo che scrive un clamoroso pareggio nella sfida(83-83). I locali ritornano in vantaggio con due liberi di Renzi:Moss pareggia da campione in penetrazione. I siciliani si giocano l’ultimo possesso:Chessa tira da tre ma non segna, Brescia ha una doppia opportunità per firmare la beffa ma non concretizza. La pratica viene rimandata all’overtime.

Overtime: Trapani non riesce più a segnare, Brescia si affida a Moss ed a Bushati(88 a 90 a due minuti dalla fine). I granata si sbloccano con Okoye per il pari:Renzi dalla lunetta rispedisce in vantaggio la Lighthouse(92-90). Una grandissima difesa di Kenneth Viglianisi su Moss(la chiave anche di gara tre) provoca l’infrazione di passi del pluriscudettato atleta americano. Il lay-up di Renzi firma il più quattro a trentanove secondi dalla fine. Coach Diana chiama Time Out: il canestro del meno due arriva rapidissimo e porta la firma di Cittadini. Un sigillo fondamentale arriva da un’interferenza sul tiro sbagliato di Chessa tra le proteste del team ospite. Tutto finito? ancora no. Passera segna un canestro più fallo incredibile in una manciata di secondi(96-95) ad otto secondi dalla fine. Renzi fa uno su due ai liberi ma Brescia sbaglia il tiro della vittoria con David Moss. Una vera e propria battaglia sportiva che dimostra l’imprevedibilità di questo sport: Brescia sembrava out per larga parte della sfida con Trapani in grande spolvero. Il finale registra la riscossa dei lombardi che rilanciano le proprie quotazioni in vista dell’ultima e decisiva gara della serie: se Trapani continuerà a segnare con questa costanza anche in trasferta potrà firmare l’impresa.

Lighthouse Conad Trapani-Centrale del Latte Amica Natura Brescia 97-95 (19-22,26-19,22-16,18-28)

Trapani: Mays 17,Renzi 25,Okoye 18,Ganeto 5,Viglianisi 4,Tommasini 3,G loria ne,Chessa 19,Molteni ne,Filloy 6.All Ducarello Ass Jemoli

Brescia:Passera 8,Cittadini 20,Alibegovic 14,Moss 18,Hollis 8,Ferna ndez 2,Bruttini 3,Bolis ne,Speronello ne,Totè ne,Bushati 22. All Diana Ass. Giannoni e Cotelli

Arbitri: Alessandro Nicolini di Santa Flavia(Pa),Alessandro Perciavalle di Torino e Alfio Daniele Foti di Vittuone(Mi).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy