A2 Playoff, QF G1 – Imola amministra poi rischia, Siena non passa al PalaRuggi

A2 Playoff, QF G1 – Imola amministra poi rischia, Siena non passa al PalaRuggi

Imola 80 Siena 76

Commenta per primo!

Di Federico Sgatti

Vince Imola al termine di una gara combattuta. Siena esce a testa altissima da gara 1, mettendo spesso in difficoltà la formazione di casa. L’ Andrea Costa trova in Maggioli il suo mvp: per il lungo una prova di sostanza, con 21 punti e 4 rimbalzi. In doppia cifra anche Washington (15) e Prato (14).  A Siena non bastano i 22 di uno straordinario Roberts.

ANDREA COSTA IMOLA BASKET – MENS SANA SIENA 1871 80-76

La corsa inizia oggi, lunedì 2 maggio, per Imola e Siena in un PalaRuggi gremito e con la preparazione delle grande occasioni. Tutti i giocatori sono a disposizione. Coach Ticchi schiera: Sabatini, Anderson, Hassan, Washington e Maggioli. Coach Ramagli risponde con Bryant, Roberts, Marini, Udom e Diliegro. Arbitrano i signori: Nicolini, Caruso, Capotorto.

Inizia la partita con la palla a 2 vinta da Diliegro, che prende il primo tiro e lo sbaglia, uguale fa Maggioli dalla lunetta. Il primo canestro è per Siena, Ranuzzi tira e segna in fadeaway. Il primo punto per Imola arriva con un libero di Washington dopo 3 minuti, ma Siena allunga a 4 subito dopo. Imola sta dando moltissimo in difesa, buttandosi su qualsiasi palla vagante e sta pagando con poca lucidità in attacco, Siena sta quindi faticando a segnare ma sta anche attuando un raddoppio su ogni blocco alto per Anderson. La partita è assolutamente piacevole, l’intensità è altissima e i tifosi rendono il tutto un grande spettacolo. In campo però Siena è partita più forte arrivando in vantaggio 6 a 12 quando mancano 2 e 27 nel cronometro del primo quarto, ma subito Sabatini trova la tripla e riaccorcia le distanze. Siena riallunga con un gioco da 3 punti di Cucci ma Prato si carica l’attacco sulle spalle e guadagna 2 ottimi liberi di cui però segna solo il primo. L’ultimo possesso del quarto sarebbe per Siena che però perde palla, così Imola ha un tiro con 4 secondi che affida a De Nicolao, il quale non riesce a trovare il fondo della retina. Il secondo quarto inizia con un fallo in attacco di Amoni, Siena non riesce a segnare ma Prato si, penetrazione vincente seguita da una bella giocata su pick and roll centrale di Roberts che chiude in semigancio dal centro. Dopo 3 minuti la partita è ancora ferma sul 12 a 18 e Ticchi decide di pensarci su. Al rientro arriva il primo errore in difesa di Siena che passa dietro su un blocco per Hassan, il quale punisce da 3 punti. Gran canestro di Bryant da 3 punti in isolamento, bravo lui e 15 a 23 Siena con 4 e 33 sul cronometro. Seguono 2 grandi giocate di Washington e Maggioli, il primo va a prendersi linea di fondo e ferro, il secondo segna un long 2 allo scadere (il suo tiro direi). 19 a 23 in favore dei senesi.

Nell’ attacco seguente Siena non riesce a trovare il canestro da sotto, il contropiede Imola si muove bene e riesce a pescare Washington da 3 punti che segna. Timeout Mens Sana. Al rientro Washington intercetta un passaggio vola in contropiede e schiaccia, Siena in attacco si muove bene su un pick and roll centrale ma Hassan capisce tutto e subisce lo sfondamento, sul cambio di fronte arrivano prima 2 liberi di Hassan e poi la terza inchiodata bimane di Washington che costringe al secondo timeout in 2 minuti coach Ramagli. 12 a 0 di parziale in 2 minuti e 55 di gioco. Arriva la reazione di Siena con una tripla di Borsato, dovuta più che altro al fatto che il suo marcatore (Anderson) era rimasto indietro dopo aver sbagliato la schiacciata che avrebbe messo un ipoteca morale sul primo tempo. Nell’ attacco seguente Anderson subisce fallo mentre tira da 3 punti e segna tutti i liberi a sua disposizione. 30 a 26 Imola che schiera il pressing sull’ ultima azione e costringe Udom all’infrazione di passi. Ultimo tiro quindi a disposizione di Imola con Ticchi che vuole disegnare il tiro con 9 secondi a disposizione e chiama timeout. Lo schema disegnato è un isolamento per Anderson che tenta il lob per Washington che però non trova il tap-in giusto. 30 a 26 in favore di Imola.

Inizia il secondo tempo con Roberts che trova subito i 2 punti, risponde Maggioli e allunga Sabatini. Per Siena segna Ranuzzi, poi Udom da 3 punti ma risponde ancora Maggioli da 2,  il lungo biancorosso commette fallo sul tiro di Diliegro che sbaglia il primo e segna il secondo. Ancora canestro di Roberts da 2 in penetrazione ma Maggioli con la tripla mantiene le distanze. Arrivano poi la quarta schiacciata di Washington e 2 liberi di Udom e il quarto pesantissimo fallo (che per noi poteva rimenere nel fischietto tranquillamente) di Washington. Segna Bryant da 2 punti dalla lunetta quando mancano 3 minuti ma ancora Maggioli da 3 punti Maggioli fa esplodere il palazzo, contropiede di Siena con Bryant che sbaglia la tripla e Michele Maggioli si regala un altro giro da 3 punti che obbliga Siena a timeout perché il 48 a 39 è un passivo da non trascurare. Al rientro dal timeout Maggioli va a stoppare Diliegro che stava tirando da sotto e i tifosi continuano a cantare. Arriva poi una ottima azione di Imola che pesca in angolo sullo scarico Prato il quale trova i 3 punti. Per Siena la risposta arriva come di consueto dalla linea della carità con 4 liberi di Udom. Segna per Imola Sgorbati da 3 punti e il palazzetto è di nuovo tutto in piedi per il timeout di Siena. Al rientro dal timeout mancano 40 secondi, Siena trova i 2 punti da sotto, Imola affida la palla a Prato che prima la perde, poi la recupera e sbaglia il tiro, il rimbalzo lo prende Udom che da 3 punti non trova il fondo della retina.

Inizia l’ultimo quarto con Amoni che subisce fallo durante l’azione di tiro e segna entrambi i liberi. Grandissima difesa di Imola che quando segna l secondo libero fa partire un pressing tremendo, e nonostante Siena lo superi poi non riesce ad attaccare grazie a close-out veramente eccellenti. Arriva però un errore pesante di Anderson che commette fallo su un tiro da 3 punti di Bryant che finisce in fondo alla retina. Ci pensa però Amoni con una tripla a riaccendere il pubblico, salvo poi commettere il suo quinto fallo lasciando segnare Bryant. In attacco Imola si affida al suo capitano che pesca il quinto fallo di Bryant (!) e segna 2 liberi. 64 a 54 quando rimangono 6 e 08 da giocare. Il punteggio cambia subito a causa di un errore della difesa biancorossa che lascia schiacciare Udom. Arriva poi la tripla di Udom e un appoggio dopo aver rubato il pallone di Robetrs che riportano Siena a -5 sul 68 a 63 però Washington riesce a subire fallo e andare in lunetta dove segna entrambi i liberi per il +7. E’ però Roberts (17) a guidare i suoi ora che Bryant è fuori e lo fa segnando a ripetizione ma Maggioli non ci sta e segna ancora (19 fino ad ora). Rimangono 3 minuti e ancora Maggioli trova i 2 punti ma Udom segna da 3 punti riportando le squadre a 5 punti di distanza. 75 a 70 quando mancano 2 e 24, in favore della Andre Costa che ha la palla in mano. Anderson penetra e scarica ma Prato sbaglia il tiro, Ranuzzi non se lo fa ripetere 2 volte e trova i 3 punti, sul fronte opposto Anderson segna in penetrazione un canestro pesante. Il finale è ricco di emozioni: Roberts dall’arco trova il meno due, ma Anderson replica prontamente per il più quattro, che ridà ossigeno alla squadra di casa. Sabatini in lunetta ha i liberi per mandare i titoli di coda ma il suo 1/2 seguito da una clamorosa bomba del solito Roberts, tiene la contesa in equilibrio, sul 78-76. Siena è così obbligata a spendere fallo, con Udom che lo commette ai danni di Prato: il numero dodici non sbaglia e mette la parola fine all’incontro sull’80-76.

IMOLA SIENA 80 76

Imola: Folli NE, Washington 15, Sgorbati 6, Maggioli 21, Cai NE, Amoni 5, De Nicolao, Prato 14, Preti NE, Anderson 5, Hassan 7, Sabatini 7.

Siena: Diliegro 2, Campori NE, Borsato 5, Ranuzzi 6, Marini NE, Bucarelli, Udom 20, Roberts 20, Bryant 14, Cucci 9.

PAGELLE IMOLA

Folli: Sv.
Washington: 7, un leone finchè in campo, ha dato tutto e si candida in 2 o 3 giocate della top 10.
Sgorbati: 7 grande partita del giovane prodotto made in Imola che segna 2 bombe importantissime per l’esito finale. Maggioli: 10, MVP, niente da aggiungere per questo eterno campione.
Cai: Sv.
Amoni: 6, una grande tripla e tanta buona difesa.
De Nicolao: 5, brutta gestione in attacco ma per fortuna in difesa fa bene.
Prato: 8, grande trascinatore, non prende di più solo perché altri hanno fatto meglio.
Preti: Sv.
Anderson: 5, brutta partita condizionato da una grande marcatura.
Hassan:5, scelte spesso sbagliate con anche pochi punti a referto.
Sabatini: 6, buona partita del giovane playmaker.

PAGELLE SIENA

Diliegro: 7, ottimo primo tempo, soprattutto a rimbalzo offensivo e come letture di gioco.
Campori: Sv.
Borsato: 6, poche giocate, da segnalare la tripla che ha chiuso il parziale di Imola e una grandissima difesa su Anderson.
Ranuzzi: 5, brutta partita condizionata anche dai falli.
Marini: Sv. Bucarelli: Sv.
Udom: 7, ha trascinato spesso I suoi fuori dalle crisi con dei liberi conquistati e segnati.
Roberts: 7, devastante nel secondo quanto spento nel primo. Prende in mano la squadra nel secondo tempo.
Bryant: 7, dominante finché in campo, esce presto per falli.
Cucci: 5, non ha inciso sulla partita nonostante i 9 punti messi a referto.

Fotogallery a cura di Valerio Lelli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy