A2 Playoff, QF G1 – Trieste spaventa, ma Tortona ha nervi saldi e difende il fattore campo

A2 Playoff, QF G1 – Trieste spaventa, ma Tortona ha nervi saldi e difende il fattore campo

Tortona sfrutta il nervosismo di Trieste e si aggiudica l’esordio nei playoff. Dalmasson partito favorito cede lo scettro a Cavina, bravo a gestire con estrema tranquillità un match che gli ospiti hanno avuto in pugno per alcuni minuti, facendoselo scivolare sulla pressione subita in attacco.

Commenta per primo!

ORSI TORTONA – ALMA AGENZIA PER IL LAVORO TRIESTE 75-70

DERTHONA: Spissu 11, Gay, Markus, Reati 3, Bianchi 2, Marks 23, Simoncelli 2, Garri 18, Maghet, Antonietti, Iannilli, Brooks 16. Coach Cavina.

TRIESTE: Parks 21, Bossi 15, Nelson 4, Coronica, Pecile 0, Baldasso 8, Landi 7, Prandin 6, Pipitone 6, Canavesi 3. Coach Dalmasson.

L’euforia ha due colori, il bianco e il nero. Tortona sfrutta il nervosismo di Trieste e si aggiudica l’esordio nei playoff battendo un altro record. Dalmasson partito favorito cede lo scettro a Cavina, bravo a gestire con estrema tranquillità un match che gli ospiti hanno avuto in pugno per alcuni minuti, facendoselo scivolare sulla pressione subita in attacco. Per l’Orsi il 75-70 è un premio di tecnica e costanza, pur con qualche rischio di troppo.

Niente Garri nel quintetto titolare. Alla contesa Iannilli va a prendere posto fra i lunghi, Brooks torna titolare mentre Reati si riprende dall’influenza. Sono secondi di stallo quelli iniziali, poi Tortona scalda i motori sugli esterni. Fra un passaggio schiacciato e un’arpionata di Brooks, Pipitone infila Iannilli a rimbalzo e opera il primo sorpasso 5-4, mentre i due ferri consecutivi innescano la rabbia di Spissu che su blocco, fa girare palla a ridosso della uomo di Dalmasson, cercando l’uno contro uno o l’appoggio sui vertici. Un gioco che paga con un parziale di 12-3, nonostante Dalmasson metta su Brooks due giocatori a copertura del canestro. In difesa l’Orsi resiste con l’unico lungo posizionato sotto canestro a fare da filtro sul pressing forsennato dal perimetro. La bomba di Reati del 17-7 costringe gli ospiti a chiamare time out: entra Baldasso, entrano di là Garri e Simoncelli con doppio play per resistere in velocità. Parks non molla, da tre ci provano tutti e l’Alma resta in scia nonostante commetta 3 falli in un amen sulle progressioni bianconere. Complici quattro punti mancati dai padroni di casa, il 23-18 apre un secondo quarto lottato sulle palle perse, i passaggi veloci e la corsa forsennata. I canestri latitano sul 24-20, Canavesi sbaglia in appoggio, Garri allunga, concede il canestro riparatore (terza palla persa per lui) pur con la scelta di Dalmasson di non correre a rimbalzo in attacco se non necessario. Chiusi gli spazi, i roster si annullano giocandosi le rimesse su anticipi e schiacciate. Bianchi entra e fa assist, i piccoli di Cavina vanno a rimbalzo e sulle ripartenze Trieste si conferma sensibile con 8 falli in un quarto d’ora, complice una zona debole sul lato di Pecile. Secondo time out ospite visto lo svantaggio perpetuo di 9. Sulla ribattuta Tortona ha la meglio, Pipitone segna senza sterzare e Marks prende possesso del campo difendendo in linea. Sono però troppe le palle perse, quindi Cavina corre ai ripari per gli ultimi 22 secondi (39-31) chiamando due time out consecutivi. Spissu fa passare 10 secondi sul palleggio, Reati da tre serve Garri a rimbalzo. Altro fallo e 2/2 dalla lunetta (+10).

Nella ripresa il Derthona subisce 7-0 di break. Sulla bomba sfumata di Reati, Iannilli viene sostituito sulla scia di due doppie facili sbagliate a specchio libero. L’esperienza di Garri torna utile per segnare dopo 4 minuti di totale smarrimento. Il timeout sul più tre serve a Cavina per contrastare il possesso di una Trieste tornata grintosa ed efficace soprattutto in difesa e nell’uno contro uno, grazie anche alla fretta tortonese di dover segnare. L’asse lunghi-guardie paga Cavina delle scelte, Tortona ritrova sette punti di margine con Garri monumentale negli ultimi due minuti. Landi e Parks contengono con cinque punti in due azioni, ma Trieste deve fare non molla ed è sotto 58-55. Canavesi mette la bomba del sorpasso in un ultimo quarto difficilissimo con canestro avverso per l’Orsi. Bossi realizza il più quatrro e Cavina interrompe il gioco per dare una scossa fra mille errori inspiegabili. E’ un timeout che riporta l’inerzia verso i piemontesi: Spissu segna da sotto, Marks dall’arco e in un amen Tortona rimette il naso avanti sul 67-66. Gli ultimi due minuti sono concitati, la formazione di Cavina allunga in lunetta, toccando il più sei (74-68) che di fatto segna la fine della contesa. Finisce 75-70.

Fotogallery a cura di Marco Picozzi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy