A2 QF G2 – Buona anche la seconda per la De’ Longhi, Ferrara K.O.

A2 QF G2 – Buona anche la seconda per la De’ Longhi, Ferrara K.O.

un super John Brown guida la De’ Longhi al 2-0, a Ferrara non basta capitan Cortese per rubare il fattore campo.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – BONDI FERRARA 97-85 (29-21, 54-39, 75-64)

DE’ LONGHI TREVISO: Brown 26 (11/13 da 2), Sabatini 2 (1/2, 0/1), Bruttini 4 (2/5 da due), Swann 12 (0/1, 4/7), Musso 11 (3/4, 1/5), Antonutti 13 (3/3, 1/2), Imbrò 8 (1/1, 2/5), Fantinelli 3 (1/2, 0/2), Negri 4 (2/4, 0/1), Lombardi 14 (7/11 da 2), ne: De Zardo, Rota.

BONDI FERRARA: Rush 21 (4/6, 4/6), Hall 16 (4/8, 2/7), Fantoni 2 (1/3 da 2), Molinaro 5 (1/1, 1/1), Cortese 25 (5/9, 4/11), Panni 3 (0/1, 1/2), Moreno 13 (5/7, 1/1), ne: Carella, Donadoni, Drigo.

NOTE: pq 29-21, sq 54-39, tq 75-64. Tiri liberi: Treviso 11/13, Ferrara 6/15. Rimbalzi: Treviso 35 (Lombardi 4+3), Ferrara 28 (Rush 3+6). Assist: Treviso 22 (Imbrò 6), Ferrara 22 (Hall 7).

Archiviati i venti punti di domenica, De’ Longhi e Kleb sono pronte a tornare sul parquet del Palaverde per il secondo atto della serie. L’obiettivo di Treviso è quello di poter andare a Ferrara con due match point a disposizione, mentre gli estensi, come detto da coach Bonacina nel post gara 1, puntano ad una maggiore intensità e costanza sui quaranta minuti per lottare fino al fischio finale e provare ad espugnare il palazzetto trevigiano. La partita, partenza esclusa, ricorda molto gara 1 con le alte percentuali, soprattutto di Treviso, e le innumerevoli perse di Ferrara. La De’ Longhi parte con una difesa molto intensa e costringe subito il Kleb a dover inseguire, ben presto il vantaggio trevigiano si fa in doppia cifra grazie anche ad un primo quarto da 13/13 condito da molte schiacciate di Lombardi e Brown. Gli estensi non danno mai l’impressione di poter rimontare e a cavallo del terzo e quarto periodo Antonutti e compagni dilagano. Si conclude con la vittoria della De’ Longhi per 97-85 che vale il 2-0 e venerdì a Ferrara si giocherà il primo match point.

PRIMO PERIODO: i quintetti iniziali sono gli stessi di gara 1, per Treviso Sabatini, Negri, Musso, Antonutti e Brown, per Ferrara Moreno, Cortese, Rush, Hall e Fantoni. Partita per certi aspetta diversa da quella di domenica, si parte con percentuali più basse, la difesa trevigiana inizia fin da subito ad alto ritmo e la costante con lo scorso match sono le perse di Ferrara, a metà frazione la De’ Longhi si porta a +8 con un parziale di 8-3 che costringe Bonacina ad interrompere il match prima che l’inerzia si sposti troppo in casa trevigiana (15-7, 5:00). Al rientro in campo gli estensi sembrano aver quantomeno preso le misure e trovano con più costanza la via del canestro, ma in difesa le maglie sono ancora un tantino lasse (19-15, 2:40). Gli ultimi due minuti vedono Fantinelli fare il debutto nella serie, ci sono botta e risposta a velocità siderali con attacchi di dieci secondi e ribaltamenti immediati, il primo quarto si chiude con il buzzer di Imbrò dalla punta dell’arco per il 29-21 casalingo.

SECONDO PERIODO: la seconda frazione si apre con un parziale di 4-10 per Ferrara che riporta così a -2, riaprendo tutti i giochi, ammesso che fossero mai stati chiusi (33-31, 7:30). Nei tre minuti successivi la De’ Longhi piazza un controparziale di 7-0 sulle ali di un gioco corale e delle seconde opportunità concesse a rimbalzo offensivo dal Kleb, cosicché lo staff estense non ha altra soluzione se non quella di chiamare un time out (40-31, 4:40). La seconda metà di periodo è quasi un monologo veneto, Ferrara attacca all’arma bianca con il risultato soltanto di aumentare il conto delle palle perse e non riesce a contrastare una De’ Longhi con delle percentuali da playstation. Il primo tempo si chiude con Treviso a +15 sul 54-39.

TERZO PERIODO: il Kleb prova a fare la voce grossa in apertura di secondo tempo, sapendo di doversi giocare tutto per accorciare il gap, la De’ Longhi però incassa bene il colpo e si porta anche a +17 (65-48, 6:30). Nei successivi sei minuti i ragazzi di Pillastrini amministrano al meglio il vantaggio restando sempre intorno ai 15 punti di margine. A trenta secondi dalla fine però, complice un infortunio che costringe Brown in panchina, Ferrara riesce ad accorciare fino al -11, sprecando l’ultimo tiro con un’incomprensione tra Moreno ed Hall che indispettisce non poco quest’ultimo. Il punteggio all’alba degli ultimi dieci minuti dice 75-64 Treviso.

QUARTO PERIODO: l’ultima frazione si apre con la tripla di Swann a voler subito mettere le cose in chiaro e ricordare ai suoi di chiudere quanto prima i giochi (78-64). Da qui in poi la strada si fa ulteriormente in discesa per la squadra della marca, al giro di boa del quarto è nuovamente +18 sul 90-72. Ferrara si affida alle prodezze del proprio capitano, Cortese non ci sta a soccombere anche in gara 2 e d’orgoglio segna canestri più utili sul piano morale che del tabellino.

MVP BASKETINSIDE: John Brown 26 punti, 11/13 da 2, 4 rimbalzi, 3 assist, 35 di valutazione.

Fotogallery a cura di Thomas Barea.

John Brown III

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy