A2 QF G2 Gara 2 dura un tempo: Junior, che spettacolo!

A2 QF G2 Gara 2 dura un tempo: Junior, che spettacolo!

Dopo lo spauracchio del primo incontro, i piemontesi vincono facile gara-2

di Nicolò Foto

CASALE MONFERRATO- Anche gara 2 è di Casale che, con una difesa perfetta ed un terzo quarto pauroso, strapazza Udine ed ora ha davanti il primo match point per andare in semifinale. Grazie ad un Severini in autentica giornata di grazia (saranno 23 alla fine), un Blizzard perennemente decisivo e ad un Sanders finalmente tornato sui suoi livelli abituali, Ramondino approfitta a pieno del fattore campo e rifila un pesantissimo 81-61 ai friulani. Per la Apu si salva solo Dykes ma, dopo la combattuta gara 1 di lunedì scorso, era lecito aspettarsi ben altro dai ragazzi di Lardo. Sabato prossimo, al “PalaCarnera” sarà già decisiva: basteranno ai casalesi altri quaranta minuti per archiviare la serie?

La cronaca:

Si riprende da dove si era finito, ovvero dal massimo equilibrio: si parte con Dykes, sempre ottimo in penetrazione, si risponde con Sanders, solito noto, risvegliato da torpore in cui aveva vissuto nelle ultime settimane. Subito una bomba ed altri punti pesanti in momenti chiave. Udine, come sempre, approfitta del “buco” lasciato dall’assenza momentanea di Marcius per punire con Pellegrino. Anche Tomassini mancava da un po’, così torna in cattedra con 5 punti in successione: è 8-6. Sempre Pellegrino, poi la bomba di Raspino: a metà quarto la Apu è avanti 10-11. Severini rileva Cattapan, per avere più peso sotto canestro, ma Caupin è letale dall’arco. L’impressione è che il punto a punto si potrà protrarre a lungo (impressione poi smentita), Caupin penetra bene, Dykes ancora meglio, ma Martinoni imbuca gli appoggi a canestro che sono una sicurezza e Severini  dimostra tutta la sua concretezza anche coi tiri da fuori: 19-19 con un minuto da giocare. A spezzare l’equilibrio, ecco il solito Dykes che piazza il tiro in sospensione che vale il 19-21 friulano a fil di sirena. Al ritorno in campo, dopo centoventi secondi di nulla, Casale mette subito la freccia e affronta la manovra di sorpasso: prima Blizzard si alza in volo davanti a Mortellaro con la bomba del +1, poi Marcius consolida il vantaggio appoggiando a canestro. E’ 24-21 rossoblù. Ma le retine continuano a muoversi e la Junior prosegue macinando gioco e concedendo poco: prima Severini, poi Sanders è imperfetto in lunetta. Per i bianconeri segnano Caupin e Bushati: a cinque dall’intervallo lungo è 27-25. Una volta di più, allora, Caupin dimostra di essere giocatore vero, ma la Novipiù è in palla e resta avanti: Sanders inventa una palla ad uscire per Severini che piazza la bomba in buca. Pellegrino e Mortellaro provano ad accorciare, ma Tomassini, con meno di un minuto dall’intervallo lungo, fa 36-32. Risultato che non si sbloccherà più fino alla sirena. E’ targata Severini la prima tripla del secondo tempo, con il giocatore di Loreto pescato bene nell’angolo destro da un Blizzard in versione “slalomista”: subito+5 juniorino. Dykes prova a contenere l’arrembaggio casalese, ma con scarso successo, perché sempre Severini piazzerà il punto personale numero 15, prima di recuperare una palla preziosissima, poi servita a Tomassini che, da posizione centrale, piazza ancora la bomba. Così Udine accusa il colpo, ancor di più il numero 00 bianconero che si fa fischiare un tecnico che vale il +10 piemontese: è 44-34. Ma definire Severini “on fire”, contro la GSA, è decisamente riduttivo: sei punti dall’arco piazzati in rapida successione, 21 personali e Casale che abbozza la fuga per il +15 a metà terzo quarto. Punti che valgono come oro e che fanno esplodere il “PalaFerraris” tinto di rosso. Ma Udine non segna più, al contrario la Junior viaggia come un Frecciarossa sulla sua tratta migliore. Le bombe continuano a piovere in successione e, quando i tiri non vengono scoccati dalla distanza, ecco i giochi da 3 firmati Sanders: 56-39. Alla fine del quarto sarà 62-40, con una Junior mostruosa ed una Apu a tratti irriconoscibile: il parziale sarà 26-8 per i rossoblù. L’ultima frazione non basta ai ragazzi di Lardo per accorciare. Casale si limita ad amministrare e a piazzare bombe importanti soprattutto a tenere alte le medie. Blizzard è sontuoso, con lui Sanders. Alla fine, gara 2, ha avuto soltanto un tempo: il secondo lo ha giocato solo la Junior che chiude con un pesantissimo 81-61.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO 81
GSA UDINE 61
(19-21, 36-32, 62-40, 81-61).

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Ielmini NE, Denegri 3, Tomassini 15, Valentini, Blizzard 11, Martinoni 6, Severini 21, Cattapan, Bellan, Sanders 18, Lazzeri NE, Marcius 5. All.: Marco Ramondino.

GSA UDINE: Dykes 20, Mortellaro 9, Raspino 3, Nobile, Caupain 10, Pinton 5, Ferrari 2, Pellegrino 7, Benevelli 2, Bushati 3. All.: Lino Lardo.

Arbitri: Enrico Boscolo, Gabriele Gagno, Michele Centonza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy