A2 QF G2 – La Fortitudo non fa sconti a Verona: semifinali a un passo

A2 QF G2 – La Fortitudo non fa sconti a Verona: semifinali a un passo

I biancoblu, sotto la guida di Rosselli, hanno sconfitto 77-68 gli scaligeri portandosi sul 2-0 nella serie

di Matteo Airoldi, @MatteoAiroldi88

Condotta da un Guido Rosselli impeccabile (15 punti, 6 rimbalzi e 5 assist) la Fortitudo Consultinvest non fa sconti alla Tezenis Verona e si impone 77-68 (un punto in meno rispetto a gara 1) portandosi sul 2-0. Sabato all’AGSM Forum i biancoblu avranno quindi la prima opportunità per chiudere i conti. Dopo aver provato ad allungare già nel secondo quarto, i biancoblu si sono trovati impantanati nei continui cambi di difesa degli scaligeri che hanno retto fino alla metà del terzo quarto facendosi trascinare da Amato (18 punti) e pur avendo tirato con un disastroso 7/25 da tre (2/10 all’intervallo lungo). A cavallo tra le ultime due frazioni però, grazie alla grinta di Pini sotto i tabelloni (10 punti e 4 rimbalzi), i biancoblu hanno piazzato un parziale mortifero di 17-3 che li ha definitivamente proiettati verso la vittoria, arrivata anche grazie ai canestri finali di Fultz (17) che ha fatto lievitare fino al +17 il vantaggio di Bologna che ancora una volta ha fatto grandi cose in difesa.

La Fortitudo non perde e prova subito a mordere sulle caviglie degli avversari con una difesa che concede poco o nulla e lancia il contropiede finalizzato al meglio dagli scatenati Cinciarini e Rosselli (7-2). La Tezenis prova in un primo momento a tamponare la situazione con la difesa a zona e i guizzi di Jones e Amato che firmano un 9-3 di parziale che vale il sorpasso, ma l’Aquila riprende subito quota grazie a Rosselli e alla tripla di Okereafor (16-11). Gli scaligeri barcollano ma riescono a restare aggrappati al match con una difesa che si alterna tra zona e uomo e si rivela efficace almeno fino a quando Nazzareno Italiano non la buca con due triple in un amen, lanciando il primo tentativo di fuga dei bolognesi che chiudono il primo quarto a +6 (25-19) dopo aver toccato anche il +8. Le emozioni che riservano i primi tre giri di lancette del secondo quarto sono ben poche, tant’è che le due caselle punti non si schiodano per tutto questo tempo. I primi a sbloccarsi sono i gialloblu che in meno di un minuto confezionano un 6-0 chiuso da Amato che vale il pareggio a quota 25. Per veder stappato il canestro veronese bisogna invece aspettare il jumper di Amici che riporta avanti la Consultinvest. Questa volta però i biancoblu, anche con la complicità di alcune fischiate quantomeno dubbie, non riescono a staccare gli avversari e rimangono invischiati in un testa a testa che continua fino alla seconda sirena che manda negli spogliatoi i biancoblu a +1 (36-35).

Rosselli e Amato incendiano subito l’atmosfera in un inizio di secondo tempo in cui Verona sembra crederci e si porta persino avanti con il gioco da tre punti di Jones (43-41). Mancinelli però riporta subito avanti la Consultinvest che per restare avanti continua a speculare sulle pessime percentuali al tiro da fuori di Verona (3/17 iniziale) ma poi rischia di sprecare un +3 con un tecnico fischiato a Pozzecco. Ci pensa l’ex Pini a mettere tutti i fortitudini d’accordo appoggiando a canestro il +4 interno che infonde fiducia ai biancoblu che con il passare dei minuti ritrovano il feeling con il canestro e, grazie ad un 12-1 propiziato dalla grinta di Pini e chiuso da Rosselli raggiunge il nuovo massimo vantaggio sul +10 (56-46) a fine terzo quarto. Il break fortitudino in avvio di ultimo quarto si allarga fino al 17-3 e porta al +13 (61-48). Lo scambio di cortesie dalla lunga tra Poletti e Fultz non altera sistanzialmente il divario tra le due squadre e permette alla Effe di entrare, anche grazie all’ausilio di Amici, di entrare negli ultimi 4’ di gioco sul +14 (70-56). I canestri finali di Rosselli e Fultz servono infatti soltanto a far partire i titoli di coda sul match.

Fortitudo Consultinvest 77 – 68 Tezenis Verona

Consultinvest Bologna: Guido Rosselli 15 (6/8, 0/0), Stefano Mancinelli 10 (2/10, 2/5), Robert Fultz 10 (2/2, 2/3), Giovanni Pini 10 (4/7, 0/0), Daniele Cinciarini 8 (2/7, 1/2), Alessandro Amici 8 (4/5, 0/5), Nazzareno Italiano 6 (0/1, 2/3), Matteo Chillo 4 (2/4, 0/0), Teddy Okereafor 3 (0/2, 1/2), Luca Gandini 3 (1/4, 0/0), Marco Murabito 0 (0/0, 0/0), Marco Montanari 0 (0/0, 0/0).

 Tezenis Verona: Andrea Amato 18 (2/4, 3/8), Mitchell Poletti 16 (5/7, 2/3), Jamal Jones 10 (5/10, 0/3), Mattia Udom 9 (4/9, 0/4), Phillip Greene IV 7 (2/6, 0/3), Francesco Oboe 3 (0/0, 1/1), Omar Dieng 3 (0/0, 1/1), Curtis Nwohuocha 2 (1/1, 0/0), Matteo Palermo 0 (0/1, 0/2), Iris Ikangi 0 (0/0, 0/0), Leonardo Totè 0 (0/0, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0).

 

Fotogallery a cura di Massimo Casa

Rosselli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy