A2 QF G4 – Ferentino ferma Treviso, agguanta la parità e conquista gara 5

Dopo due quarti molto tirati la FMC Ferentino regola la De Longhi nella ripresa e impatta la serie sul 2/2 con il risultato finale di 69-54. Tanto ha aiutato la pessima prestazione da lontano degli ospiti (1/21), anche se i padroni di casa non hanno brillato anch’essi nel tiro da fuori (4/23). Adesso la serie si sposterà di nuovo a Treviso dove andrà in onda la decisiva gara 5 che dichiarerà la sfidante della Fortitudo nella prossima serie.

Palla a due agli ospiti che subito sprecano due ottime opportunità dalla lunga distanza, ma Ferentino non si sblocca nel suo primo possesso. E’ Ancellotti ad aprire le danze con una schiacciata in contropiede, subito replicata da un gran canestro in isolamento di Raymond. Dopo i primi due minuti in cui le due squadre si sono studiate, il gioco è iniziato a scorrere. Treviso però sembra più pronta e Ferentino sente moltissimo l’assenza di Gigli e scappa sul 10-6. Con lo stupore generale, Gigli fa il suo ingresso in campo e pareggia subito la gara con un jumper dai 5 metri. A un minuto dalla fine Ferentino trova il primo vantaggio della gara con un canestro di Benevelli. Treviso non riesce a segnare per circa un minuto e mezzo e Ferentino ne approfitta per allungare sul 18-14 con cui si chiude il primo quarto. L’ingresso di Gigli ha decisamente giovato al morale dei gigliati, che da li hanno cambiato marcia, spinti dal proprio leader.

Nei primi due minuti del quarto la FMC si blocca in attacco e treviso ne approfitta per tornare in parità, poi però è il solito Raymond che, con un tiro forzatissimo da tre punti, da un possesso pieno di vantaggio ai suoi. Nonostante il vantaggio, coach Ansaloni chiama un timeout per sistemare la fase offensiva. lo schema disegnato in uscita porta ad un canestro di Carnovali da tre punti, ma Treviso trova subito il modo per accorciare, tornando ad un punto di distanza. La partita prosegue per tutto il quarto su un equilibrio sostanziale, in cui nessuna delle due compagini riesce a piazzare il primo break. La squadra che prova per prima ad imprimere il proprio marchio alla gara è Ferentino, che negli ultimi minuti del quarto piazza un parziale di 6-0 e scappa fino al +7, massimo vantaggio della gara. Alla fine del secondo quarto il punteggio recita 38-31 FMC. Molto bene fino ad ora Bowers, autore di 14 punti e Gigli, che in soli 8 minuti ha messo a segno 6 punti con 3 rimbalzi, ed ha portato in campo quella leadership che mancava ai suoi per entrare bene in gara. Per Treviso molto bene Ancellotti, che con i suoi 7 punti e 7 rimbalzi ha garantito una buona presenza in area, sfruttando molto bene la maggiore statura dei suoi marcatori quando Gigli era in panchina.

La terza frazione si apre molto bene difensivamente per la FMC che con tre ottime difese ferma l’irruenza trevigiana, mentre dall’altra parte Raymond firma i primi 4 punti del quarto per i padroni di casa. Treviso però, grazie ad alcune forzature, si riporta sul -7, pareggiando lo score nel quarto. Dopo una fase abbastanza brutta di gioco, è Gigli a trovare un canestro da dentro l’area, costringendo coach Pillastrini a chiamare timeout per sistemare sia la fase offensiva, che quella difensiva. In uscita dal timeout, Ferentino compie una delle difese più belle della partita e punisce dall’altra parte con Raspino dalla lunga distanza. Dopo un fallo in attacco Bulleri prende un tecnico per proteste e va ad un un’unghia dall’espulsione, ma Ferentino non si scompone e continua a fare il suo gioco. Negri con un bel canestro riporta i suoi a 11 punti di distanza. Treviso però spreca l’opportunità di tornare subito sotto la doppia cifra di svantaggio con un ingenuo fallo in attacco. Qualche azione dopo però è Negri a riportare i suoi sotto la doppia cifra con un canestro fotocopia a quello precedente, ma è Raspino a chiudere il quarto con un 2/2 che permette ai gigliati di chiudere il quarto in vantaggio per 55-44, massimo divario della gara.

Treviso inizia col piede giusto il quarto quarto, prima con una bella difesa, poi con un una tripla di capitan Fabi e un 2/2 di Negri dalla lunetta, ma Ferentino risponde immediatamente con Bowers e con Imbrò. Con un 1/2 dalla linea della carità Raymond riporta la FMC sul +9. Treviso in questa  prima fase del quarto si sta affidando a molti isolamenti in post basso, con risultati poco soddisfacenti, mentre dall’altra parte Ferentino, pur creando poco, attacca con pazienza e scappa sul +11 con un canestro di Benvenuti. Coach Pillastrini, viste le difficoltà dei suoi, si rifugia in un timeout, che non porta vantaggi di alcun modo, visto che Ferentino non paga dazio nello schema disegnato da Pillastrini, mentre dall’altra parte la zona 3-2 salta e Raspino segna la tripla del +14. A due minuti dalla fine Treviso prova la pressione a tutto campo che ha fatto malissimo alla FMC in gara 3, ma, nonostante qualche palla sporcata, gli effetti non sono stati gli stessi. L’ultimo minuto scorre veloce con i due allenatori che svuotano le panchine per lasciare spazio ai più giovani. Il risultato finale è di 69-54 per i padroni di casa, che sono riusciti a scappare nel terzo quarto nonostante i vari tentativi di Treviso di rientrare in gara. Non poteva non esserci conclusione migliore di una gara 5 in una serie in cui le due compagini hanno regalato una pallacanestro spettacolare in entrambe le metà campo ( vedi Treviso in difesa in gara 2, Ferentino in gara 4 e la meravigliosa gara 3 chiusasi a fil di sirena con quel capolavoro di Fabi).

TABELLINI:

FMC FERENTINO: Bulleri 2, Galuppi, Gigli 8, Raspino 10, Benevelli 4, Datowei, Imbrò 8, Carnovali 3, Benvenuti 2, Bowers 20, Raymond 12

DE LONGHI TREVISO: Abbott 4, Moretti 5, De Zardo, Malbasa 2, Fabi 9, Busetto, Gatto DNP, Fantinelli 2, Powell 10, Rinaldi, Negri 13, Ancellotti 9

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy