A2 QF G4 – Scafati espugna Imola all’overtime, semifinale per la Givova

A2 QF G4 – Scafati espugna Imola all’overtime, semifinale per la Givova

Vincere o andare a casa: questo era il problema dell’Andrea Costa Imola, che però paga dazio con onore, lasciando il passo a una Givova Scafati che smaltisce alla grande lo stop di Gara3, trova in Simmons e Mayo i suoi alfieri, guadagnandosi la semifinale contro la vincente tra Brescia e Tortona, costrette alla bella. Onore comunque ai bianco-rossi, che con la politica dei piccoli passi stanno tornando ai livelli di un tempo: il risanamento societario sta dando i suoi frutti, il tempo è galantuomo.

Commenta per primo!

Di Federico Sgatti

Vincere o andare a casa: questo era il problema dell’Andrea Costa Imola, che però paga dazio con onore, lasciando il passo a una Givova Scafati  che smaltisce alla grande lo stop di Gara3, trova in Simmons e Mayo i suoi alfieri, guadagnandosi la semifinale contro la vincente tra Brescia e Tortona, costrette alla bella. Onore comunque ai bianco-rossi, che con la politica dei piccoli passi stanno tornando ai livelli di un tempo: il risanamento societario sta dando i suoi frutti, il tempo è galantuomo.

ANDREA COSTA IMOLA BASKET – GIVOVA SCAFATI 83-87 d1ts

Imola: Folli NE,Washington 11, Sgorbati 1, Maggioli 12, Cai NE, Amoni 10, De Nicolao 12, Prato 9, Preti, Anderson 14, Hassan 5,Sabatini 9.

Scafati: Portannese 13, Crow 13, Spizzichini 4, Rezzano 2, Melillo NE, Baldassarre 3, Ammannato 3, Mayo 27, Simmons 2, Loschi.

Coach Ticchi schiera nel suo quintetto: Sabatini, Anderson, Hassan, Washington, Maggioli. Risponde coach Perdichizzi risponde con: Mayo, Spizzichini, Crow, Baldassarre, Simmons. Arbitrano i signori Masi, Beneduce e Terranova.

Inizia la partita in un pienissimo e caldissimo PalaRuggi, Scafati rompe il ghiaccio con Simmons in post basso, Imola però risponde con Hassan, Sabatini e Maggioli. Ancora il pivot campano a segno, 6-7 al 3′. Imola pressa subito alta e cambia per non rimanere in inferiorità numerica. I frutti del pressing biancorosso arrivano specialmente per Sabatini: il giovane playmaker è caldissimo e difende a tutto campo, dall’altra parte Perdichizzi ha deciso di inserire in partita fin dall’inizio Mayo che ha già tirato 3 volte per 4 punti totali. In realtà entrambe le squadre stanno giocando bene, con tutti i giocatori davvero molto concentrati, e su un canestro di Crow in semigancio Ticchi chiede il timeout. 10 a 16 dopo 7 minuti di gioco. Al rientro dal timeout brutto attacco e brutta difesa a zona che non comunica e si perde un uomo, arriva sull’altro fronte la tripla di Amoni alla quale risponde Portannese per riallungare le distanze sul+9 ospite. Arrivano in chiusura di quarto due punti di De Nicolao e un’altra tripla di Amoni. Il primo quarto termina quindi 18 a 22 in favore di Scafati.

Secondo quarto freddo in avvio, poi arriva la tripla di Prato, il capitano dopo Amoni va ancora a segno, il Ruggi esplode per il primo time-out Givova.Al rientro grande isolamento di Mayo che dopo due esitation trova l’appoggio, risponde però De Nicolao e Imola mantiene il vantaggio sul 27 a 24 con 6’15” da giocare. Il possesso seguente è ancora isolamento di Mayo che questa volta serve Rezzano, il quale tutto solo appoggia; per Imola risponde ancora De Nicolao in fade away. Grande difesa di Imola, Scafati invece si affida a Simmons che è una forza della natura, infatti prima segna 3 punti dal centro, poi schiaccia a 2 mani l’azione seguente (12 punti fino ad ora). Grazie ad una tripla di Crow Scafati ritrova il vantaggio sul 36 a 35, poi Mayo allunga con una bella tripla sul 39 a 35 gialloblu. Timeout immediato di Ticchi.Al rientro Anderson si guadagna subito due liberi, la Givova resta avanti con una bella penetrazione di Portannese, AK14 prova a ribattere ma la sua tripla è corta. 37-41 all’intervallo, il quintetto di Imola ha sofferto molto, con i primi 5 aventi tutti +/- negativo, ma se la partita è ancora apera Ticchi lo deve alla sua second unit: Sgorbati, Amoni, De Nicolao, Prato, i punti dalla panchina infatti recitano 22 a 9 in favore dei biancorossi.

Il terzo quarto inizia con palla in mano a Scafati, e subito tripla di Mayo, Imola si sblocca con una tripla centrale di Washington, ma Simmons con una schiacciata allunga a +8. Arriva poi il terzo fallo di Mayo, Ticchi chiede ai suoi fist-up che sarebbe quella serie di consegnati che abbiamo visto spesso nelle ultime partite, in modo da attaccare il cambio di Mayo. Arriva comunque il canestro e il punteggio ora recita 46 a 48. Timeout ospite. Mayo non rientra, Imola trova con Washington la schiacciata del pareggio, per Scafati risponde Portannese con un palleggio arresto e tiro dal gomito. In questa fase è stato proprio il numero 0 a gestire molti possessi per caricare di falli Anderson che al terzo deve uscire, quando mancano 3 minuti all’ultima pausa. In attacco Hassan sbaglia il tiro da 9 metri ma Amoni prende il rimbalzo e nel secondo rimanente subisce fallo per 2 tiri liberi, Scafati però risponde di pari moneta con Spizzichini, dopo l’ennesimo canestro di Simmons Ticchi non ci sta e va di time-out. Al rientro bella giocata in post basso di Washington che trova uno scarico sulla linea di fondo, fallo e canestro per De Nicolao e terzo fallo di Spizzichini. Il possesso finale della partita è in mano alla squadra campana che si affida al suo numero 7 che in penetrazione sbaglia. Il terzo quarto termina 57 pari.

L’ultimo quarto inizia con palla in mano a Scafati ma Ammannato che commette infrazione di passi, Imola forza con Prato, dall’altra parte Mayo va di cotone, e dopo un brutto spavento in caduta rientra prendendo il posto di di Spizzichini, rientra Mayo al suo posto. I punti ora iniziano a scarseggiare, come le risorse fisiche dei giocatori, quindi la forbice tra le 2 squadre non si allarga troppo. Con 7’11” da giocare il punteggio è 59 a 61, ma arriva un and-one di Simmons e un contropiede di Mayo. Timeout Andrea Costa sul 59 a 66. Maggioli prova a suonare la carica bianco-rossa con un canestro e subendo sfondamento in difesa, il lungo di casa è on-fire guidando i suoi con altri due liberi, 63-66 a 5’53”. Scafati non ci sta e trova i 2 punti con Mayo a cui risponde Anderson; ma Mayo è un campione e trova l’ennesima tripla della patita, anche se a 5′ dalla fine Simmons commette il suo quarto fallo e deve uscire: arriva solo un 1/2 dalla lunetta. Ultimi minuti con Anderson e Sabatini a bersaglio, Hassan più brillante, Simmons però sul 71-71 pesca il fallo e riesce a segnare, ma sbaglia il libero (22 per lui fino ad ora). Buon attacco Imola, tripla da liberissimo di Washington: fuori, contropiede Scafati: errore, rimbalzo Washington, palleggio di Sabatini che consegna ad Anderson, la guardia si alza e segna da 3 punti, +1 Andrea Costa. Possesso Scafati: palla a Mayo che dopo 4 o 5 secondi di attesa per studiare la difesa finge di penetrare, torna indietro e segna la tripla. 74 a 76 con 15 e 8 sul cronometro. Tiemout Ticchi. Attacco disegnato per Anderson: si butta dentro ma scarica circondato da maglie gialle, riceve Washington che dopo aver tergiversato per 6 secondi si butta dentro e trova i 2 punti dell’overtime a fil di sirena. Overtime.

Primo possesso del supplementare è per Washington che sbaglia, Scafati impiega 3 possessi per trovare il canestro con Ammannato e Imola sbaglia ancora. La Givova torna da Ammannato che si guadagna 2 tiri liberi ma segna solo il primo. 76 a 79 con 3’23” da giocare. L’Andrea Costa finalmente riesce a trovare Anderson ma la sua tripla non trova il bersaglio, Scafati però butta il pallone, e a Imola serve andare a segno: così si affida a Maggioli, altri due per lui. Portannese cerca una tripla difficile e la sbaglia, Sabatini prende il rimbalzo e vola in contropiede per altri due punti, ma la Givova trova un incredibile canestro di Nicholas Crow da 3 punti, che non si vedeva da almeno 20 minuti. 80 a 82 con 1’40” sul cronometro, Ticchi chiama il suo possesso per Sabatini che pesca il fallo e i 2 liberi, ma dalla lunetta è 1/2. Mayo prende il pallone per l’attacco ma un enorme Sabatini tiene benissimo in difesa, poi entrambe le squadre vanno a segno con Maggioli e Crow. Siamo agli sgoccioli: possesso in post di Washington che butta il pallone in tribuna e Imola deve compiere fallo con 6 secondi rimanenti su Mayo, il playmaker gialloblu però sbaglia un libero e Ticchi ci prova chiamando timeout. 83 a 87 Scafati. Il coach imolese disegna la tripla di Anderson che sbaglia, rimbalzo di Portannese ed è game set and match: Scafati chiude la serie 3 a 1. La partita termina 83 a 87.

PAGELLE

Imola
Washington: 7, il canestro per andare in overtime vale il 7.
Sgorbati: 6, più minuti del solito, risponde bene trovando anche dei punti.
Maggioli: 7, brutto primo tempo, ma nel secondo è venuta fuori la sua esperienza.
Cai: Sv.
Amoni: 7, conferma la buona prova della volta precedente e fa anche meglio.
De Nicolao: 7, bella prova a tutto campo del giovane playmaker biancorosso.
Prato: 6, il capitano lavora come sempre senza farsi sentire.
Preti: Sv.
Anderson: 7,peccato che oggi qualche tiro sia uscito perché aveva giocato bene.
Hassan: 4, nonostante qualche buona difesa nel finale era completamente fuori partita questa sera.
Sabatini: 7, meglio il primo tempo del secondo, però ha giocato bene.

Scafati
Portannese: 6, non riesce a replicare la super prova di 2 sabato.
Crow: 7,assente, ma alla fine ha trovato 2 canestri da paura.
Spizzichini: 5, poca roba.
Rezzano: 6, anche se ha sbagliato molti tiri, la sua squadra con lui in campo è a +8 di differenziale.
Melillo: SV.
Baldassarre: Sv.
Ammannato: 6, nell’overtime si è caricato i suoi sulle spalle.
Mayo: 9, MVP, che campione signori, tutti in piedi ad applaudirlo.
Simmons: 8, grandissimo giocatore, grande atletismo, un gradino sotto però al suo playmaker.
Loschi: Sv.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy