A2 SF F8 – La De’ Longhi Treviso sconfigge Bergamo con uno strepitoso Logan e vola in finale

A2 SF F8 – La De’ Longhi Treviso sconfigge Bergamo con uno strepitoso Logan e vola in finale

DeLonghi Treviso 82-79 Bergamo

di Riccardo Corvatta

Alle ore 20:45 al PalaSavelli di Porto San Giorgio va in scena la seconda semifinale della A2 LNP Cup Final Eight tra la DeLonghi Treviso e la Azimut Bergamo.

La formazione veneta scende in campo con il quintetto Imbró, Burnet, Lombardi, Tessitori e Logan mentre gli orobici rispondono con Roderick, Taylor, Fattori, Sergio e Benvenuti. Primo possesso per la DeLonghi che prova ad approfittarne con Matteo Imbrò senza però riuscirci ma qualche azione più tardi arriva il primo canestro della partita targato Eric Lombardi. Rimette subito la testa avanti Bergamo, reduce dall’ottima vittoria nei quarti di finale contro Montegranaro con Roderick e Fattori. I trevisani provano a rispondere al fuoco della Azimut ma Roderick accompagnato da Sergio non mollano e trascinano la propria squadra al vantaggio. A tre minuti dal termine del primo parziale Matteo Chillo corre in contropiede, segna subendo il fallo, realizza il tiro libero aggiuntivo e porta il punteggio in parità sul 12 pari. La prima frazione di gioco termina 14-15 in favore della Azimut Bergamo.

Nel secondo quarto Treviso inizia ad ingranare la marcia giusta e in men che non si dica si porta avanti di 5 lunghezze con i canestri del giovane e promettente Davide Alviti e di David Logan. Dopo un primo momento in cui Bergamo sembrava aver del tutto perso le staffe Roderick e Taylor risvegliano emotivamente la formazione orobica e tentano la rimonta ai danni di una Treviso guidata da un Amedeo Tessitori dominante in fase offensiva. Le due formazioni vanno all’intervallo lungo sul punteggio di 40-31 per la DeLonghi.

Al rientro dagli spogliatoi Treviso è ancora più decisa a strappare il biglietto per la finalissima di domani sera contro la F di Bologna e macina canestri su canestri con Logan versione cecchino e uno strepitoso Amedeo Tessitori. Bergamo, al contrario, non convince e dimostra sin da ora i primi segni di stanchezza, anche se la squadra di coach Sandro dell’Agnello sta dando comunque del filo da torcere ad una delle favorite per la vittoria finale e per la promozione in A1. Ad un paio di minuti dal termine del terzo quarto qualcosa si accende nei giocatori bergamaschi che grazie a Taylor e Fattori raggiungono nuovamente il -8 e tornano a crederci. Al termine del parziale il tabellone recita 53-64 in favore dei veneti dopo il buzzer-beater da tre punti di David Logan.

Nel corso del quarto ed ultimo quarto la DeLonghi Treviso da il via al “David Logan Show” che con un numero esorbitante di canestri da tre punti, tanti assist è ottima presenza difensiva su Taylor condanna la Azimut Bergamo ad inseguire. Incredibile, a seguito di alcuni azioni offensive mal gestite e dell’incredibile determinazione dei giocatori orobici, a venti secondi dalla fine la partita è completamente riaperta con Bergamo sul -2. Niente da fare per Bergamo che viene sconfitta 82-79 dalla DeLonghi Treviso.

TREVISO: Tessitori 16, Logan 21, Burnett 16, Sarto N.E., Alviti 7, Barbante N.E., Imbrò 2, Chillo 5, Uglietti 3, Severini 4, Lombardi 8. All.: Massimiliano Menetti.

BERGAMO: Augeri N.E., Casella 8, Roderick 22, Bedini N.E., Taylor 17, Fattori 15, Zucca 3, Piccoli N.E., Sergio 6, Marelli N.E., Benvenuti 6, Zugno 2. All.: Sandro dell’Agnello.

ARBITRI: Stefano Ursi, Daniele Yang Yao, Daniele Valleriani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy