Agrigento, piccolo passo verso i play off, Ferrara staccata alla distanza

Agrigento, piccolo passo verso i play off, Ferrara staccata alla distanza

Commenta per primo!

 

PORTO EMPEDOCLE (AG) – Ritorna alla vittoria la Fortitudo Moncada Agrigento battendo la Mobyt Ferrara con il risultato di 70 a 59, cancellando la  brutta prestazione di Castelletto, e assicurandosi la certezza matematica della partecipazione alla prossima Legadue Silver. Vittoria quindi storica, oltre che meritata dai ragazzi di Franco Ciani, più fisici e più intensi rispetto gli avversari . Primo quarto equilibrato, durante il quale le difese hanno concesso qualcosa agli attacchi. Equilibrio mantenuto fino al  7mo minuto del secondo quarto.  Nel terzo, quello decisivo,  gli agrigentini sono stati più intensi in difesa ed hanno mantenuto una buona lucidità nel gestire il gioco in attacco. Nel quarto finale coach Furlani, prima di essere espulso per due falli tecnici, ha provato a mettere in crisi gli attacchi dei padroni di casa schierando  una  zona match-up, ma riesce parzialmente nel tentativo ed i padroni di casa conquistano i due punti, raggiungono quota 36 e continuano a coltivare il sogno play off. Buona prestazione corale della squadra biancoazzurra con Di Viccaro migliore realizzatore con 16 punti, 15 quelli messi a segno da Chiacig, puntuale sotto canestro in attacco, un pò meno in difesa contro Benfatto, il migliore degli ospiti con 13 punti e 18 nella voce valutazione. Nella squadra di casa si sono distinti anche i soliti Chiarastella e Moruzzi. Ferri e Spizzichini insieme al citato Benfatto hanno cercato di tenere a  galla la loro squadra, ma il grande assente della serata è stato Valerio Circosta con una partita giocata al di sotto del suo standard (0 su 6 dal campo e  -3 di valutazione).  

Alla palla a due coach Ciani fa partire dalla panchina Demartini, schierando da play titolare Anello. Di Viccaro, Mian, Chiarastella e Chiacig il resto dello starting five. Coach Furlani oppone Ferri, Circosta, Cortesi, Campielloi, Benfatto.

LA CRONACA

I° QUARTO (27-24) – Nel secondo minuto di gioco tenta di fare la voce grossa la squadra di coach Ciani: dopo il 4-2 iniziale (Ferri per gli ospiti, Chiarastella e Chiacig per i padroni di casa), Di Viccaro riesce a rubare la palla  prima a Circosta, andando a mettere la tripla e subito dopo a Benfatto andando a piazzare un 5 a 0 personale che vale il + 7(9-2) per la sua squadra. Coach Furlani prova a riordinare la sua squadra con un time out. Al rientro in campo Circosta mette a segno 2/2 a cronometro fermo per un fallo subito da  Di Viccaro, a cui risponde Chiacig con un semigancio sotto canestro. Sul punteggio di 11 a 4 per i locali, gli ospiti mettono a segno un contro break di 9 a 0 (11-13) con un piazzato di Campiello,Cortesi realizza  un canestro da sotto ed una schiacciata, Benfatto mette a segno un gioco di tre punti grazie al canestro più il libero per il fallo subito da Mian. Lo stesso giocatore goriziano della Fortitudo mette la tripla ,dopo  il rientro dal time out chiamato da Ciani, che riporta avanti i padroni di casa sul 14 a 13. Dopo un batti e ribatti tra Mian e Campiello, Dematini riporta avanti la sua squadra sul + 1 (18-17) poi subisce il fallo di Circosta giudicato antisportivo. La squadra locale riesce a capitalizzare 3 punti con 1/2 dalla lunetta di Demartini e un canestro da sotto di Mian  (21-17). Ferri non ci sta a fare scappare gli avversari e raggiunge ancora il -1 con una tripla frontale. Continua l’equilibrio del quarto chiuso sul 27 a 24  , .

II° QUARTO (15-10). – I secondi 10 minuti di gioco iniziano con errori in attacco dall’una e dall’altra parte. Riesce a bucare la retina Spizzichini dopo 90 secondi riportando lo svantaggio della sua squadra ad una sola lunghezza (27-26) Continua l’equilibrio nel quarto fino al 17mo minuto quando sul 34-34 la Fortitudo Moncada riesce a piazzare un parziale di 8 a 0, grazie anche al tecnico fischiato al coach ospite,  griffato da Moruzzi  e da Chiacig . Si va negli spogliatoi con il risultato di 42 a 34 per i siciliani.

III° QUARTO (18-13) – Al rientro dalla pausa lunga la Moncada Solar alza notevolmente l’intensità,raggiungono il bonus dopo appena 90 secondi di gioco e Benfatto tenta di ricucire lo svantaggio mettendo a segno 5 punti. Di Viccaro e Chiacig respingono il tentativo del centro patavino della Mobyt riportando il distacco a +10 sul 49 a 39. Nuovo time out ospite ed al rientro Chiarastella, Mian e Di Viccaro allungano il distacco raggiungendo il +14 (55-41). Ferri non si arrende e colpisce con una tripla dall’angolo, ma Chiarastella assistito da Mian ed Anello buca due volte la retina da sotto canestro per il +15 (59-55). Ferrara tenta di interrompere l’emorragia dalla lunetta con Ferri e Benfatto portandosi sul -12. Anello chiude il 30mo minuto di gioco con 1 su 2 dalla lunetta, unico punto della serata, sul risultato di 60 a 47.

IV° QUARTO (10-12) – Ad inizio ultimo quarto il solito Benfatto da sotto canestro e Spizzichini dopo un coast to coast rispondono al canestro iniziale di Demartini.  Di Viccaro colpisce dalla lunga distanza  e Chiacig da sotto canestro porta sul massimo vantaggio (+16) della serata la squadra locale. A questo punto coach Furlani mette in campo la match-up tentando di mettere in difficoltà gli attacchi biancoazzurri. Riesce in parte il tentativo, mettono a segno un parziale di 8 0 con Ferri Circosta e Spizzichini, ma a fissare il risultato finale sul 70 a 59 ci pensano Di Viccaro e De Laurentiis.

SALA STAMPA

Coach Ciani nel dopopartita ” La cosa piacevole cha abbiamo riscoperto rispetto alla partita di Castelletto, per esempio, è stato il piacere di difendere e di tenere gli avversari a 60 punti. Questo per noi è fondamentale. Quindi, direi che dopo lo schiaffo di Castelletto Ticino, nonostante gli acciacchi fisici sofferti in settimana da alcuni elementi della squadra c’è stato un bel segnale di ripresa e, soprattutto, di ritorno alle nostre abitudini. Credo che la certezza della conquista della Silver vada accolta positivamente. Siamo partiti per ottenere questo risultato, ed a quattro giornate dalla fine del campionato lo abbiamo ottenuto da neopromossi. Credo che questo ci debba dare soddisfazione e debba darla al nostro pubblico ed alla società Ora, questo scenario si chiude e se ne apre un altro a cui innegabilmente ci pensiamo da mesi, Adesso, raggiungere un altro risultato che, ripeto da neopromossi sarebbe straordinario,  è quello di provare ad approdare tra le prime quattro del campionato”.

Innanzitutto, esordisce coach Furlani in sala stampa, i meriti di Agrigento ci stanno tutti,secondo me ci hanno sovrastato fisicamente e come intensità per cui non la scopriamo adesso. Noi per vincere ad Agrigento dovevamo fare una partita perfetta e sperare che loro lasciassero qualcosa per strada. Loro non hanno lasciato niente e noi abbiamo sbagliato troppo. Io per primo mi assumo la responsabilità di questa sconfitta perché nel momento cruciale mi è stato attribuito un tecnico,giusto o non giusto non mi interessa, che in un certo modo ha segnato un pò la partita. Risultato che rende merito ad una squadra che è stata superiore alla mia.

Si ritornerà a giocare mercoledì 25 aprile per  35ma giornata. la Fortitudo Agrigento renderà visita alla Comark Treviglio, la Mobyt Ferrara riceverà al PalaCarife la visita della capolista Pms Manital Torino.

 

TABELLINI

Moncada Solar Agrigento – Mobyt Ferrara 70-59

Parziali: 27-24; 42-34; 60-47.

Agrigento: Demartin 7, Di Viccaro 16, Mian 9, Chiarastella10, Quarisa 2, Anello 1, Moruzzi 8, Brown, Chiacig 15, De Laurentiis 2. Coach Ciani.

Mobyt Ferrara: Ferri 13, Circosta  4, Cortesi 4, Gazzotti 7, Benfatto 13, Spizzichini 12, Campiello 6, Castelletta, Casati, Brandani n.e., Coach Furlani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy