Anno nuovo… Vita vecchia: Matera cade a Imola

Anno nuovo… Vita vecchia: Matera cade a Imola

Al PalaRuggi di Imola va in scena l’incontro testa coda tra Andrea Costa e Bawer Matera, davanti alle telecamere di Sky Sport 2.

Coach Gresta può finalmente contare su Daniele Mastrangelo, che ha recuperato dall’infortunio al ginocchio. Lo starting five materano è piuttosto atipico, con Guarino, Chase, Cantagalli, Okoye da “stretch four” e Diego Corral. Coach Ticchi risponde con il solito quintetto base costituito da Sabatini, Anderson, Hassan, Washington e Maggioli.

PRIMO QUARTO

Palla a due vinta da Maggioli, ma è lo stesso pivot a perdere il primo pallone della gara. Dall’altra parte è Brian Chase a sbloccare il punteggio con un jumper dalla media distanza. Ma i punti dell’americano danno solo l’illusione che la partita possa essere equilibrata, infatti a metà del periodo i padroni di casa ribaltano e provano subito a mettersi in fuga, portandosi sul +7 con Sabatini (16-9 a dopo 6′). Punteggio che rimane fisso per un minuto e mezzo, quando Chase accorcia con una bomba dall’arco. Amoni e Preti sigillano il punteggio finale del primo quarto sul 20-12 che sorride all’Andrea Costa.

SECONDO QUARTO

Blackout offensivo della Bawer nella prima metà del periodo in cui mettono a referto soltanto 4 punti (firmati da Mastrangelo). I ragazzi di Coach Ticchi si portano così alla doppia cifra di vantaggio grazie ai canestri di Hassan e Prato (30-16 dopo 5′). I padroni di casa provano a dare subito il colpo di grazia portandosi sul +18, ma i punti di Guarino permettono ai biancazzurri di non affondare. Sul finire del periodo Chase risponde ai due punti di Maggioli. Si va all’intervallo lungo con il tabellone del punteggio che recita 40-27 per gli imolesi.

TERZO QUARTO

La Bawer riesce ad accorciare sul -10 grazie ai punti di Cantagalli e, soprattutto, grazie al primo canestro di un Okoye totalmente sottotono. Il gioco espresso dai ragazzi di Coach Gresta continua a non convincere, tuttavia la barca materana non affonda grazie all’incapacità di dare il colpo di grazia da parte dei padroni di casa. La distanza fra le due compagini rimane pressoché costante fino a tre minuti dalla fine del quarto, quando l’Andrea Costa riprova a chiudere definitivamente i conti, allungando sul +14. Si va all’ultimo mini-intervallo sul 63-49.

ULTIMO QUARTO

Imola affonda finalmente il colpo di grazia a una Bawer completamente priva della mentalità e della lucidità giusta per poter tentare, almeno, di accorciare lo svantaggio. Il massimo vantaggio dei biancorossi aumenta abbondantemente. Ormai l’economia del match non ha più niente da dire, la Bawer cade – ancora una volta – e si ritrova sempre più ultima in classifica. Imola, invece, festeggia la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia. Finisce 86-61.

ANDREA COSTA IMOLA – BAWER MATERA 86-61 (20-12; 20-15; 23-22; 23-12)

IMOLA: Folli, Washington 16, Sgorbati 4, Maggioli 12, Cai 3, Amoni 14, De Nicolao 1, Prato 12, Preti 4, Anderson 3, Hassan 10, Sabatini 9. Coach: Ticchi.

MATERA: Guarino 12, Chase 12, Mastrangelo 4, Corral 6, Okoye 6, Cantagalli 17, Rugolo 2, Bertocco 2, Loperfido n.e., Zaharie. Coach: Gresta

Arbitri: Caforio, Capozziello, Callea.

Fotogallery a cura di Fabio Gubellini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy