Bari batte Latina, ma arrivederci ai play-out

Bari batte Latina, ma arrivederci ai play-out

Commenta per primo!

BARI – La LIOMATIC GROUP CUS BARI chiude la stagione regolare con una vittoria piegando la BENACQUISTA LATINA e rinviando ai playout il suo destino proprio contro la formazione laziale già a partire da domenica 19. Il ritorno al Pala IZZO (ex PalaCUS) dopo 2 stagioni porta bene quindi al quintetto barese che torna al successo dopo 2 stop interni consecutivi.

Alla palla a 2 iniziale BARI, priva del giovane Didonna vittima ieri di un’aggressione in campo durante il match valido per gare-3 dei playout con la squadra del BARI Basket College in cui ha riportato la frattura della mandibola e la perdita di un dente oltre ad una piccola commozione cerebrale, schierava Laquintana, Ruggiero, Cardillo, Bonessio e Bisconti. LATINA invece priva di Carrizo lasciato a casa a riposo, schierava Santolamazza, Milani, Potì, Arrigoni e Gagliardo. Spinta dal numeroso pubblico accorso al vecchio palazzetto BARI aveva un buonissimo impatto sulla gara timbrando subito un 6-0 iniziale firmato Cardillo-Bonessio-Ruggiero. LATINA faticava e non poco a creare un situazione fluida d’attacco e sbloccava il risultato solo dalla lunetta dopo oltre 3’ di gioco con Santolamazza. Laquintana con 4 punti in fila creava il vuoto, mentre LATINA riusciva solo dalla lunetta a trovare la retina del canestro con Milani. Santolamazza illudeva i suoi con una tripla, ma una schiacciata di Cardillo ed una bomba del neo-entrato Bonfiglio rimettevano un gap piuttosto importante tra le 2 formazioni. Ruggiero dalla lunetta e Cecchetti da sotto fissavano il 17-9 con cui si chiudeva la primo tempino.

Nella seconda frazione BARI mescolava un po’ le carte inserendo Tomasello e Barozzi, ma era LATINA con 4 punti in fila di Plateo ed Arrigoni a rifarsi sotto. Bisconti e Cecchetti movimentavano un po’ il punteggio, Barozzi e Cardillo dalla lunetta davano il primo massimo vantaggio barese +9 al 15 (24-15), ma a stretto giro di lancette Arrigoni e Milani provavano a tenere testa alla squadra di casa. 2 bombe consecutive di Laquintana e Bisconti riportavano i biancorossi al nuovo massimo vantaggio +11 al 18’ (32-21), vantaggio che i pontini con Gagliardo ed Cecchetti in parte ricucivano prima che 2 liberi di Laquintana mandassero le 2 squadre sul 34-25 all’intervallo lungo.

La terza frazione si apriva con un botta e risposta tra i 2 centri Bisconti e Gagliardo, poi la gara viveva una fase di astinenza da canestri per 3 lunghi minuti, astinenza che un pimpante Cardillo spezzava prima che iniziasse il Potì-show; l’ala salentina stampava 8 punti in fila con 2 bombe ed un canestro in penetrazione intervallati da una tripla di Ruggiero. E’ un momento propizio per gli uomini di Billeri che rosicchiano punti di vantaggio ai padroni di casa con Milani che fa toccare il -4 ad un giro di lancette dall’ultimo intervallo. Cardillo risponde subito, mentre Gagliardo con un ½ dalla lunetta fissava il 48-43 con cui si chiudeva il terzo quarto.

La bomba di un sempre positivo Ruggiero (16 punti per lui) ridava un po’ ossigeno ai baresi, ma l’inerzia era passata nelle mani dei nero-azzurri che trascinati da un ottimo Potì (13 punti per lui) e dalla sostanza nel pitturato di Cecchetti (9 punti per lui) si portavano ad un possesso di svantaggio da BARI al 35’ 54-51, con i padroni di casa che sprecavano ben 5 possessi con altrettante palle perse. Plateo dalla lunetta ed una bomba del giovane Pastore confezionavano la rimonta con l’unico sorpasso e vantaggio laziale 54-56 al 36’. Vantaggio che durerà pochissimo perche Ruggiero dalla lunetta siglava la parità. Nel frattempo LATINA perdeva per infortunio Santolamazza, e BARI trovava con la feroce voglia di Bisconti (12 punti, 8 rimbalzi e 7 assist per lui), la straordinaria prova di Laquintana (20 punti per lui high-season) e la solita sostanza di Bonessio i canestri scaccia paura che mandavano i titoli di coda sul match e chiudevano la contesa sul 69-61 finale per il tripudio del pubblico del pala IZZO.

BARI torna al successo interno dopo 2 KO consecutivi ridando ossigeno alla sua classifica e migliorando  la sua posizione nella griglia playout con cui partirà con il fattore casalingo a suo favore. Non sono però mancate le solite amnesie e momenti di pausa che in un serie playout molto dura e combattiva devono necessariamente diminuire.

LATINA tasta un po’ il polso ad i suoi prossimi avversari nei playout con una gara in cui non sfigura dove l’assenza di Carrizo forse si è fatta sentire. Restano comunque da verificare le condizioni di Santolamazza uscito malconcio dal parquet e mai più rientrato.

LIOMATIC GROUP CUS BARI-BENACQUISTA BASKET LATINA 69-61

LIOMATIC GROUP CUS BARI: Bisconti 12, Di Fonzo n.e., Barozzi 2, Laquintana 20, Tomasello, Cardillo 9, Iacovelli, Bonessio 6, Bonfiglio 4, Ruggiero 16. All.: Putignano.

BENACQUISTA BASKET LATINA: Santolamazza 5, Pastore 3, Plateo 4, Milani 11, Potì 13, Arrigoni 7, Longobardi n.e., Cecchetti 9, Gagliardo 9, Canavesi n.e. All.: Billeri.

Percentuali: LIOMATIC GROUP CUS BARI: tiri da 2 15/23; tiri da 3 6/16; tiri liberi 21/28; rimbalzi 35 (Bisconti 8); assist 11 (Bisconti 7).

BENACQUISTA BASKET LATINA: tiri da 2 15/40; tiri da 3 7/21; tiri liberi 10/13; rimbalzi 25 (Arrigoni 8); assist 10 (Plateo e Milani 2).

Progressivi: 5’ 10-4; 10’ 17-9; 15’ 26-19; 20’ 34-25; 25’ 41-35; 30’ 48-43; 35’ 56-56; 40’ 69-61.

Arbitri: Michele CAPURRO; Vincenzo VOLPE.

Note: Usciti per 5 falli Barozzi (BARI)

Fotogallery a cura di Michele Zonno

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy