Bergamo espugna anche il Pala De Andrè, Ravenna dovrà conquistarsi i playoff a Jesi

Bergamo espugna anche il Pala De Andrè, Ravenna dovrà conquistarsi i playoff a Jesi

Gli uomini di Sacco portano meritatamente a casa i due punti, rimanendo in corsa per la salvezza diretta.

di Luca Bolognesi, @lucabolla33

OraSì Ravenna – Bergamo Basket 79-81 (14-26, 36-46, 57-66)

Ravenna: Scaccabarozzi ne, Montano 1, Sgorbati 4, Giachetti 8, Chiumenti 7, Raschi 5, Esposito 2, Masciadri 17, Cinti ne, Vitale ne, Rice 12, Grant 23. All. Martino.
Bergamo: Solano 19, Cazzolato, Laganà 12, Ferri 3, Bedini ne, Magni ne, Fattori 3, Bozzetto 10, Sergio 14, Marelli ne, Hollis 20. All. Sacco.

È una Bergamo che mostra tutto il suo talento, ma anche il suo carattere, espugnando il Pala De Andrè per 79-81 conducendo dal primo all’ultimo minuto. Solano, che ne mette 19 con 10 falli subiti e 5 assist, e Hollis (20 punti e 6 rimbalzi) trascinano gli ospiti, ma sono le triple di Sergio nel quarto periodo a decidere la partita. Per Ravenna solo tre giocatori in doppia cifra, con un Masciadri non al meglio capace comunque di finire il match in doppia doppia con 17 punti e 11 rimbalzi. Gli ormai soliti 23 di Grant non bastano a bilanciare la serata sottotono di Rice (12), ma è soprattutto la mancanza di intensità difensiva nel primo tempo a costare la partita ai giallorossi, che dovranno ora andare a vincere a Jesi all’ultima giornata per guadagnarsi i playoff.

LA PARTITA

Alla palla a due Coach Martino lancia Esposito in quintetto a causa delle condizioni non ottimali di Masciadri. Con lui i soliti Grant, Rice, Giachetti e Sgorbati, mentre Coach Sacco risponde con Solano, Laganà, Sergio, Fattori e Hollis. Il lungo americano apre le danze con la tripla dello 0-3 e trascina una Bergamo quasi perfetta con 14 punti nel primo quarto. Le ulteriori triple di Sergio e Solano firmano il 6-13, poi è sempre Hollis con il canestro e fallo a portare il vantaggio in doppia cifra sul 6-16. Il parziale ospite si allunga fino a 0-9 con la bomba di Fattori per il 6-19 e la risposta sempre dalla lunga distanza di Rice per l’11-21 non basta a rimettere in carreggiata l’OraSì, che sbaglia in difesa e permette a Laganà di segnare il +14 sull’11-25. La tripla di Capitan Raschi nel finale tiene a contatto i padroni di casa, che chiudono il quarto sotto 14-26.
L’attacco di Bergamo continua a far male ai giallorossi anche in apertura di secondo periodo, quando Solano sfrutta il matchup favorevole contro Montano per segnare la tripla del 14-29. Masciadri trova l’immediata risposta e lancia la riscossa di Ravenna, che con il canestro e fallo di Chiumenti torna a -9 sul 20-29. L’OraSì continua però a faticare in difesa e subisce un altro 0-7 di parziale, chiuso da una fortunata tripla di Bozzetto che si impenna sul ferro, ma si insacca per il 20-36. Ravenna subisce 40 punti in 16’, ma alza notevolmente l’intensità negli ultimi minuti del primo tempo, quando prima la tripla di Giachetti vale il -10 sul 31-41, poi la gran schiacciata di Grant il -6 sul 35-41. Ravenna prova ad avvicinarsi ulteriormente, ma commette un’altra ingenuità in difesa concedendo una comoda tripla allo scadere a Laganà, che manda quindi le squadre negli spogliatoi con Bergamo in vantaggio in doppia cifra sul 36-46.

Il secondo tempo si apre con Masciadri in quintetto per l’OraSì ed è proprio l’ala giallorossa, prima con la tripla, poi con la rubata e la schiacciata in contropiede, a ispirare il parziale con cui i padroni di casa ricuciono lo strappo. Grant segna il 42-46, poi ancora Masciadri riporta i suoi a un possesso di distanza sul 45-48. Ravenna spreca un paio di occasioni per l’aggancio, ma con Sgorbati si riporta a -1 sul 52-53, mentre gli ospiti perdono Fattori che spende prematuramente quarto e quinto fallo personale. Dopo lo sforzo prodotto i giallorossi calano nell’ultima parte di quarto, mentre Solano sale in cattedra, con una clamorosa schiacciata firma il 57-63 a 1’ dall’ultimo intervallo, e con la bomba riporta i suoi a +9 sul 57-66 con cui termina il terzo parziale.
In apertura di quarto periodo Ferri con la tripla dall’angolo regala ai suoi la nuova doppia cifra di vantaggio sul 59-69, ma ancor Masciadri risponde subito per il 62-69 tenendo vive le speranze giallorosse. La tripla di Sergio vale il 64-74 per Bergamo, ma la schiacciata di Grant su bell’imbeccata di Raschi riporta a -4 i padroni di casa sul 68-72 a 5’ dalla sirena finale. Il centro americano si carica sulle spalle tutto l’attacco ravennate e con il canestro e fallo permette a Ravenna di tornare a -1 sul 71-72. Ancora una volta i giallorossi arrivati a contatto non trovano il guizzo per il sorpasso, ed è Sergio a piazzare la zampata decisiva per gli ospiti, con due triple consecutive per il 71-75 prima e il 73-78 poi. L’OraSì non molla e, grazie anche a un caldissimo Pala De Andrè, si guadagna per due volte l’opportunità del pareggio. Il tentativo da 3 di Raschi a 30” dalla fine non è ben costruito e non trova neppure il ferro, ma il solito Masciadri ruba la rimessa a 10” e, complice l’ingenuo fallo di Hollis, si presenta in lunetta sul 78-80 per impattare il match. Il secondo libero si spegne sul ferro e Bergamo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy