Bondi non pervenuta nel secondo tempo, stravince Roseto

Bondi non pervenuta nel secondo tempo, stravince Roseto

Impietoso 17-50 di parziale negli ultimi due quarti nei quali Sherrod e Akele dominano in area.

di Andrea Mainardi

Fine 2018 amarissimo per Ferrara che viene rullata in casa dagli Sharks senza appello. Sconfitta davvero inconcepibile per i biancoazzurri che speravano di dare seguito al blitz di Piacenza ma che sono incappati in un secondo tempo ai limiti dell’imbarazzante. Gli abruzzesi dal canto loro hanno messo in mostra tutto il proprio repertorio dando la palla a Sherrod (20 punti e 7 rimbalzi) nei momenti topici dell’incontro facendo leva sul dominio avuto sotto canestro (27/39 dal campo). Benissimo anche Akele che chiude con 17+14 coadiuavato da Person e Rodriguez che dall’arco non hanno mai sbagliato quando contava. Ferrara esce con le ossa rotte da un incontro che non vede davvero nessuno del Kleb salvarsi, nemmeno Swann nonostante i 27 punti a referto (ma 22 nel primo tempo).

PRIMO QUARTO – Roseto parte con un quintetto altissimo il cui atletismo sembra mettere alle strette la Bondi che va sotto 0-4 con due canestri di Akele. Il pari è quasi immediato grazie a Hall dalla media ed a Calò che sfrutta al meglio l’assist di Swann (9-7 al 3′). La guardia americana scalda il suo mancino già in avvio di gara con tre triple ad alto coefficente di difficoltà mentre Roseto fatica ad entrare in ritmo soprattutto con i propri americani. Due liberi di Fantoni spingono la Bondi sul +8 ma coach Bonacina perde Panni gravato di due falli (20-13 al 7′). Gli Sharks trovano buone cose da Rodriguez che segna con un paio di accelerazioni e gravano anche Calò di due falli. Niente che impensierisca Ferrara perchè Swann segna ancora dall’arco per il +12, risponde ancora Rodriguez assieme a Pierich ed il primo quarto va in archivio sul 25-19.

SECONDO QUARTO – Entra in partita anche Bushati per Roseto che segna due punti d’esperienza ai quali risponde, tanto per cambiare, Swann da tre. A dispetto delle ultime uscite Ferrara sembra poter contare su un De Zardo in giornata, capace di essere deciso in difesa e attacco con quattro liberi guadagnati (31-23 al 13′). Le percentuali di tiro scendono col passare dei minuti per il Kleb che torna a patire molto la stazza e l’atletismo degli avversari, soprattutto con Eboua in difesa e Akele in attacco che portano gli abruzzesi addirittura sul -2. Coach Bonacina chiama timeout ma serve a poco perchè Eboua segna dall’arco e ci vuole il ritorno in campo di Fantoni per far muovere nuocamente il tabellino estense (34 pari al 18′). Torna a segnare Swann da tre dopo una lunga assenza e De Zardo lavora ancora benissimo sulle linee di passaggio rosetane caricando gli avversari di falli. Swann riporta i suoi avanti di due possessi lavorando bene anche in area, gli risponde Sherrod con cinque punti consecutivi e si va all’intervallo sul 42-39.

TERZO QUARTO – Gli Shars partono bene tornando avanti con tre punti di Rodriguez e due di Person. Nella Bondi Panni mette a segno i primi cinque punti della sua gara ma Roseto resta avanto col talento di Akele dalla media e Person dalla lunetta (48-50 al 23′). Per fortuna della Bondi gli Sharks non affondano il colpo perchè Fantoni e compagni sono in grande difficoltà nell’alzare il ritmo anche a causa della grandissima intensità messa in campo dagli avversari. Nikolic va a segno da tre e Person ne mette un altro dalla lunetta ed il parziale rosetano arriva a 6-17, la Bondi si innevosisce con un antisportivo comminato ad Hall ed il punteggio arriva al 48-60 dopo 26 minuti. Un altra banalissima persa di Panni spiana a Sherrod la schiacciata per due facili e l’emorragia non si ferma perchè Rodriguez segna ancora da tre e Sherrod in allontanamento mentre il Kleb dal campo non la mette mai. Solo tre liberi di Swann vanno a segno e Roseto resta sul +16. Non ci sono segnali di ripresa nemmeno nei minuti seguenti in casa estense e Roseto fa quanto basta per rimanere avanti 53-71 con un eloquente 11-32 di parziale complessivo.

ULTIMO QUARTO – Nonostante una prima buona difesa ferrarese la partita si chiude di fatto con quattro punti consecutivi di Sherrod ed il punteggio che inizia ad assumere sembianze grottesche. Nonostante alcune difese apprezzabili il Kleb continua a segnare poco o nulla e poco a poca si fa sopraffarre dagli avversari in maniera quasi irridente (57-80 al 36′). Gli abruzzesi danno poi spazio alle seconde linee raggiungendo un rotondo e giusto +30 con la tripla di Person con la quale si chiude la partita.

Bondi Ferrara – Roseto Sharks 59-89 (25-19, 17-20, 11-32, 6-18)
Bondi Ferrara: Isaiah Swann 27 (3/8, 6/15), Tommaso Fantoni 10 (3/4, 0/0), Mike Hall 5 (1/1, 1/7), Alessandro Panni 5 (1/2, 1/4), Ruben Calò 4 (2/3, 0/2), Lorenzo De zardo 4 (0/0, 0/2), Davide Liberati 4 (2/3, 0/3), Lorenzo Molinaro 0 (0/1, 0/1), Alessio Petrolati 0 (0/0, 0/0), Simone Conti 0 (0/0, 0/0), Alessandro Mazzotti 0 (0/0, 0/0), Andrea Mazzoleni 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 18 – Rimbalzi: 31 7 + 24 (Mike Hall 14) – Assist: 15 (Mike Hall 6).
Roseto Sharks: Brandon Sherrod 20 (10/14, 0/0), Wesley Person 18 (4/7, 2/5), Nikola Akele 17 (7/11, 1/2), Yancarlos jeferson Rodriguez 16 (3/5, 3/9), Lazar Nikolic 5 (0/0, 1/2), Jordan Bayehe 4 (2/2, 0/0), Franko Bushati 3 (1/2, 0/4), Paul Eboua 3 (0/1, 1/1), Simone Pierich 3 (0/1, 1/2), Abramo Pene’ 0 (0/0, 0/1), Dalph Panopio 0 (0/0, 0/1), Giovanni Ianelli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 16 – Rimbalzi: 36 9 + 27 (Nikola Akele 14) – Assist: 19 (Yancarlos jeferson Rodriguez 5)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy