Capitan Pierini match-winner, alla prima anconetana Recanati supera Imola

Capitan Pierini match-winner, alla prima anconetana Recanati supera Imola

Un gancio spalle a canestro di capitan Pierini, alla sua 14^ stagione con Recanati, a 2″ dalla fine regala ai leopardiani la prima vittoria stagionale, sofferta ma meritata.

AMBALT Recanati 89 – Andrea Costa Imola 88
(23-17, 18-28, 29-18, 20-24)

Recanati: Reynolds 22, Marini 4, Pierini 12, Armento ne, Loschi 23, Bolpin 1, Andrenacci ne, Sorrentino 20, Fossati, Maspero 5, Breccia ne, Spizzichini 2. All. Calvani
Imola: Tassinari 5, Cohn 19, Cai ne, Pelliconi ne, Maggioli 6, Wiltshire ne, Borra ne, Ranuzzi 17, Prato 20, Preti 7, Hassan 12, Noorfleet 2. All. Ticchi

Arbitri: Pepponi di Spello, Gagliardi di Anagni, Simone di Montesilvano

Un gancio spalle a canestro di capitan Pierini, alla sua 14^ stagione con Recanati, a 2″ dalla fine regala ai leopardiani la prima vittoria stagionale, sofferta ma meritata. Ad 1′ dalla sirena finale Perini per il +1 per Recanati, seguito da Ranuzzi per il vahtaggio minino di Imola. Cronometro che scorre, Sorrentino va sulla linea di findo ma esce con i piedi, Imola in contropiede ma è Ranuzzi con 11″ sul cronometro a pasticciare. Calvani chiama time out e Pierini mette il sigillo finale con Imola che con 10 centesimi di secondo tenta l’impossibile, Cohn non arpiona la palla per la schiacciata e recrimina per un fallo subito.

Il PalaRossini festeggia con un’onda gialla di tifosi che va ad accogliere i giocatori sotto gli spalti. Per l’esordio nella sua nuova “casa”, il PalaRossini di Ancona, il Basket Recanati presenta subito una novità che potrebbe avere sviluppi clamorosi nei prossimi giorni: l’assenza di korey Billbury, non schierato e sparito pure dal roster del mini book distribuito a stampa e pubblico. Da giorni a Recanati si parlava di un caso Billbury, tanto che una emittente radio aveva parlato di taglio. Inutile chiedere ai dirigenti una ufficializzazione, solo “mezze” conferme ed un generico rinvio a “… saprete”.

C’era molta attesa per verificare la risposta del pubblico di Ancona dopo una intensa attività di promozione: sugli spalti meno di 1500 spettatori. Da Recanati una rappresentanza di non più di 300 unità ma molto colorita (di giallo) e con il debutto, a fianco dello striscione Supporters, di quello delle neo nate Brigate Leopardiane. Avvio con Recanati che schiera Reynolds, Pierini, Loschi, Sorrentino, Maspero. Coach Ticchi risponde con Cohn, Maggioli, Ranuzzi, Hassan, Noorfleet. Avvio del primo periodo lento, con nessuna delle due formazioni in grado di cambiare marcia. Il testa a testa va avanti per 7′ quando Recanati mette la testa avanti di 4 dopo una saga di errori da ambo le parti. Sul finale reazione Imola ma Recanati regge bene e chiude a +6. Pierini e Prato in evidenza. A cavallo dei due periodi Recanati mette a segno un parziale di 8-0.  Poi arriva un momento di smarrimento generale e Imola con un perentorio 0-10 ed un incontenibile Ranuzzi distrugge quanto la formazione di Calvani aveva costruito. Recanati è costretta ad inseguire e va al riposo sotto di 4.

La terza frazione di gara vive ancora nel massimo equilibrio con la sola fase centrale in cui Recanati tenta un allungo subito rintuzzato dagli imolesi seguiti da una cinquantina di tifosi.
Nel quarto periodo ancora massimo equilibrio con Imola che però tenta più volte di scappare via approfittando di svarioni recanatesi che sarebbero potuti costare caro se sfruttati a dovere dagli ospiti. E sarà testa a testa estenuante fino all’epilogo finale. Reynolds, 35 di valutazione il milgiore in assoluto. Per la sponda Imola (dalla quale ci si aspettava di più), 23 per Cohn. Loschi con 23 punti il più prolifico, Prato per Imola con 20. Di squadra 113 a 89 per Recanati. Partita comunque da prima di campionato, e test utile ai due allenatori per le prossime giornate in sede di dovute correzioni (le troppe palle perse di Recanati per esempio, in momenti topici). Recanati viaggia ora con entusiasmo verso il derby marchigiano a Jesi, Imola che vivrà il non meno intenso derby contro la Fortitudo Bologna.

Fotogallery a cura di Alfonso Alfonsi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy