Chieti getta alle ortiche la vittoria, Mantova sbanca il PalaLeombroni all’overtime

Chieti getta alle ortiche la vittoria, Mantova sbanca il PalaLeombroni all’overtime

Battuta d’arresto per la Proger Chieti che vede sfumare la vittoria a 1 secondo e 17 centesimi al termine, quando Ivan Lilov commette un’ingenuità su Hurtt, portando la partita sull’overtime.

Commenta per primo!

Battuta d’arresto per la Proger Chieti che vede sfumare la vittoria a 1 secondo e 17 centesimi al termine, quando Ivan Lilov commette un’ingenuità su Hurtt, portando la partita sull’overtime. Un incontro decisamente equilibrato, con soprassi e controsorpassi durante tutto l’arco dell’incontro. Non riesce a ripetere l’impresa realizzata domenica scorsa a Brescia, ma la Proger anche questa sera ha strappato applausi, giocandosela alla pari con un avversario che merita sicuramente la posizione che occupa in classifica.

Su tutti, la guardia Justin Hurtt è sicuramente l’MVP dell’incontro, con 32 a referto, 11/18 dal campo e il 50% dalla lunga distanza, il più delle volte risultato immarcabile alla difesa impostata da Coach Galli. Sul fronte teatino, svettano i 15 punti di Monaldi, i 14 di Lilov realizzati in 15 minuti (quarto quarto più overtime) e i 13 di Armwood. Ora la Proger dovrà affrontare  la trasferta di mercoledì 17 in quel di Trieste, sconfitta oggi a Matera, prima del derbyssimo di domenica scorsa contro Roseto.

CRONACA

A palla a due, Chieti schiera Monaldi, Lilov, Sergio, Allegretti e Armwood; rispondono gli Stings rispondono con Di Bella, Simms, Ndjoa, Amici e Hutt. Primo quarto sostanzialmente equilibrato ma di marca Stings che chiudono sul 12-15. Chieti offensivamente non rende al meglio, arrivando più volte a tiri forzati, complice anche una difesa aggressiva e attenta di Mantova. Gli ospiti, invece, grazie a simms. autore di ben 8 punti nel quarto, riescono ad avere il sopravvento, mancando più volte l’occasione di prendere il largo
a causa della scarsa vena realizzativa dall’arco dei 6.75.

A inizio secondo quarto, Chieti pareggia subito i conti con una tripla a campo aperto di Piccoli. Gli Stings non si lasciano intimidire dall’entusiasmo delle “Furie” e sfoderano un break di 7-0 (15-22), grazie soprattutto alle giocate di Gandini e Gergati. Coach Galli chiama timeout, infonde calma e coraggio ai suoi uomini, che escono completamente rinvigoriti, ribaltando completamente la situazione, passando sul 28-24. Martelossi chiama timeout, ma la situazione non cambia: al termine del quarto, Chieti è avanti di due punti.

Per la Proger, 7 punti per Monaldi e 6 punti ciascuno per Sergio e Armwood; sul fronte Mantova, 8 punti per Simms e 7 per Hurtt. Alla ripresa dall’intervallo lungo, entrambe le squadre presentano gli stessi quintetti iniziali. Inizio arrembante di Mantova che effettua il sorpasso grazie ai suoi due americani Simms e Hurtt. Quest’ultimo prima apre con una tripla pazzesca, poi appoggia comodamente in retina un’azione ben orchestrata dal play Di Bella. Chieti non si abbatte e Allegretti effettua subito il controsoprasso (32-31). Dopo una serie di batti e ribatti, Amici realizza la prima tripla personale dell’incontro che porta Mantova ad un mini vantaggio di 34-36.

L’equilibrio regna sovrano durante tutto l’arco del quarto, ma è Mantova a essere avanti per 47-48. Da sottolineare il canstro pazzo di Matteo Piccoli a tempo scaduto che fa letteralmente esplodere il PalaLeombroni. Il quarto quarto si presenta con il PalaLeombroni trasformato un’autentica bolgia, e Vedovato effettua il sorpasso, correggendo una tripla di Sergio. Mantova non si scoraggia e Ndjoa gela gli entusiasmi del palazzetto con una tripla a campo aperto. Ma di qui in poi, è l’ “Ivan Lilov show”: il bulgaro si sveglia dal torpore durato per 30 minuti (0 punti e percentuali lontane dal suo score solito) e realizza la bellezza di 9 punti, portando la Proger sul 58-51. Mantova si avvicina vertiginosamente con Ndoja, ma Monaldi dall’arco smorza gli entusiasmi avversari (63-58). Amici, lasciato colpevolmente solo, realizza la terza tripla personale dell’incontro ma Lilov, allo scadere dei 24 secondi, porta avanti la Proger per 66-61. Martelossi chiama timeout e Simmis prima, Hurtt poi ristabiliscono la situazione. Chieti ha in mano la palla della vittoria ma Armwood la spreca, sul capovolgimento di fronte, Lilov commette ingenuamente fallo su Hurtt, che fa 2/2 dalla lunetta, pareggiando i conti e portando l’incontro all’overtime (68-68).

All’overtime, Hurtt completa l’opera di rimonta mantovana, portando a casa due punti pesanti come un macigno. La partita termina sul 79-84.

PROGER CHIETI 79 – DINAMICA GENERALE MANTOVA 84

PROGER CHIETI: Piazza 1, Allegretti 14, Marchetti ne, Sipala ne, Piccoli 6, Vedovato 5, Sergio 11, Lilov 14, Monaldi 15, Armwood 13. Coach: Galli

DINAMICA GENERALE MANTOVA: Ndjoa 12, Alviti ne, Fumagalli ne, Moraschini, Di Bella 4, Simms 15, Hurtt 32, Gandini 2, Amici 11, Gergati 8. Coach: Martelossi

Cinque falli: Lilov

Fotogallery a cura di Giampaolo Rosati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy