Chieti molla nel secondo quarto, Bari vince e ritrova la scia del 10° posto

Chieti molla nel secondo quarto, Bari vince e ritrova la scia del 10° posto

Commenta per primo!

Anche la Liomatic Group Bari viola il PalaLeombroni, nella partita che condanna quasi certamente la BLS Chieti a giocare col fattore campo avverso i playout. Il 57-71 finale è maturato nuovamente a causa di una seconda metà di gara in cui i teatini sono apparsi scarichi e a corto di energie fisiche e mentali. I bianco-rossi di Putignano invece torna alla vittoria. Grande prova di carattere dei cussini che sul difficile della Sorgentone band, riescono a imporre il proprio gioco e a strappare i due punti. L’equilibrio dura di fatto un quarto, poi dopo un tentativo di fuga dei padroni di casa, i baresi sospinti da un super Bonfiglio piazzano un break di 23-5 in 5′ che agevola la chiusura del secondo parziale sul 28-38. Vantaggio che i biancorossi manterranno e incrementeranno sino al 40′.

Alla palla a due Rajola è in campo, nonostante i problemi al polpaccio, con Severini, Raschi, Micevic e Rossi, mentre sono sempre fuori Diomede e Gatti. Putignano invece rivoluziona il quintetto partendo con Laquintana, Ruggiero, Bonessio, Barozzi e Bisconti.

Primo quarto, come anticipato, di sostanziale equilibrio. Squadre a lungo in fase di studio e impegnate in un punto a punto che in chiusura di quarto vede prevalere i padroni di casa. La BLS inizia bene, non soffrendo la presenza contemporanea dei tre lunghi avversari e trovando ottime soluzioni offensive, tanto da costringere la Liomatic al timeout dopo meno di 5 minuti sul 11-2. Laquintana recupera qualcosa a suon di penetrazioni, ma entrambi gli attacchi sbagliano moltissimo, come testimonia il 14-9 del primo quarto, un parziale propiziato da Rossi, Raschi e Raiola nelle fila teatine; Laquintana, Bonessio e Bisconti per i baresi.

La gara è accesa da un paio di pregevoli giocate di Gialloreto, che lancia Micevic e Spera per il +8 (23-15). Coach Putignano è così costretto al time out e la pausa produce l’effetto di rinfrescare le idee ai baresi. Il rientro è favorito da un fallo tecnico fischiato alla panchina di Chieti, che definisce un regalo arbitrale l’inesistente fallo di Spera e il richiamo alla panchina abruzzese per le conseguenti proteste. Ruggiero monetizza dalla lunetta e sul possesso conseguente Cardillo completa l’opera con una tripla. Il 5-0 in un amen rinfranca i pugliesi che ritrovano compattezza difensiva e si portano in attacco con maggior lucidità. E’ questo il momento in cui comincia lo show di Bonfiglio. Due triple di fila portano a 11-0 il parziale (23-26 al 17′), ma non è finita qui. Due liberi di Bisconti e un’altra tripla di Ruggiero rimpolpano il vantaggio sino al 25-31 che, all’intervallo lungo, si trasforma in 28-38 complice un super Bonfiglio anche in penetrazione che porta a 17 i punti personali nei primi due quarti.

Esaurita la pausa, i cussini riprendono dove avevano lasciato. La serata al tiro dei pugliesi è eccezionale, Bonessio e Bisconti allungano sino al 30-43, ma Micevic, Raschi e Rossi attaccano col coltello tra i denti, e risalgono dal -13 con un 9-2 che riportano le parti a contatto (39-45 al 25′). Bari non demorde e ancora con Bonessio e Ruggiero, complice un altro fallo tecnico fischiato a Rajola, raggiunge il 41-53 al 27′. Chieti non trova la via del canestro se non dalla lunetta, ma nel finale ha un sussulto con la tripla di Micevic per il 45-53 a cui risponde a stretto giro Bonfiglio ai liberi per il 45-55 del terzo intervallo.

Sorgentone prova anche la zona, ma è in attacco che la BLS non riesce a trovare continuità, nonostante il grande cuore di capitan Rajola.Alla ripresa, dopo quattro minuti il parziale è di 4-4 (49-59) in virtù dei canestri di Gialloreto da una parte, Laquintana e Bisconti dall’altra. Chieti prova ad accelerare le giocate, ma Bari controlla e ancora con Laquintana infila otto punti che producono l’allungo sino al 51-67 del 37′. Micevic e Raiola provano a reagire per i padroni di casa, ma Bonessio risponde colpo su colpo sino al 57-71 conclusivo.

I biancorossi sono così costretti ad un’altra resa (57-71): ora l’attenzione di tutti dovrà necessariamente spostarsi sugli spareggi che tra tre settimane stabiliranno le ultime qualificate alla prossima LegaDue Silver.

Bari, in attesa del risultato di Firenze, aggancia Recanati e Mirandola a quota 30: il calendario non è facile, ma per i numeri il decimo posto resta a portata di mano.

BLS CHIETI – LIOMATIC GROUP CUS BARI 57-71
Parziali: 14-9, 28-38, 45-55
Chieti: Gialloreto 9, Bolletta 3, Severini 3, Micevic 14, Rossi 14, Rajola 4, Gatti ne, Raschi 8, Mastroianni ne, Spera 2. All.
Bari: Cardillo 3, Laquintana 16, Bonessio 13, Bisconti 12, Ruggiero 8, Tomasello ne, Didonna, Bonfiglio 19, Iacovelli ne. Barozzi. All. Putignano
Note: percentuali Chieti 18/30 da due, 3/15 da tre, 12/19 ai liberi. Percentuali Bari: 17/31 da due, 9/24 da tre, 10/12 ai liberi.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy