Chieti schianta la Viola, per i nero-arancio playoff più lontani

Chieti schianta la Viola, per i nero-arancio playoff più lontani

Commenta per primo!

PROGER CHIETI – VIOLA REGGIO CALABRIA  85-66

PARZIALI: 21-23/ 40-32/63-42

CHIETI: Hamilton 16, Ancellotti 13, Sergio 9, Monaldi 16, Sollazzo 22, Palermo 5, Ippolito, CArdillo, Di Giacomo, Paeasano 4. All. Galli

VIOLA: Deloach 19, Rezzano 9, Rossi 2, Rush 6, Ammannato 16, Casini 11, Azzaro, Lupusour, Spissu 3, De Meo. All. Benedetto

ARBITRI: Migotto di Venezia, MArton di treviso e Maffei di Treviso.

Quattordicesima giornata del girone di ritorno per il campionato di Legadue Silver; la Viola gioca l’ultima trasferta della regular season in casa del Chieti, temibile avversario di una piazza in rampa di lancio.

La sfida termina con una sconfitta per la compagine neroarancio che dice praticamente addio al sogno play-off dopo una prestazione al di sotto delle ultime che avevano rilanciato la corsa della compagine dello stretto. E’ stata una gara che la Viola aveva cominciato bene prima di subire il ritorno dei teatini che hanno giocato un match d’alto livello nonostante non avessero obiettivi da raggiungere.

Settimana di lavoro normale per la formazione neroarancio che stava affrontando con grande concentrazione il rush finale di campionato; la Viola vuole chiudere al meglio anche se sa che non sarà una domenica tranquilla perché i teatini sono un osso duro per tutti soprattutto quando giocano di fronte al proprio pubblico ma i ragazzi del patron Muscolino hanno dimostrato di poter fare risultato anche in palazzetti ostici. La vittoria con il Piacenza mantiene altissime le possibilità di centrare uno dei quattro posti validi per andare ai play-off ma servono due successi i queste ultime gare di un’appassionate regular season.

E si comincia dunque con il primo quarto che dice che la Viola sembra in ritmo offensivo e ne mette ventitre a referto grazie ad un attacco bilanciato. I reggini approcciano bene ma, nel secondo quarto, ecco che si scatenato i teatini che firmano un parziale importante e vanno negli spogliatoi sopra di otto punti. Nel terzo periodo non cambia la musica anzi Chieti allunga sempre di più; Sollazzo è scatenato ed i reggini perdono la via del canestro per un più ventuno che sicuramente dà ampio credito alle speranza di vittorie dei teatini che sembrano in grande serata. Sussulto della Viola che riapre in qualche modo la gara nel quarto periodo; meno dodici dopo tre minuti di gioco. Ma Chieti si ricompatta e ricaccia via i reggini che si ritrovano sul meno quindici a tre minuti dalla fine. Questa volta non succede nulla ed i risultati degli altri campi dicono che Treviso, Recanati e Ferrara se ne vanno in fuga , Treviglio e Ravenna un passo sopra alla Viola con Treviglio decisamente favorita dato che ospita il già retrocesso Ravenna.

Archiviata la sfida, adesso ci saranno pochi giorni di tempo per arrivare pronti all’ultimo atto di questa intensa regular season; venerdì Reggio Calabria arriva il forte Ravenna. Ancora un match e poi si faranno i conti di un torneo che ha regalato grandi emozioni ma che ancora deve mandare in scena una post-season tutta da seguire. La Viola deve sperare adesso in un miracolo per agganciare il quarto posto ma ciò non toglie nulla alla grande stagione della formazione del patron Muscolino che ha saputo riaccendere entusiasmo in una piazza storica che veniva da annate deludenti ma rilanciata alla grande dal progetto dell’imprenditore gioiese.

Fotogallery a cura di Giampaolo Rosati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy