De’ Longhi dilagante contro una spenta Assigeco

De’ Longhi dilagante contro una spenta Assigeco

Grazie ad un super Sabatini, ben spalleggiato dal solito Antonutti, Treviso si guadagna la terza vittoria consecutiva.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – ASSIGECO PIACENZA 93-52 (16-16, 44-29, 75-42)

DE’ LONGHI TREVISO: Brown 11 (5/11 da 2), Sabatini 18 (2/7, 3/4), De Zardo 7 (2/4, 1/2), Rota, Musso 8 (2/5 da 3), Antonutti 18 (1/3, 4/6), Poser 2 (1/1 da 2), Imbrò 15 (4/5, 2/3), Fantinelli 3 (0/2, 1/1), Lombardi 11 (1/3, 3/5), Nikolic (0/1 da 3), ne: Negri.

PIACENZA: Guyton 12 (6/9, 0/6), Passera 2 (1/1, 0/2), Sanguinetti (0/3, 0/1), Diouf 2 (1/2 da 2), Fontecchio (0/2 da 2), Formenti 14 (4/7, 2/4), Infante 4 (1/4 da 2), Alredge 10 (2/6, 0/1), Oxilia 3 (1/4 da 2), Reati 5 (1/3, 1/4), ne: Seye, Livelli.

NOTE: pq 16-16, sq 44-29, tq 75-42. Tiri liberi: Treviso 13/21, Piacenza 9/12. Rimbalzi: Treviso 38 (Lombardi 1+6), Piacenza 33 (Alredge 5+6). Assist: Treviso 26 (Fantinelli 9), Piacenza 9 (Reati 3).

Prima di ritorno questa sera al Palaverde, a fare visita al palazzetto di Villorba c’è l’Assigeco Piacenza. Entrambe le formazioni hanno chiuso il girone di andata con una vittoria in trasferta: Treviso in quel di Orzinuovi e Piacenza contro Ferrara; la situazione in classifica vede avanti la De’ Longhi di due lunghezze grazie al rush finale del girone di andata, ma Piacenza ha il vantaggio dello scontro diretto dovuto alla vittoria di ottobre. La partita è equilibrata per i primi 15 minuti, con un primo quarto all’insegna dello studio reciproco, dopodiché la De’ Longhi si sblocca prima alzando il ritmo e poi trovando eccellenti percentuali da oltre i 6,75. Nel secondo tempo, grazie ad un terzo quarto da 6/9 da tre punti, Treviso si porta a +33 (75-42 al 30’), l’ultimo periodo serve a dare minuti ai giovani Under 20 che vanno tutti a referto. Finisce 93-52, una vittoria dilagante e che dà tanto morale.

PRIMO PERIODO: lo starting five di coach Pillastrini è costituito da Fantinelli, Sabatini e Musso come esterni, Brown e Antonutti da lunghi, l’Assigeco schiera Sanguinetti, Reati e Guyton come front court, Oxilia e Alredge in area. I primi cinque minuti scorrono lenti senza quasi nulla da segnalare, se non che Piacenza sembra dimostrare maggiore personalità offensiva (pur non finalizzando) mettendo in difficoltà la difesa trevigiana: Brown fatica nell’uno contro uno con Alredge e i tagli dal lato debole vengono spesso ignorati (7-8, 5:00). Nella seconda metà della prima frazione aumenta l’intensità, i ragazzi di coach Zanchi creano bene dal pick and roll, sorprendendo una difesa trevigiana assopita in area, Treviso cerca vantaggio dalle scorribande in area di Sabatini e dai suoi scarichi per i tiratori. Alla prima sirena il punteggio è sul 16-16.

SECONDO PERIODO: il secondo quarto si apre in maniera più vivace, le squadre si sono prese le misure a vicenda e ora si affrontano a viso aperto, il ritmo si alza e gli errori restano ancora molti. La De’ Longhi sembra aver trovato la quadra, ossia finalmente riesce a correre e nei minuti centrali di questa frazione piazza un parziale di 10-2, che maschera ancora le molte disattenzioni difensive (29-23, 4:00). Protagonista indiscusso del primo tempo è Gherardo Sabatini (14 punti) che, con la sua seconda tripla, costringe Zanchi a chiamare un time out discrezionale (34-27, 2:30). Il rientro in campo vede una sola squadra e cioè Treviso: il parziale degli ultimi due minuti e mezzo è di 10-2 e alla pausa lunga il tabellone dice 44-29 per i padroni di casa.

TERZO PERIODO: il terzo quarto è il festival delle triple, Treviso è infatti a quattro cesti in altrettanti tentativi e anche quado segna da sotto arriva il gioco da tre punti (59-32, 7:00). La De’ Longhi è uscita dagli spogliatoi compatta e concentrata, tira con percentuali altissime da ogni angolo del campo ma soprattutto da oltre l’arco dei tre punti. Dieci minuti di dominio biancoceleste, i ragazzi di Pillastrini sono un orologio svizzero in attacco, e se vogliamo trovare un difetto possiamo dire che la difesa non è sempre al meglio ma viene graziata dalle bassissime percentuali piacentine. Alla penultima sirena Treviso ha un vantaggio dilagante, +33, 75-42.

QUARTO PERIODO: l’ultimo quarto ha ben poco da raccontare, l’Assigeco ha tirato definitivamente i remi in barca e si lascia affondare in maniera silenziosa, Pillastrini dal canto suo concede minuti importante ai suoi under, i quali danno bella mostra di loro stessi. Il punteggio finale è +41 per Treviso che vince 93-52.

MVP BASKETINSIDE: Gherardo Sabatini 18 punti (3/4 da 3 punti), 6 falli subiti, 3 assist.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy