Derby al cardiopalma e in bilico, alla fine vince Roseto 83-81

Derby al cardiopalma e in bilico, alla fine vince Roseto 83-81

Vince la Mec Energy Roseto il sesto derby d’Abruzzo in tre anni. Non può nulla la Proger Chieti contro il ciclione biancoblu, avendo la peggio in un incontro comunque combattuto, bello e avvincente.

Commenta per primo!

Vince la Mec Energy Roseto il sesto derby d’Abruzzo in tre anni. Non può nulla la Proger Chieti contro il ciclione biancoblu, avendo la peggio in un incontro comunque combattuto, bello e avvincente, deciso quando mancavano una manciata di secondi alla fine del match con una tripla rocambolesca di Yankel Moreno. Non servono a nulla i 29 punti di Lilov e i 23 di Armwood, indubbiamente i migliori nelle file biancorosse. Roseto ha avuto il merito di crederci fino alla fine, di vincere l’emozione nel momento clou dell’incontro e di mantenere la concentrazione necessaria per portare a casa due punti importanti in chiave playoff.

Nelle file rosetane, 26 punti, con il 72% da due e il 33 % da tre per il solito Byron Allen, una mina vagante nell’area della Proger, e Kyle Weaver, 18 punti per lui e sempre presente in campo. Nota di merito va anche alla guardia italo-cubana Yankel Moreno, per 30 minuti un pò in ombra, ma decisivo con una bomba a pochi secondi al termine che mette in ghiaccio la partita. Di fronte a un bel pubblico, si è potuto godere di un notevole spettacolo sia sopra gli spalti che in mezza al campo. Ora la Proger dovrà ricaricare le batterie, trovare le enegie giuste e necessarie per affrontare Ravenna, nel secondo incontro consecutivo in casa domenica prossima.

CRONACA

A palla a due, Chieti schiera Monaldi, Lilov, Sergio, Allegretti e Armwood; risponde con Allen, Moreno, Papa, Weaver e Bryan. Primo quarto di marca teatina, che chiudono sul 24-21, con Lilov e Armwood a giganteggiare in attacco con 8 punti ciascuno. C’è da dire che il quarto era iniziato bene per Roseto, con Allen e Weaver mine vaganti al tiro, più volte dimenticati dalla difesa biancorossa. Con il presguire dell’incontro, Chieti prende bene le misure e inizia a macinare punti, chiudendo bene le maglie difensive.

Il secondo quarto si apre con una penetrazione magistrale di Allen, che accorcia le distanze. Chieti non si perde d’animo, e sfodera un break di 6-0 con Piazza e Vedovato sugli scudi, costringendo coach Trullo a chiamare timeout per fermare l’uragano biancorosso. Alla ripresa dei giochi, Chieti continua a mantenere lo stesso ritmo, toccando anche i +11 (36-25). Di qui, esce tutta la classe di Weaver, che prende letteralmente per mano i biancoblu, accorciando le distanze e portando Roseto a -5. Coach Galli chiede compattezza alla squadra, la Proger timidamente prova a riprendere il ritmo dei primi minuti di gioco e chiude. con una bella tripla Lilov il quarto, inchiodando il risultato sul 48-40 prima dell’intervallo lungo. Alla fine del quarto, 16 punti per Lilov, 13 per Armwood; per Roseto, 11 punti a testa per Bryon Allen e Kyle Weaver.

Il terzo quarto, che si apre con gli stessi quintetti iniziali, presenta Roseto in versione rullo compressore, aggressiva in difesa e chirurgica in attacco, portando il risultato sul 50-51. Galli prova a spezzare il ritmo inserendo Piazza ma la sostanza non cambia: Roseto continuerà a sostenere questo ritmo, con Allen immarcabile e autore di 12 punti nell’arco
del quarto. Chieti, nonostante il pressing asfissante impostato da coach Trullo, riesce a realizzare 12 punti per tutto il quarto, con i soliti Lilov e Armwood trascinatori. Il terzo quarto si chiuderà sul 60-63.

Il quarto quarto si apre con Chieti che sfodera un break di 5-0, riprotando Chieti in vantaggio (65-63). Roseto non si scompone e macina i punti, con Moreno incontenibile dall’arco dei 6.75. Chieti ci proverà fino allla fine, ma il derby d’Abruzzo va comunque, meritatamente, a Roseto. Finirà sul 81-83.

PROGER CHIETI 81 – MEC ENERGY ROSETO 83

PROGER CHIETI: Piazza 6, Allegretti 6, Marchetti ne, Sipala ne, Piccoli 2, Vedovato 2, Sergio 3 ,Lilov 29, Monaldi 10, Armwood 23, De Martino ne. COACH: Galli

MEC ENERGY ROSETO: Allen 26, D’Emilio ne, Borra 4, Ferraro ne, Papa 5, Marini 2, Mariani ne, Trevisan ne, Bryan 9, Marulli 7, Moreno 12, Weaver 18. COACH: Trullo

Cinque falli: Bryan (ROSETO)

MVP BASKET INSIDE: Lilov (CHIETI)- Weaver (ROSETO)

Fotogallery a cura di Andrea Cusano – Giampaolo Rosati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy