DNA, Finale PlayOff Gara1 : il Ruffini si conferma fortino, Matera lotta ma Torino è cinica, 1-0 Pms

DNA, Finale PlayOff Gara1 : il Ruffini si conferma fortino, Matera lotta ma Torino è cinica, 1-0 Pms

Commenta per primo!

TORINO – Partita avvincente, pimpante, equilibratissima al PalaRuffini, per la “prima” della Finale PlayOff di DNA. Lo scontro diretto di qualche settimana fa si è confermato ciò che pensavamo: carta straccia. E gara1 tra Mantial e Bawer diventa il giusto biglietto da visita per una serie che si prospetta tutt’altro che sbilanciata. Complimenti ai lucani, che recuperano alla grande nel terzo quarto, ispirati da un Vitale agonista e superbattagliero, nonostante il pessimo parziale subito a fine secondo quarto, segnato da tre falli tecnici, e un Vico che alla distanza ha inciso meno del solito. Serata storta al tiro anche per Rezzano, Cozzoli non entra in ritmo, ciononostante Matera va nella sua rincorsa, ed è a un passo dagli uomini di Pillastrini, con sole tre lunghezze negli ultimi 2′. Torino è decisamente più brava nel gestire le emozioni: in partenza rompe subito il ghiaccio con l’MVP Conti, spesso rintuzza con Gergati, ed Evangelisti non si smentisce dalla lunetta, confermando l’imbattibilità casalingua dei suoi nel finale. E anche se si fatica tremendamente a rimbalzo in casa gialloblù, anche grazie al duo Rezzano-Vitale condito da un buonissimo Iannuzzi (in doppia doppia, e lucido dalla lunetta), i lunghi Manital ripagano al meglio, e con oltre il 60% dei punti di squadra: Baldi Rossi, Wojchechowski, ma soprattutto Checco Conti, 6/6 dal campo e 23 di valutazione, una vera e propria partita della vita. Tanti i temi da rivivere in cronaca, eppure siamo soltanto al primo atto: appuntamento a Martedì, ore 20.30, in questo Ruffini ancora da espugnare.

PRIMO QUARTO – Pillastrini schiera Wojciechowski, Evangelisti, Baldi Rossi, Tommasini e Gergati, coach Benedetto schiera nello starting five Vitale, Rezzano, Vico, Iannuzzi e Cantone. Proprio Cantone è il primo a bruciare la retina dalla media, i primi punti per Torino arrivano dalla lunetta, portano la firma di Evangelisti. Primi entusiasmi gialloblù al 3′ quando Kuba schiaccia un invito di Tommasini, Matera si affida ad un bel gioco da tre punti concretizzato da Iannuzzi. L’intesa tra il play ex Virtus e perfetta anche due possessi più tardi quando nasce un’azione fotocopia della precedente. Matera dopo un inizio a uomo si dispone a zona, la Manital soffre l’aggressività ospite, Vico porta gli ospiti al +6 (12-6) con una tripla dall’angolo, pareggia il conto Baldi Rossi, ma il secondo fallo di Kuba preoccupa Pillastrini.Seguono un paio di incursioni finalizzate Gergati per Torino e da Rezzano per la Bawer, il pareggio è un’altra conclusione chirurgica di Baldi Rossi. Le conclusioni di Conti ed Evangelisti, intervallate dal solo canestro di Vico per i lucani consentono a Torino di effettuare il primo sorpasso (19 – 16).

SECONDO QUARTO – Si apre con un bel movimento di Rezzano dal post basso, mentre sul fronte opposto prosegue il buon momento di Conti che infila i lucani dalla lunga distanza. Il nervosismo tradisce Cantone : gli arbitri gli sanzionano un antisportivo, l’occasione è ghiotta e la Manital non se la fa sfuggire, in due possessi prima Conti, poi Gergati (tripla) firmano i canestri che consentono ai gialloblù di portarsi sul +9 al 4′ (27 -18). Il magic moment di Conti prosegue, il lungo gialloblù non fa rimpiangere la momentanea assenza di Kuba e colpisce nuovamente dalla lunga, il digiuno per la Bawer è interrotto da un bel gioco da tre punti di Vico. La sfida entra nel vivo : il siluro di Baldi Rossi infiamma il Ruffini, Vico e Cantone trovano un paio di spunti molto buoni per Matera, la Manital sale sul +12 grazie ancora ai suoi pivot Conti (tap in) e Baldi Rossi (schiacciata). La Bawer non demorde e nel finale risale grazie alle incursioni di Samoggia ed ad un gioco da tre punti di Iannuzzi. La Pms respinge le insidie degli ospiti prima con Gergati (realizza un tecnico)dalla lunetta, poi con Kuba che inchioda un bell’assist di Baldi Rossi. La Manital allunga ancora dalla lunetta con Baldi Rossi in seguito ad un altro fallo tecnico sanzionato alla panchina di Matera, si chiude sul 49 -35 per i gialloblù.

TERZO PERIODO – E’ un’altra Bawer in avvio, che trova subito la tripla di Vitale, per la Manital apre le marcature Gergati. Buona circolazione di palla per i lucani in questa fase che trovano un Iannuzzi ispirato, la replica Pms è ancora tutta nelle mani di Gergati che firma 5 punti consecutivi. La Manital tiene i lucani a debita distanza con Kuba che realizza prima in semigancio poi trova il piazzato, la Bawer si affida a Vitale dalla media ed al tap in vincente di Iannuzzi. La Pms amministra, ma la tripla di Rezzano riapre i giochi, il forcing dei lucani ha l’effetto sperato e Iannuzzi riporta il vantaggio gialloblù sotto la doppia cifra (61 -53).

ULTIMO PERIODO – La Bawer mette il fiato sul collo ai gialloblù con la tripla di Vitale in avvio, un accelerazione di Sandri finalizzata da Tommasini sono le giocate più importanti di un vibrante avvio di quarto. Vitale prosegue il suo exploit con una bella iniziativa personale, subito pareggiata da Kuba nel pitturato. La Manital trova ancora gloria in attacco con Conti e Kuba ma è incalzata da Vitale e Iannuzzi e Vico e la Bawer ora è ad un soffio. La tripla di Cantone riporta gli ospiti ad un possesso di distanza, Sandri sull’altro fronte decolla e in tap in ristabilisce le distanze e si ripete in fase difensiva con un gran recupero che è ossigeno per i gialloblù. Un paio di possessi non sfruttati consentono alla Pms di affacciarsi all’ultimo giro di lancette sopra di 5 (71 -66), la girandola dei falli sistematici premia Evangelisti in lunetta che non sbaglia, l’attacco lucano s’inceppa e la Manital si porta così sul 1-0.

MANITAL TORINO – BAWER MATERA 75-66 (19-16; 49-35; 61-53)

TORINO: Evangelisti 11, Wojchechowski 16, Gergati 12, Parente, Conti 17, Tommasini 2, Baldasso ne, Sandri 2, Viglianisi, Baldi Rossi 15. All. Pillastrini.

MATERA: Vico 19, Grappasonni, Cantone 6, Rezzano 5, Vitale 16, Sanmoggia 2, Cozzoli 3, Smorto ne, Giuffrida ne, Iannuzzi 15. All. Benedetto.

Fotogallery a cura di Marco Magosso

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy