DNA Playout – Latina ha il piglio giusto e fa sua Gara1 a Bari

DNA Playout – Latina ha il piglio giusto e fa sua Gara1 a Bari

Commenta per primo!

Inizia con un risultato a sorpresa la serie playout tra LIOMATIC GROUP CUS BARI-BENACQUISTA LATINA. I laziali espugnano con merito il parquet barese annullando così l’avverso fattore casalingo, e compiendo un importante passettino verso la permanenza nella categoria.

Alla palla a 2 iniziale BARI, priva del lungodegente Didonna e con Bonfiglio non al meglio, schierava La quintana, Ruggiero, Cardillo, Bonessio e Bisconti; LATINA priva invece degli infortunati Santolamazza e Dilani, schierava Tavernelli, Potì, Carrizo, Canavesi e Gagliardo.

L’impatto dei baresi sul match era devastante per LATINA che si ritrovava in meno di 2 giri di lancette gia sul 10-2 frutto dei canestri di Ruggiero, Bonessio e Bisconti intervallati dal momentaneo pareggio di Gagliardo. 5 possessi ben sfruttati dai bianco-rossi abilissimi ad attaccare il ferro ed a concretizzare al meglio l’iniziale sbandamento dei nero-azzurri. Ma era un fuoco di paglia perché Potì con 7 punti di fila concretizzava il –1 in un amen e 2 liberi di Gagliardo ribaltavano la situazione. Barozzi rispondeva a stretto giro con 2 canestri che riportavano BARI avanti, ma LATINA era sempre lì pronta a rientrare e lo faceva con 2 liberi di Tavernelli. Un costante botta e risposta caratterizzava così la fine del primo quarto con Barozzi e Bonessio da una parte, Potì, Carrizo ed il neo entrato Cecchetti dall’altra che sulla sirena di fine quarto segnava il canestro del 19-21 con cui si chiudeva un avvincente primo quarto.

Il secondo quarto diventava agonia per i padroni di casa incapaci di attaccare al meglio la zona 1-3-1 ordinata da coach Billeri, che a sua volta ruotando un pò di uomini riusciva a trovare buone soluzioni offensive che propiziavano il primo allungo pontino dopo l’iniziale gioco da 3 punti di Ruggiero. Capitan Plateo da 3, Cecchetti, Tavernelli e Canevesi stampavano un clamoroso 13-0 di parziale che regalava al 18’ il massimo vantaggio laziale di 12 lunghezze (24-36), complice una serie infinita di palle perse dei baresi totalmente in panne contro l’aggressiva zona dei latini. L’emoraggia da canestri era tamponata da 2 liberi di Laquintana che rendevano meno pesante il divario, ma le brutte notizie non mancavano per i baresi con Bonessio e Ruggiero gia a quota 3 falli. La seconda frazione si chiudeva sul 26-36 ospite.

Nel terzo quarto BARI continuava a litigare col ferro specie nella conclusione dalla lunga distanza, mentre il pivot Gagliardo riampliava la forbice con 5 punti tutti suoi (2 liberi ed una bomba) che dava a LATINA il nuovo massimo vantaggio +13 (28-41). Ci pensava capitan Ruggiero a dare segni di vita ad una squadra che non riusciva a trovare la reazione per svoltare la partita. Un piccolo sussulto i baresi lo hanno sul finire di terzo quarto con un break di 7-0 griffato Bisconti-Cardillo che vedeva BARI arrivare a –6 (43-49) non senza qualche difficoltà, ma Cecchetti e Carrizo dalla lunetta rimettavano la doppia cifra di vantaggio che chiudeva il terzo quarto sul 43-53.

L’ultimo quarto diventava cosi agonia per i biancorossi incapaci di impensierire i pontini ottimamente concentrati e sul pezzo in degno stile playout. Anzi, i laziali trovavano con ancor più facilità la retina con le scorribande di un ottimo Tavernelli (13 punti e 7 assist per lui), della sostanza di un solido Gagliardo (11 punti e 2 stoppate) oltre alla chirurgica precisione dalla lunetta di tutta la squadra (20/22 compessivo dalla linea della carità). BARI invece tra forzature e palle perse (23 totali) si disuniva e con chiari cenni di nervosismo (vedi tecnico fischiato a Bisconti) crollava sotto i colpi impietosi dei laziali. Unico a salvarsi nel marasma generale il solito generosissimo Bonessio (15 punti per lui). Finiva con la gioia di alcune decina di tifosi pontini ed il tabellone che recitava 59-73.

BARI fallisce clamorosamente il primo appuntamento di questa serie playout in una partita mal giocata, con scarsissime percentuali al tiro (solo 2/12 da 3), tante plla perse e molti uomini nervosi. In aggiunta registriamo la tegola del riacutizzarsi dell’infortunio muscolare di Bonfiglio costretto ad uscire. Servirà ben altro spessore e rabbia in gara-2 martedì se si vuol mantenere realmente la categoria.

LATINA sbanca il pala Florio con pieno merito con una partita che a parte i primi minuti, ha condotto sempre e con distacchi importanti che oscillavano sulla doppia cifra. Una partita di carattere, di intensità difensiva e giuste scelte offensive con ben 5 giocatori in doppia cifra per punti realizzati, nonostante Carrizo, primo terminale offensivo dei nero-azzurri fosse stato ben contenuto.

Ribaltando così il fattore casalingo avverso, i laziali possono concentrarsi meglio sui prossimi ravvicinati impegni in programma a cominciare da marted’ sera dove occorrerà emulare se non addirittura far meglio di stasera per poi tornare a LATINA forti di un bel vantaggio.

Mediocre l’operato della coppia arbitrale.

QUI LATINA (a cura di Alessandra Ortenzi)

Si è chiusa questa gara 1 contro un Bari poco determinato a portarsi a casa questo risultato importantissimo. Il Latina Basket, con grande tranquillità,  centra l’obiettivo di conquistare la prima gara della serie, giocando una
partita in cui non ha mai sofferto la pressione dell’avversario.

Reduci da una sconfitta sul campo del Cus, i Pontini sono approdati al PalaFlorio in una formazione diversa : assenti Milani e Santolamazza ed in campo Carrizo, Canavesi e Tavernelli.

Dopo un inizio che vedeva il Bari condurre i primissimi minuti di gioco, i ragazzi di coach Billeri si sono assestati e quadrati e sono partiti con questo crescendo di azioni che hanno portato alla vittoria. Uno strepitoso Tavernelli, affiancato dall’esperto Plateo, un granitico  Gagliardo sottocanestro ed i compagni neroazzurri pronti ad intervenire in un
gioco a zona che ha dato i suoi risultati, hanno delineato sin da subito la  gara : Bari è sempre stata a distanza e i ragazzi pontini hanno abbandonato il PalaFlorio da vincitori.  Martedì si torna a giocare al PalaIzzo, il campo del CUS sul lungomare. Un  impianto piccolo, rispetto ad PalaFlorio, dove sicuramente si farà sentire la  pressione del tifo casalingo. Non bisogna perdere di vista l’obiettivo : gara 2 è dietro l’angolo.  Sicuramente sarebbe semplice poter contare sullo sbigottimento e sulla forte  pressione che i baresi hanno subito anche dalla loro stessa tifoseria  abbandonando il campo di gioco. Ma la reazione potrebbe essere un’altra : i  ragazzi di Coach Putignano, colti nell’orgoglio, vinti in casa, potrebbero  reagire con la forza del carattere e riaprire i giochi. Il cammino è lungo, ci  aspettano altre 4 gare da giocare, fatte di sudore, fatica, emozione e  sofferenza. Questi sono i PlayOut. Questa è la pallacanestro.

LIOMATIC GROUP CUS BARI-BENACQUISTA BASKET LATINA 59-73

LIOMATIC GROUP CUS BARI: Bisconti 13, Di Fonzo n.e., Barozzi 7, Laquintana 4, Tomasello, Cardillo 7, Iacovelli n.e., Bonessio 15, Bonfiglio 2, Ruggiero 11. All.: Putignano.

BENACQUISTA BASKET LATINA: Pastore, Tavernelli 13, Plateo 12, Potì 10, Arrigoni 3, Longobardi n.e., Carrizo 10, Cecchetti 6, Gagliardo 11, Canavesi 8. All.: Billeri.

Percentuali: BARI tiri da 2 16/36; tiri da 3 2/12; tiri liberi 21/25; rimbalzi 33 (Barozzi 8); assist 8 (Bonessio 4).

LATINA tiri da 2 19/44; tiri da 3 5/18; tiri liberi 20/22; rimbalzi 34 (Canavesi 7); assist 16 (Tavernelli 7).

Progressivi: 5’ 12-11; 10’ 19-21; 15’ 24-30; 20’ 26-36; 25’ 34-43; 30’ 43-53; 35’ 50-61; 40’ 59-73.

Arbitri: Luca BONFANTE di Rovigo; PierAntonio RIOSA di Trieste.

Note: Usciti 5 falli Ruggiero (BARI)
Fallo antisportivo Potì (LATINA)
Fallo tecnico Bisconti (BARI)

Spettatori 600 circa con una piccola rappresentanza di tifosi di LATINA.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy