Il primo derby delle Marche è di Jesi, battuta Recanati

Il primo derby delle Marche è di Jesi, battuta Recanati

Il primo match casalingo per Jesi si conclude positivamente. Un derby dal risultato non scontato, che ha visto protagonisti Maganza e gli americani in maglia arancioblù e i leopardiani Reynolds, Loschi, Sorrentino e Pierini.

Il primo match casalingo per Jesi si conclude positivamente. Un derby dal risultato non scontato, che ha visto protagonisti Maganza e gli americani in maglia arancioblù e i leopardiani Reynolds, Loschi, Sorrentino e Pierini. 2681 gli spettatori, con una buona presenza recanatese che ha contribuito a rendere la partita più emozionante grazie a un tifo appassionato e pulito.

Due vittorie sudate anche quelle delle due compagini nella precedente giornata: è l’americano Davis a regalare due triple a Jesi nell’ultimo minuto contro Mantova, mentre per Recanati è decisivo su Imola capitan Pierini a 2” dal termine.

Quintetti:  Jesi- Battisti, Maganza, Bowers, Davis, Benevelli

Recanati- Reynolds, Pierini, Loschi, Sorrentino, Maspero

PRIMO QUARTO: È Pierini a inaugurare il palasport jesino con i primi due punti della partita. Davis sblocca Jesi ferma sul 2-6, e Battisti mette subito a segno una tripla che regala il primo vantaggio all’Aurora. Le due compagini si contendono il quarto senza far mancare belle azioni come il recupero di palla di Davis che si conclude con una tripla di Benevelli. Ancora l’ala USA jesina realizza un gioco da tre per fallo di Pierini, poi ruba palla e va in contropiede, ma Maspero gli presenta il conto di una tripla. Il quarto si conclude 21-22 a favore dei leopardiani.

SECONDO QUARTO: Dopo il primo firmato Davis (fin qui 13 punti e un rimbalzo), il secondo quarto si fa più equilibrato ed aggressivo, con meno canestri e meno protagonismi. Una tripla più libero ad opera di Benevelli accende l’ UBI BPA Sport Center a pochi minuti dal termine (32-31). La prima metà della partita si chiude sul 35 pari, con buone prestazioni da parte di Janelidze (3 punti, 3 rimbalzi), Bowers (4 punti, 4 assist e 4 rimbalzi) e Benevelli (9 punti, 2 rimbalzi, 2 assist) per Jesi e Pierini (10 punti, 4 rimbalzi) e Sorrentino (2 rimbalzi, 2 assist, 5 punti) per Recanati.

TERZO QUARTO: Al ritorno dagli spogliatoi, Battisti serve un assist in contropiede per Maganza in apertura di quarto. Una tripla di Davis che porta i suoi al 45-39 e il quarto fallo di Reynolds costringono coach Calvani al timeout, che però non impedisce a Janelidze di realizzare un gioco da tre, grazie al quale Jesi tocca il suo maggior vantaggio. Davis infila altri due punti tra una tripla aperta di Sorrentino e una di Loschi. La chiusura del quarto porta il nome di Bowers sul 54-47.

QUARTO QUARTO: La mano calda di Bowers mette gli unici 6 punti aurorini della prima metà di quarto. Decisivo anche Maganza nell’allungare la distanza tra le due squadre, trovandosi di fronte una Recanati ancora combattiva ma stanca, fino all’uscita di Reynolds per 5 falli a -1’ dal termine. Non basta la tripla di Sorrentino, e Jesi intasca il derby per 68-61.

AURORA BASKET JESI – AMBALT RECANATI 68-61

Parziali: 21-22; 35-35; 54-47; 68-61 (21-22; 14-13; 19-12; 14-14)

Aurora Basket Jesi: Filippo Alessandri, Simone Mentonelli n.e., Matteo Battisti 3, Guido Scali n.e., Marco Maganza 10, Samuele Moretti n.e., Giga Janelidze 6, Tim Bowers 13, Joseph Vita Sadi n.e., Dwayne Davis 27, Andrea Benevelli 9, Andrea Picarelli

Coach Jesi: Damiano Cagnazzo

Ambalt Recanati: Jalen Reynolds 8, Leonardo Marini 4, Attilio Pierini 10, Gianmarco Armento n.e., Federico Loschi 16, Riccardo Bolpin 2, Riccardo Andrenacci n.e., Gennaro Sorrentino 14, Massimiliano Fossati, Giacomo Maspero 5, Nicolas Breccia n.e., Stefano Spizzichini 2

Coach Recanati: Marco Calvani

Arbitri: Andrea Longobucco di Ciampino, Claudio Di Toro di Roma, Achille Ascione di Caserta

Mvp BasketInside: Dwayne Davis (27 punti, 6 rimbalzi, 1 assist, 1 palla recuperata)

Fotogallery a cura di Andrea Medici e Alfonso Alfonsi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy