Esordio amaro per Orzinuovi: Green è incontenibile

Esordio amaro per Orzinuovi: Green è incontenibile

L’Agribertocchi Orzinuovi cade 73-78 tra le mura amiche al suo esordio assoluto in Serie A2 . Dall’altra parte un’Alma Trieste di luci e ombre può contare sui 26 del sempre efficace Green.

Commenta per primo!

L’Agribertocchi Orzinuovi cade 73-78 tra le mura amiche al suo esordio assoluto in Serie A2 . Dall’altra parte un’Alma Trieste di luci e ombre può contare sui 26 del sempre efficace Green. Inutili per la Walcor i 17 di Scanzi e Olasewere  ma interessanti e confortanti l’ottimo finale di gara e un pubblico sempre caldo e numeroso, nonostante il nuovo impianto ospitante a 40 km da casa. Tourè segna i primi 2 storici punti dell’Orzibasket in A2 che, sull’onda dell’entusiasmo, si porta sul 5-1 dopo 3′. Il tratto iniziale di match è decisamente improntato sulla difesa, il tabellone dice infatti 5-5 a metà prima frazione. La musica cambia con l’ingresso di Ruggiero per Zambon che permette alla squadra di casa di sfruttare penetrazioni e scarichi: a 1’35” dalla fine del primo quarto coach Dalmasson è costretto al primo time-out sul 16-13. Al rientro una bomba di Baldasso riporta la gara in perfetta parità. Molti errori offensivi da parte di entrambe le squadre stanno facendo risaltare la straordinaria prestazione a rimbalzo di capitan Valenti che, con 5 punti a referto, sta mantenendo saldamente in gara l’Orzibasket. Dall’altra parte un buon Green da 6 punti permette all’Alma di condurre 18-17 al termine del primo quarto. L’inizio di seconda frazione dei friulani è roboante: 2 punti di Green e 8 in fila di Fernandez, nel palazzetto che l’ha consacrato con la maglia di Brescia, obbligano coach Crotti al time-out; dopo 4′ il punteggio è di 19-26. Sollazzo rompe finalmente il ghiaccio ma i limiti offensivi della compagine orceana sono evidenti. Alcune leggerezze difensive su Green e Coronica consentono all’Alma di allungare pericolosamente per la prima volta in questa gara, appollaiandosi sul 41-28 alla pausa lunga.

Un sontuoso Green da 16 punti sta legittimando il ruolo da seria pretendente al trono della sua Trieste mentre sul lato opposto Tourè e Sollazzo tentano di supportare Rudy Valenti in questo scontro impari, ma senza cavarne alcunché. Al rientro sul parquet un moto d’orgoglio passa per le mani di Olasewere prima e Sollazzo poi che, nonostante un Cittadini in grande spolvero, tengono a galla il vascello di coach Crotti. A 4′ dal termine della terza frazione 53-40 e time-out Trieste. Il minuto non sembra annebbiare le idee di una rinfrancata Agribertocchi: Prandin e il solito Green provano a scrollarsi i bresciani di dosso ma Olasewere e una gran tripla di Scanzi fanno 45-57. Un altro canestro da 3 di Scanzi rianima il palazzo ma l’euforia dura poco: gli ennesimi punti nel traffico di Javonte Green e in transizione di Prandin sistemano Trieste su un più confortante +13 sul finire del terzo quarto. Un clamoroso crollo psicologico degli ospiti permette però ai bresciani di rientrare in partita: mirabolante Scanzi con 6 punti in fila, di là il solo Green non può reggere il peso dell’attacco. Olasewere risorge poi improvvisamene dalle ceneri e a 5′ del termine della gara è time-out Trieste sul sorprendente punteggio di 63-67. Nonostante il tifo assordante e l’ottimo repertorio offensivo dell’Orzibasket gli uomini di coach Dalmasson non mancano di freddezza. Green e Cittadini rispondono per le rime a Valenti e Ruggiero e strappano i primi 2 punti della stagione ad un’ostica Orzinuovi: finisce 73-78.

Orzinuovi 73 Trieste 78

Agribertocchi Walcor Orzinuovi: Olasewere 17, Borghetti n.e., Zanardi n.e. Valenti 11, Antelli , Zambon 6, Scanzi 17, Ruggero 6, Toure 7, Sollazzo 9.

Alma Trieste: Coronica 4, Fernandez 13, Green 26, Milic, Schina, Baldasso 5, Deangeli, Janelidze 2, Giustolisi, Prandin 11, Loschi 2, Cittadini 15.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy