Ferrara ci prova ma non basta, il derby va a Imola

Ferrara ci prova ma non basta, il derby va a Imola

Commenta per primo!

Serata amara per i biancoazzurri che al PalaHiltonPharma non riescono a dare continuità ai recenti successi perdendo per 74 a 75 contro un’Imola sempre più sorpresa del campionato. Bravi i ragazzi di Ticchi a tenere i padroni di casa ad un punteggio abbastanza basso, sfruttando una maggiore profondità della panchina (17 punti contro i 3 di Ferrara) e la fisicità di Washington. La Bondi ha dato tutti quello che poteva, con le doppie doppie di Henderson (16+10) e Brkic (14+12) e tutto il quintetto in doppia cifra. Le rotazioni cortissime però hanno fatto arrivare Losi e compagni con il fiato cortissimo nel finale; si evidenzia quindi come i recenti successi abbiano mascherato le palesi mancanze sul mercato della società nel sostituire l’infortunato Ibarra.

L’avvio di gara vede protagonista Anderson che manda a bersaglio tutto ciò che tocca (14 nel primo quarto per lui), ma Ferrara controbatte con l’asse Bucci-Brkic molto efficace (11-7 al 5′). Come dicevamo è Anderson il protagonista assoluto, tre triple consecutive a segno e biancorossi che prendono due possessi di vantaggio (13-18 al 8′). Ferrara non riesce a mettere in ritmo Rush e Losi così Imola grazie all’astuzia di Prato termina avanti il primo quarto 15-20.

La seconda frazione si apre con tante palle perse da ambo i lati, le percentuali si abbassano e Ferrara rimane attaccata alla partita principalmente grazie ai guizzi di Henderson (23-25 al 15′). Negli ospiti torna a farsi vedere Anderson al quale ribatte Losi col palleggio arresto e tiro, la gara rimane molto bloccata con la difesa di Imola brava a bloccare Rush e Brkic con le buone e soprattutto le cattive. Si va all’intervallo con gli ospiti avanti 32-33.

Alla ripresa delle ostilità e Brkic a colpire due volte da fuori, il lungo è bravo anche a mettere in ritmo Rush (40-35 al 24′) ma Imola non molla di un centimentro facendo valere i chili di Washington e Maggioli. L’inerzia ora è volatile ed è Ferrara ad approfittarne: Henderson trova due punti dalla spazzatura e Losi si accende con tre triple delle sue che fanno esplodere il PalaHilton Pharma (55-45 al 28′). Imola incassa il colpo ma non molla, schiacciatona di Washigton e cinque liberi ingenuamenti concessi ad Hassan fanno finire il terzo quarto 55-51.

Inizia il quarto decisivo e Amoni colpisce subito da tre, Bucci e Lestini rispondono seguiti dalla controreplica di Prato (62-61 al 32′). La partita ora è divertente e le squadre rispondono colpo su colpo, Imola si mette a zona ma le zingarate a centroarea di Bucci sono efficacissime, Imola fatica a trovare alternative a Anderson e Washingot e ora Ferrara ci crede (70-64 al 36′). Col passare dei minuti però l’attacco estense si inceppa, incartandosi in isolamenti che portano solo tiri forzati, i biancorossi invece in un modo o nell’altro sfruttano le accelerazioni di Sabatini e Washington impattando sul 70 pari al 38′. I biancoazzurri perdono lucidità e di conseguenza palloni pesanti, Anderson ne approfitta per fuggire a firmare il -2. Nell’ultimo minuti la Bondi riesce ad avere un paio di possessi difensivi efficaci ma Rush sbagliando due liberi decisivi, Imola allora ne approfitta con il mortifero gioco da tre punti di Washington (72-75 a 30″). Sul possesso successivo il tap in in schiacciata di Henderson firma il -1, Ferrara difende poi benissimo contringendo Imola a forzare il tiro ma, con sette secondi rimasti sul cronometro, i ragazzi di coach Morea non riescono ad imbastire un’azione per tentare il tiro della vittoria permettendo così ai biancorossi di espugnare il PalaHiltonPharma per 74 a 75.

MVP Basketinside: Leonard Washington (13 punti, 12 rimbalzi, 3 assist e 2 stoppate).

Bondi Ferrara – Andrea Costa Imola 74-75 (15-20; 17-13; 23-18; 19-24)

Ferrara: Rush 12, Bucci 14, Losi 15, Henderson 16, Brkic 14, Lestini 3, Ebeling 0, Ghirelli 0.

Imola: Washington 13, Maggioli 4, Anderson 22, Hassan 13, Sabatini 6, Sgorbati 0, Amoni 5, De Nicolao 2, Prato 10.

Fotogallery a cura di Alessio Munari

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy