Ferrara trionfa nel derby contro Imola

Ferrara trionfa nel derby contro Imola

La Bondi vince 105-91 gestendo al meglio il clamoroso primo tempo giocato e chiuso a quota 63 punti

di Andrea Mainardi

Altra importantissima boccata d’ossigeno per il Kleb Basket che incamera due punti molto pesanti vincendo uno dei derby storicamente più sentiti. Merito della clamorosa prova balistica di squadra nel primo tempo e della durezza mentale vista nel secondo, che ha consentito di reggere l’urto dei biancorossi capaci anche di arrivare fino al -7.

PRIMO QUARTO: Imola inizia subito aggressiva sotto canestro e carica di falli Molinaro, costretto alla panchina dopo poco più di un minuto. Per la Bondi positivo Calò in avvio con cinque punti e, dall’altra parte, lo stesso si può dire per Simioni (12-7 al 3′). Il primo mini parziale arriva in favore di Ferrara grazie ad altri cinque punti con Calò ancora a segno dall’arco e Campbell che appoggia in transizione. Bene anche a rimbalzo difensivo i biancoazzurri, fondamentale che troppe volte è stato il tallone d’Achille della squadra estense. Dalla panchina coach Leka pesca anche il ritrovato Ganeto che dalla media segna il +11 mentre Imola continua a sparacchiare da tre. Ancora Ganeto e Campbell trascinano Ferrara addirittura sul 26-12 al 7′. I biancorossi provano a difendere a zona ma Swann e Campbell dialogano benissimo a due ed il primo quarto finisce 33-20.

SECONDO QUARTO: Si riprende con Campbell ancora infallibile dal campo sia dalla media che dalla distanza, tanto che la Bondi raggiunge addirittura il +19 mentre per Imola segna solo Bowers in appoggio. L’ala americana è uno spettacolo per gli occhi e gli ospiti sono impotenti davanti al suo personalissimo show (43-22 al 13′). Imola nonostante le buone trame offensive continua a non vedere il canestro da tre punti, se non con Crow dall’angolo ma la Bondi resta saldamente avanti. Infatti dopo una perfetta circolazione di palla anche Barbon va a segno da tre (48-27 al 15′), seguito tanto per cambiare dal canestro con fallo di Campbell. Le percentuali al tiro del Kleb sono irreali fino ad ora (otto errori su ventinove tiri complessivi con 9/12 da tre) e la partita rischia già di essere segnata per l’Andrea Costa. Cinque punti consecutivi di Fultz sembrano ridare un pò di inerzia ad Imola ma Ganeto replica con due canestri importantissimi frutto anche della grande difesa di Campbell. Il primo tempo infine è chiuso da ancora da Campbell con un appoggio facile facile che fissa il punteggio sul 63-38.

TERZO QUARTO: Simioni e Ganeto iniziato segnando da tre, le percentuali di Imola salgono anche a causa di una Bondi meno attenta in difesa e lo svantaggio dei biancorossi si riduce sul 68-51 con il canestro di Crow al 23′ (5-13 di parziale). I liberi di Simioni e l’appoggio di Bowers ricuciono ulteriormente le distanze, Panni di forza ristabilisce il +15 ed ora la partita è un susseguirsi di canestri. Imola riesce ora a mettere in ritmo i proprio americani, mentre la Bondi si mette nelle mani di Swann che arma il braccio di Ganeto per la tripla del 75-59 al 27′. Sia Ganeto che Fantoni però raggiungono quota quattro falli e le rotazioni estensi si fanno più corte complice anche l’infortunio muscolare che ha messo fuori dai giochi Calò. A pochi secondi dal termine del quarto ancora Swann è altruista e mette in ritmo Liberati da tre. Dall’altra parte Bowers batte Mazzoleni ed appoggia al ferro ma resta il tempo per un clamoroso gioco da tre punti di Molinaro che schiaccia e subisce fallo con un centesimo rimasto sul cronometro (81-66).

ULTIMO QUARTO: Imola non demorde e torna a farsi sotto con Raymond da tre ma non riesce a rentrare davvero in partita. Infatti Swann finalmente si sblocca da tre punti, replica Bowers da campione sempre dall’arco (86-74 al 33′). Lo stesso americano serve poi Simioni per l’appoggio del -11 e Fultz riapre tutto col gioco da tre punti assieme al clamoroso fallo tecnico di Fantoni. Il suo è il quinto fallo ed i biancorossi si riportano sul -7 con cinque minuti da giocare. Lo psicodramma in casa estense è ad un passo dal compiersi ma il Kleb dimostra grandissima solidità mentale: Panni segna due liberi, Campell subisce fallo da Raymond in attacco e Molinaro schiaccia di prepotenza per il nuovo +11. Ancora Molinaro poi si rende protagonista in difesa stoppando Raymond e sul ribaltamento Ganeto da tre è chirurgico facendo esplodere di gioia il palasport ferrarese (97-85 al 38′). L’ultimo sussulto imolese arriva col -10 raggiunto a causa del canestro con fallo subito da parte di Raymond ma il tempo rimasto è poco e addirittura Panni la chiude con cinque punti consecutivi che fanno terminare l’incontro con Ferrara che vince 105-91 e ribalta anche la differenza canestri.

Bondi Ferrara – Le Naturelle Imola Basket 105-91 (33-20, 30-18, 18-28, 24-25)
Bondi Ferrara: Folarin Campbell 29 (7/9, 2/7), Gabriele Ganeto 23 (5/7, 4/5), Alessandro Panni 11 (2/3, 1/2), Isaiah Swann 9 (1/4, 2/5), Lorenzo Molinaro 8 (3/5, 0/3), Ruben Calò 8 (1/1, 2/2), Davide Liberati 6 (0/0, 2/4), Cesare Barbon 6 (0/0, 2/2), Tommaso Fantoni 5 (2/7, 0/0), Andrea Mazzoleni 0 (0/1, 0/0), Simone Conti 0 (0/0, 0/0), Alessio Petrolati 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 26 – Rimbalzi: 36 8 + 28 (Lorenzo Molinaro 9) – Assist: 23 (Folarin Campbell, Isaiah Swann 6).
Le Naturelle Imola Basket: Timothy jermaine Bowers 26 (6/10, 4/8), B.j. Raymond 24 (6/11, 2/5), Alessandro Simioni 19 (3/4, 2/3), Robert Fultz 10 (3/5, 1/4), Nicholas Crow 9 (2/3, 1/3), Emanuele Rossi 3 (1/1, 0/0), Mattia Magrini 0 (0/1, 0/3), Marco Montanari 0 (0/0, 0/2), Nicola Calabrese 0 (0/0, 0/0), Saliou Ndaw 0 (0/0, 0/0), Thomas Wiltshire 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 24 – Rimbalzi: 30 4 + 26 (B.j. Raymond, Alessandro Simioni 7) – Assist: 20 (Robert Fultz 7)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy