Finale G3- La Virtus si aggiudica gara 3 e promozione in Serie A

Finale G3- La Virtus si aggiudica gara 3 e promozione in Serie A

I felsinei espugnano l’Alma Arena ponendo fine alla sua imbattibilità e conquistandosi meritatamente la serie A dopo un anno di purgatorio. Trieste si deve arrendere dopo un annata assolutamente straordinaria.

Commenta per primo!

Gara 3 della finale Play-Off di A2 è già una partita decisiva nella serie; “Do or die” per l’Alma padrona di casa che non può permettersi di sbagliare davanti al pubblico; il primo match point per la serie A, invece, per gli ospiti della Virtus Segafredo Bologna. Le due formazioni si presentano a questo appuntamento al completo e senza nessuna defezione dell’ultimo minuto.

Primo quarto che comincia con Parks, Green, Cavaliero, Da Ros e Coronica sul parquet per i triestini, Umeh, Lawson, Rosselli, Ndoja e Spissu sono i 5 scelti da coach Ramagli. Cavaliero sblocca la contesa con un jumper dalla media, Lawson dall’altra parte sblocca gli ospiti con una tripla. Parks sembra essersi messo alle spalle le ruggini felsinee ed infila la prima tripla della sua serie (5-3). Ndoja non è da meno e referta il sesto punto dei viaggianti prima dell’azione da highights fornita dal duo americano in maglia biancorossa; Parks la alza e Green vola per la prima volta sopra il ferro (7-6). I ragazzi di Ramagli sono concentrati rispondendo colpo su colpo e grazie ad un 6-0, firmato Rosselli-Lawson mettono già due possessi di vantaggio tra le due contendenti. Trieste è in rottura prolungata in attacco mentre Bologna è più sciolta, non sembra sentire la pesantezza della gara e Spissu firma il quattordicesimo punto dei suoi che vale addirittura il doppiaggio sul 7-14 a metà frazione. Coronica sblocca i suoi, ma è solo un’illusione perché dopo questo centro dal campo le due formazioni rimangono a secco per più di due minuti ed il risultato recita Alma 9-15 Virtus dopo il libero di Ndoja. Green con la specialità della casa, recupero e contropiede ad alta velocità, torna a smuovere il tabellino, ma le distanze restano ancora di 4 punti. Cavaliero, con un appoggio, e Green, con il secondo recupero nel giro di un minuto, firmano la parità ad 1’10” dalla fine. Gentile migliora le medie degli ospiti dalla linea della carità col due su due; ma Baldasso non trema neppure lui dai liberi e siamo di nuovo pari. Spizzichini non è altrettanto lucido dalla linea dei 6 metri convertendo solo un libero a propria disposizione; sul ribaltamento di fronte Cittadini recupera un pallone dalla spazzatura e lo converte nei due punti che danno il primo vantaggio ai giuliani. Il quarto si concluderà sul 19-18 confermando l’equilibrio già visto nelle partite precedenti.

Seconda frazione che si apre subito sullo step-back di Da Ros (21-18), ma Lawson non ha intenzione di rendere la vita facile ai triestini e con la sua seconda tripla si torna in pareggio. Baldasso firma la tripla che rimette il possesso pieno tra le due formazioni, ma Umeh si dimostra ancora una volta implacabile dall’arco riportando i suoi a -1. Gentile, Bruttini ed Umeh capovolgono l’inerzia del match con gli emiliani che volano sul +5 (24-29). Prandin smuove la retina per i biancorossi, i bianconeri da canto loro hanno sempre un’arma offensiva con cui replicare e questa volta è il turno di Bruttini. Baldasso, da distanza siderale, riconduce i triestini a soli due punti, ma il folletto con il numero tre in maglia bianconera ne firma altri due e siamo sempre a 4 punti di margine. Baldasso è letteralmente infuocato, in un sol colpo mette a segno la terza tripla ed è il primo giocatore a raggiungere la doppia cifra. Le Vunere peccano in difesa ed il cecchino di Collegno le punisce con la quarta tripla riportando gli alabardati avanti prima che Spissu scriva nuovamente il suo nome sul referto con una conclusione da oltre i 6 metri e 75. Cavaliero con una vera magia dal cuore dell’area porta avanti i suoi di un punto, ma Lawson, proprio sulla sirena, converte l’alley-oop che manda le sfidanti al riposo sul 37-38.

Terzo periodo riparte coi due liberi a firma di Lawson pareggiati dall’appoggio di Parks che rimette un solo punto di margine (39-40). Rosselli nel cuore dell’area, Parks in tap-in si rispondono a distanza, ma i punti servono solo a rimpolpare i tabellini. La tripla di Da Ros smuove la situazione di stallo che si era creata tra le due squadre e Pecile, col primo canestro della sua partita, consegna addirittura il +4 ai padroni di casa. Ndoja non sfrutta a pieno l’antisportivo fischiato ai danni di Da Ros, ci pensa la solita guardia texana a rimettere a posto le cose (46-45). Green, col tap-in in schiacciata, ridà 3 punti di vantaggio prima che Bologna apra il break di 4-0 che ribalta la testa dell’incontro (48-49). L’ala della Virginia non è in serata di grazia ai liberi e ne converte solo uno, dopo l’ennesimo viaggio in lunetta, per la momentanea parità (49-49). Ci pensa Lawson, con un gancio cielo, a riportare avanti i viaggianti; Pecile però, non ci sta a perdere firmando il nuovo equilibrio a quota 51. Il centro californiano in continua ad essere un fattore determinante e col quindicesimo e sedicesimo punto del suo match aggiorna il parziale sul 53-51 per le Vu. Un mini break di 3 a 0 firmato Gentile-Spissu regala due possessi alla squadra del capoluogo emiliano prima che venga interrotto dal solito Baldasso. I liberi di Lawson mandano a riposo le contendenti sul 54 a 58.

Il quarto ed ultimo quarto si preannuncia infuocato e determinante ai fini del prolungamento o meno della serie. Umeh torna prepotentemente sulla scena della partita caricandosi sulle spalle l’intero attacco bolognese e firmando un parziale di 5 a 0 in solitaria (54-63). Green mette un freno al parzile ospite rispondendo con altrettanti punti e riportando il gap a 4 lunghezze (59-63). Il numero 5 biancorosso raggiunge quota sedici punti ed ora la partita è più che mai viva (61-63), prima che sempre l’ala della Virginia firmi il pareggio a quota 63. Rosselli, con un movimento in post basso, da giocatore navigato, riconsegna la leadership ai viaggianti, margine rimpolpato dalla schiacciata del solito Lawson l’azione dopo (64-67). Da Ros corre il campo come una guardia ed insacca il -1. Spissu con la tripla mortifera decreta la fine del match ed il ritorno nella massima serie delle Vunere. La partita si concluderà poco dopo sul 66 a 72. Trieste si deve arrendere dopo un annata assolutamente straordinaria soprattutto in casa dove chiude con lo straordinario record di 22 vittorie e solo 2 sconfitte ed a 3 passi da un sogno improponibile oltre che impensabile ad inizio stagione. Bologna con merito torna in serie A, si è dimostrata più squadra e solida nei momenti caldi e difficili del match, oltre ad annoverare giocatori sicuramente fuori categoria.

MVP Basketinside.com: Michael Umeh. La guardia texana è il protagonista degli allunghi bolognesi e pur non essendo preciso come nelle partite casalinghe risulta determinante ai fini della vittoria ospite.

Spettatori: 7000 paganti

Arbitri: C. Borgo (Dueville-VI), G. Ciaglia (Caserta), G. Capotorto (Palestrina-RO)

TRIESTE 66–72 VIRTUS BOLOGNA

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste: J. Parks 7 (2/8 da 2, 1/2 da 3, 0/0 tl), S. Bossi n.e., A. Coronica (K) 2 (1/1 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), J. D. Green 19 (8/13 da 2, 0/1 da 3, 3/7 tl), M. Ferraro n.e., A. Pecile 4 (2/3 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), L. Baldasso 16 (1/4 da 2, 4/5 da 3, 2/2 tl), A. Simioni n.e., R. Prandin 2 (1/1 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), D. Cavaliero 6 (3/7 da 2, 0/2 da 3, 0/0 tl), M. Da Ros 7 (2/11 da 2, 1/2 da 3, 0/0 tl), A. Cittadini 3 (1/2 da 2, 0/0 da 3, 1/2 tl), All. E. Dalmasson

Virtus Segafredo Bologna: M. Spissu 12 (2/4 da 2, 2/5 da 3, 2/2 tl), M. Umeh 15 (6/11 da 2, 1/4 da 3, 0/0 tl), G. Spizzichini 1 (0/0 da 2, 0/0 da 3, 1/2 tl), K. Ndoja 5 (0/2 da 2, 1/4 da 3, 2/4 tl), G. Rosselli 8 (4/6 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), A. Michelori n.e., T. Oxilia n.e., S. Gentile 5 (1/2 da 2, 0/2 da 3, 3/4 tl), L. Penna n.e., K. Lawson 22 (5/8 da 2, 2/6 da 3, 6/8 tl) D. Bruttini 4 (2/4 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), All. A. Ramagli

Fotogallery di Dario Cechet

EOS-1D X-100-7775

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy