Forlì batte Piacenza ed è salva

Forlì batte Piacenza ed è salva

La Pallacanestro Forlì 2.015 batte l’Assigeco Piacenza 80-70 e si assicura la permanenza in A2 con una grande prova corale. Per gli emiliani discorso salvezza rimandato alla settimana prossima con Bergamo ora indietro di 6 punti

di Simone Santolini

Il match di andata a Piacenza si era chiuso con la vittoria dei padroni di casa solo dopo un tempo supplementare ed anche l’inizio di questa partita sembra proseguire sull’onda di quell’equilibrio, dopo il 5-0 con cui Naimy apre le ostilità. Guyton e Reati rispondono al primo scatto dei mercuriali (10-7) ma la concentrazione difensiva di Forlì e la precisione dall’arco di Jackson e Naimy regalano all’Unieuro il massimo vantaggio (23-17) prima che l’ex Reati chiuda con una tripla il parziale sul 23-20.
I liberi di Infante e la tripla di Reati compongono nuovamente un parziale di 5-0 in apertura di quarto (23-25) ma la risposta degli uomini di Valli non si fa attendere e Diliegro prima e jackson dopo con 10 punti complessivi scavano un solco importante che dopo 20 minuti di gioco ammonta a ben 16 lunghezze e chiude la prima metà di gara sul 45-29.
Il rientro in campo di Piacenza vede gli emiliani più concentrati specialmente in attacco e dopo i 9 punti complessivi della seconda frazione, con un parziale di 10-0 riportano il disavanzo entro la doppia cifra (54-45). DeLaurentiis e Castelli fermano l’emorragia (59-45), prima che il canestro da sotto di Thiam accompagni le squadre al mini break sul 61-49.
Nell’ultimo quarto l’Assigeco continua il tentativo di rimonta con un 5-0 di parziale che li riavvicina fino al -3 (71-68) di Guyton. A questo punto è Diliegro che carica i compagni sulle spalle, “conquista” il quinto fallo di Arledge e con 5 punti personali (saranno 15 alla fine per il totem italo-americano), spegne le velleità di Piacenza che deve arrendersi sul punteggio finale di 80-70.
Nella vittoria che vale la salvezza per Forlì il top-scorer è il “solito” Jackson ma da sottolineare è la prova corale dei padroni di casa, capaci di chiudere con ben 4 uomini in doppia cifra. Per Piacenza discorso salvezza rimandato alla prossima settimana per la contemporanea vittoria all’overtime di Bergamo a Udine, con gli orobici lontani ora 6 lunghezze ma con gli scontri diretti a proprio favore e matematicamente ancora in corsa per evitare i play-out.

Unieuro Forlì – Assigeco Piacenza 80-70 (23-20, 22-9, 16-20, 19-21)
Unieuro Forlì : Darryl joshua Jackson 18 (3/5, 2/9), Giovanni Severini 15 (1/4, 4/7), Dane Diliegro 15 (7/14, 0/0), Yuval Naimy 12 (3/5, 2/6), Riccardo Castelli 7 (2/5, 1/5), Quirino De laurentiis 6 (3/6, 0/1), Iba koite Thiam 4 (2/3, 0/0), Matteo Fallucca 3 (0/1, 1/2), Luca Campori 0 (0/0, 0/0), Francesco Gallera 0 (0/0, 0/0), Simone Ravaioli 0 (0/0, 0/0), Davide Bonacini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 11 – Rimbalzi: 38 15 + 23 (Dane Diliegro 10) – Assist: 19 (Yuval Naimy 5)
Assigeco Piacenza: Davide Reati 17 (1/2, 5/8), Matteo Formenti 12 (1/4, 2/6), Carlton Guyton 11 (4/5, 1/4), Tommaso Oxilia 11 (3/6, 1/1), Jonathan Arledge 9 (3/8, 0/0), Luca Infante 4 (1/4, 0/1), Ryan Amoroso 4 (1/2, 0/0), Marco Passera 2 (0/2, 0/0), Giacomo Sanguinetti 0 (0/0, 0/1), Babacar Seye 0 (0/0, 0/0), Umberto Livelli 0 (0/0, 0/0), Modou Diouf 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 19 – Rimbalzi: 29 4 + 25 (Luca Infante 6) – Assist: 8 (Marco Passera 4)

Severini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy