Forlì batte Recanati e spezza la serie di sconfitte

Forlì batte Recanati e spezza la serie di sconfitte

Trascinata da Bonacini, l’Unieuro rimonta Recanati nel secondo tempo e ritrova il successo; per l’Ambalt è l’ottavo KO consecutivo.

Commenta per primo!

Si interrompe la crisi di Forlì, che torna a vincere dopo cinque turni, coglie il quarto hurrà casalingo e si allontana dalla zona più calda della classifica. Recanati, ancora in attesa del sostituto definitvo di coach Calvani, subisce invece una nuova sconfitta, e deve rimandare ancora l’appuntamento con un successo che manca da quasi due mesi.
Combattutissimi i primi minuti: dopo un minuto abbondante di sterilità totale, le due squadre iniziano finalmente a segnare con frequenza, senza però che nessuna riesca a prendere il largo. Da una parte l’asse Sorrentino-Reynolds funziona a meraviglia, dall’altra Blackshear è una sentenza, e la partita comincia ad essere realmente godibile. Alla metà del quarto, però, i meccanismi offensivi di Forlì si inceppano all’improvviso, e Recanati può piazzare il primo break significativo: i sorprendenti Maspero e Bader si iscrivono a rererto a ripetizione, portando i loro a un buon margine di vantaggio, e una tripla di Loschi sulla sirena suggella il 16-28 con cui il periodo si chiude. La partenza della seconda frazione è da incubo per l’Unieuro, che non trova più soluzioni efficaci in attacco e allarga paurosamente le marcature in difesa, regalando rimbalzi gratuitamente agli avversari: la logica conseguenza è la fuga dell’ Ambalt, che si ritrova sul 16-35 al 12′ e costringe Garelli a un immediato timeout per riordinare le idee. Le indicazioni del coach sembrano svegliare i biancorossi, che, seppur con fatica, risalgono lentamente la china: uno scatenato Bonacini prende per mano i compagni e li riporta a un ritardo inferiore alla doppia cifra, complici gli errori al tiro di Recanati, e stavolta è Pozzetti a dover chiedere la sospensione. I suoi riescono così a contenere la rimonta avversaria e, graziati da un appoggio clamorosamente fallito da Paolin all’ultimo secondo, chiudono il quarto in vantaggio per 34-40. Forlì esce dagli spogliatoi motivata a rientrare subito in scia, e, trovando una precisone dai 6.75 del tutto assente nel primo tempo, riesce a raggiungere gli avversari in appena un minuto di gioco. La spettacolare schiacciata in contropiede di Crockett regala il vantaggio ai padroni di casa, che continuano a macinare azioni offensive precise e produttive grazie al redivivo Vico e si portano sul 50-46 al 25′. Pozzetti prova a rimescolare le carte per non perdere contatto dall’Unieuro, ma i suoi ragazzi non supportano a sufficienza Reynolds e soprattutto lasciano troppo spazio all’estro di Crockett: è la sua velocita, unita esplosivamente alla giornata di grazia di Bonacini, a regalare a Forlì il primo margine consistente, e il periodo va così a chiudersi sul 60-52. I biancorossi cominciano bene anche l’ultimo quarto, portando il proprio vantaggio sul 64-54 quando mancano 7 minuti al termine. L’Ambalt però non demorde e, grazie a tiri da tre in rapidissima successione di Reynolds e Bader, si riporta immediatamente in partita con sole quattro lunghezze da recuperare: Garelli prova a fermare l’emorragia chiamando timeout, ma i marchigiani non vogliono saperne di mollare, non sbagliano i tiri liberi concessi e si portano a -1 al 36′. Ci pensa ancora una volta Bonacini a scacciare i fantasmi per Forlì, trovando altre due triple che infiammano di entusiasmo il PalaFiera. Negli ultimi minuti per i biancorossi è sufficiente amministrare il proprio margine: alla sirena il tabellone segna 80-68, e restituiscd finalemnte il sorriso ai tifosi di casa.

UNIEURO FORLÌ 80-68 AMBALT RECANATI
FORLÌ: Rotondo 15, Vico 13, Paolin, Colombo, Ferri 2, Bonacini 20, Infante, Thiam, Blackshear 11, Crockett 19. All: Garelli
RECANATI: Reynolds 18, Bader 15, Marini, Pierini 2, Armento NE, Loschi 8, Bolpin, Andrenacci NE, Sorrentino 12, Fossati NE, Maspero 13, Spizzichini 2. All: Pozzetti

Fotogallery a cura di Genny Cangini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy