Il ciclone Vaughn si abbatte su Recanati, Agrigento ritrova la vittoria.

Il ciclone Vaughn si abbatte su Recanati, Agrigento ritrova la vittoria.

Commenta per primo!

Cacciate via le streghe, si può stappare il novello per brindare il ritorno alla vittoria della Fortitudo Agrigento. Con una prova convincente, grazie al ritrovato spirito di squadra, i ragazzi di coach Ciani hanno battuto il Basket Recanati 88 a 72. Un successo tutto cuore e carattere che ha portato in dote i due punti grazie ad una gara condotta per l’intera durata dei 40 minuti, raggiungendo anche il + 21. Da registrare l’ennesimo black out vissuto nel seconda metà del terzo quarto quando l’attacco dei biancoazzurri si è appannato, rischiando di dilapidare il massimo vantaggio raggiunto e consentendo agli uomini di Bernardi di mettere a segno un parziale di 16 a 0 ed avvicinarsi sul -5. Ma la fame dei giocatori della Fortitudo questa sera era tanta e, grazie alla premiata ditta Vaughn-Mian, la vittoria non è sfuggita. Mostruosa gara di Kwame Vaughe autore di 31 punti (29 valutazione). Dopo un inizio sonnolento della guardia californiana, nella parte finale del 2° quarto inizia a regolare la mira con 6 punti messi a referto, per poi esplodere nella secondo tempo mettendo dentro 25 punti e facendo esplodere il palazzetto con numeri da urlo. Mian conferma il buon momento ne aggiunge 21 (11 nel I° quarto) e Mocavero realizza la seconda doppia doppia della stagione (12+11), ma le buone notizie non finiscono qui. Buona la prova di Piazza sia in regia che in difesa, dispensa 7 assist, cattura altrettanti rimbalzi con cui condisce i 5 punti realizzati. Ma merita di essere sottolineato il ritorno alle buone prestazioni di Chiarastella, Anello e Giovanatto. Nella squadra Recanatese si conferma  Lorenzo Tortù, il migliore degli ospiti, capace di mantenere a galla la sua squadra con i 16 punti messi a referto, arricchiti da 6 rimbalzi in 22.06 minuti. Hanno raggiunto la doppia cifra i due esterni americani Mosley (15) e Starring (13), deludente la gara del corazziere Pettinella.

Coach Ciani parte con Piazza in regia, Vaughn e Mian da esterni , Chiarastella e Mocavero vicino a canestro. Coach Bernardi schiera il play Fantinelli, le guardie americane Mosley e Starring, capitan Pierini e Pettinella nel reparto lunghi.

Inizio gara equilibrato con Pierini che risponde a Chiarastella, Mian buca la retina dall’angolo per il + 3 e dopo il botta e risposta tra i due “4” avversari, Starring impatta sul 7 a 7 grazie ad un gioco da tre punti. I giocatori di casa difendono sul pick’n roll, cambiando su tutti i blocchi e mettono a segno il primo parziale di 10 a 2 (17-9) firmato dal duo Mocavero-Mian. Alla ripresa del minuto di sospensione richiesto da coach Bernardi, Mian con 2/2 ai liberi porta il vantaggio della sua squadra sulla doppia cifra, ma la tripla Starring e ed il jumper di Mosley, interrotti dal canestro di Mocavero, riducono il gap a -7. Mian con 2 viaggi in lunetta e Gnaccarini con una tripla dagli otto metri sul suono della sirena fissano il primo parziale sul 23 a 17 per i padroni di casa.

Ad inizio secondo quarto Chiarastella, grazie all’assist schiacciato di Mocavero e Piazza con una penetrazione a canestro riportano sul + 10 la Fortitudo (27-17). Mocavero e Mian fanno 1/2 a cronometro fermo, rispondendo a Starring lasciato solo sotto canestro per il comodo layup. Il vantaggio del +10 dei padroni di casa rimarrà invariato fino alla sirena del 20° minuto di gioco, chiuso da un step back da applauso di Vaughn, svegliato dal torpore del primo quarto ed autore dei sei punti finali del secondo periodo per i siciliani. Quando le squadre entrano negli spogliatoi per la pausa lunga il tabellone segna 39 a 29 per i padroni di casa.

Al rientro Ciani conferma lo starting five, Bernardi cambia la regia affidandola a Gnaccarini. Come nei due quarti iniziali a rompere il ghiaccio sotto canestro ci pensa un ritrovato Chiarastella. Pettinella fa 0/2 dalla lunetta, ma Mosley cattura il rimbalzo offensivo e lo trasforma in due punti per i gialloblu. La Fortitudo tenta di spaccare la partita mettendo a segno un break di 8 a 0 griffato da Mocavero con un gioco da 3 punti, da Vaughn autore dell’assist a Chiarastella e del canestro del +18 (49-31). Gli arbitri fischiano il tecnico a Chiarastella per proteste, gli ospiti con Starring dalla lunetta fa 2/2, ma Mian con una inchiodata e Vaughn con una soluzione dai 6,75 dilatano il vantaggio sul + 21 (54-33). Raggiunto il massimo vantaggio, i padroni di casa vanno in black out, gli ospiti alzano l’intensità difensiva ed inizia l’affanno dei padroni di casa con attacchi confusi e poco fluidi. Il Recanati ne approfitta e con Starring, Mosley, Tortù, Pullazzi e Fantinelli mette a segno il parziale con cui raggiunge il -5 e riaprendo di fatto una partita compromessa.  Ma la Fortitudo non ci sta a sprecare una partita dominata dall’inizio e respinge il tentativo degli ospiti rispondendo con tre soluzioni dalla lunga distanza marchiati da Mian, Vaughn e Giovanatto. Pullazzi chiude il periodo sul 65 a 55 per i padroni di casa.

Nell’ultimo e decisivo periodo, dopo il canestro dal post basso di Mian, si assiste al botta e risposta tra Vaughn e Tortù, autori rispettivamente di 7 e 6 punti per il +13. Pettinella e Pierini provano l’ultimo tentativo avvicinando la squadra leopardiana sul -6, ma Chiarastella, Vaughn e Piazza respingono gli avversari, riallungano sul +14 e chiudono di fatto la contesa. Vaughn e Mocavero mettono il sigillo finale dalla linea dei liberi sul finale 88 a 72.

SALA STAMPA

“Sono contento perché la squadra ha ritrovato buoni ritmi, – a parlare è l’ala della Fortitudo Fabio Mian – Aldilà delle prestazioni personali, oggi, penso che la difesa abbia fatto un buon lavoro. Abbiamo avuto il black out sul +21 e questo è un errore che dobbiamo evitare specialmente fuori casa. Dobbiamo cercare di gestire meglio i vantaggi al fine di evitare di vivere i finali di partita con tensione. Con la voglia e la determinazione messe in campo oggi possiamo superare qualsiasi limite tecnico. Ora ci dobbiamo rilassare e da martedì pensare alla prossima trasferta di Treviglio, dove ci aspetta una gara difficilissima”.

Coach Ciani interviene in sala stampa nel dopo partita: “Siamo una squadra che ha bisogno di lavorare, ha bisogno di migliorare alcune cose, migliorare gli equilibri. Oggi siamo riusciti ad avere un contributo da Anello e da Giovanatto, ma abbiamo penalizzato nelle rotazioni Di Viccaro e, soprattutto, De Laurentiis. Cosa che mi dispiace, ma il campionato è questo, qualche volta succerà ad uno, qualche altra volta succederà ad altri. L’obiettivo primario è la vittoria della Fortitudo – continua il coach della Moncada – e, quindi, in un campionato dove la partite fibrillano e dove bastano tre minuti di abulia per rischiare di compromettere 37 minuti buoni, purtroppo, dobbiamo fare anche i conti con scelte ci dispiacciono e che non sono facili. Voglio rimarcare qui perché in questi giorni poteva sembrare diverso, la società ed il coach della Fortitudo hanno piena fiducia di questo organico e siamo consapevoli e convinti che, pur avendo, come detto prima,  delle cose da migliorare, siamo in grado di reggere il confronto in questo campionato. Credo che la partita di oggi ne sia una dimostrazione. Oggi abbiamo fatto una partita, conclude Ciani, tolti quei tre minuti di lucida follia, di grande intelligenza e di grande diligenza. Certo, impreziosita dalla prestazione di qualche singolo, però se andate a scorrere i tabellini di tutte le partite del torneo fin qui giocate, noterete che in ogni partita, ogni squadra ha delle prestazioni individuali al di sopra delle righe”.

Moncada Energy Group Agrigento – Basket Recanati: 88-72 (23-17; 39-29; 65-55)

Moncada Energy Group Agrigento: Piazza  5 (1/1 0/3), Vaughn 31 (7/11 4/5), Mian 21 (3/6 3/10), Chiarastella 12 ( 4/5 1/1), Mocavero 12 (4/8 0/1), Di Viccaro  2 (1/2 0/1),  Anello (0/2), Giovanatto 5 (1/2 1/2),  De Laurentiis n.e, Portannese. Coach Ciani.

30/60 al tiro, 21/35 da 2, 9/25 da 3, 19/26 ai liberi, 33 rimbalzi (7 off), 13 assist, 12 palle perse

Basket Recanati: Gnaccarini 5 (0/0 1/4), Mosley 15 (4/12 1/3), Starring 13 (3/5 1/5), Pierini 7 (2/6 1/5), Pettinella 6 (3/5), Fantinelli 7 (1/3 1/3), Stefanini n.e, Tortù 16 (4/6 2/5), Pullazzi 3 (1/1). Gurini, Coach Bernardi.

25/64 al tiro,18/38 da 2, 7/26 da 3, 15/27 ai liberi, 35 rimbalzi (11 off), 5 assist, 20 palle perse

Note: Usciti per 5 falli: Starring e Fantinelli. Spettatori: 1000 circa

Fotogallery a cura di Calogero Montana Lampo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy