Il finale al cardiopalma premia Treviglio, la Remer espugna Roseto 91-94

Il finale al cardiopalma premia Treviglio, la Remer espugna Roseto 91-94

La Remer Treviglio espugna il PalaMaggetti, sconfiggendo 91-94 la Mec-Energy Roseto. Grande rammarico in casa Sharks per avere gettato alle ortiche un paio di occasioni per agguantare almeno il supplementare

Mec Energy Roseto – Remer Treviglio 91-94
Parziali: 31-32; 57-50; 72-73; 91-94

ROSETO: Allen 26, D’Emilio n.e, Borra 9, Ferraro n.e, Papa, Marini 14, Mariani n.e, Trevisan n.e, Bryan 9, Marulli 5, Moreno 12, Weaver 16. All. Tony Trullo
TREVIGLIO: Savoldelli n.e, Ferri n.e, Chillo 9, Kyzlink 24, Sorokas 7, Marino 21, Spatti, Tambone 14, Rossi 16, Turel 3. All Adriano Vertemati

Arbitri: Caruso, Longobucco, Capurro
Spettatori: 2500
Usciti per 5 falli: Tambone

Roseto degli Abruzzi. La Remer Treviglio espugna il PalaMaggetti, sconfiggendo 91-94 la Mec-Energy Roseto. Grande rammarico in casa Sharks per avere gettato alle ortiche un paio di occasioni per agguantare almeno il supplementare. Ultima frazione gestita in maniera sciagurata dai padroni di casa ma sappiamo bene come in caso di sconfitta sia facile trovare bersagli con i quali prendersela. Grandi elogi vanno fatti al quintetto di Vertemati, bravo soprattutto a non far scappare mai nel punteggio gli Sharks, trovando anche in alcune occasioni canestri dal quoziente di difficoltà non indifferente: ma senza un pizzico di fortuna si può ottenere ben poco.

Roseto deve rinunciare ancora una volta a capitan Ferraro. Attacchi in evidenza fin dalle prime battute. 7-7 dopo 2’. Kyzling con una tripla regala il primo vantaggio agli ospiti ma Weaver gli risponde prontamente. Roseto sorpassa con Allen ma il successivo canestro da 3 di Marino rimette la Remer avanti 17-18 al 5’. Entrambi i quintetti continuano a segnare con regolarità, soprattutto da oltre la linea dei 6,75 m. Sul finale di frazione Treviglio allunga +5 ma Allen e Moreno accorciano fino al 31-32 che conclude i primi pirotecnici dieci minuti iniziali. Già in doppia cifra Weaver da una parte e Marino dall’altra.

La Mec Energy va +4, 36-32, prima che Kyzlink interrompa il parziale di 9-0 in favore dei biancazzurri. Come previdibile, calano leggermente i ritmi, favorendo le difese che riescono spesso ad arginare le soluzioni offensive. Borra commette tre falli in 4’: una brutta notizia per gli Sharks, con Bryan già gravato di due penalità e Ferraro in panchina solo ad onor di firma. Le due formazioni accelerano di nuovo, tornando a bombardare il canestro avversario. 44-41 Roseto al 15’. Bryan è preciso in attacco e va a schiacciare per il 49-44, costringendo Vertemati a chiamare time-out a 3’44” dall’intervallo. Allen spara il siluro del +8, marcando già quota 20 punti personali. Ma la Remer non ha alcuna intenzione di lasciarsi scappare gli Squali e dopo un’infrazione di passi di Marini, trova il bersaglio con Rossi e Tambone. Dopo un attacco errato degli ospiti, Trullo ferma il gioco per un minuto a 2’11” dal ritorno negli spogliatoi. La tripla del 57-49, firmata da Marulli, precede il terzo fallo di Bryan. Prima della conclusione del secondo periodo, un libero di Rossi fissa il risultato sul 57-50. 20 punti di Allen, 13 di Weaver e 9 di Bryan da una parte; 14 di Marino, 12 di Kyzlink e 9 di Tambone per i trevigliesi.

Riparte meglio Roseto che si porta in vantaggio di nove lunghezze, sciupando un paio di opportunità per estendere il divario. Rossi e Kyzlink rimettono la Remer a -5 ma Allen segna subendo anche il fallo e Vertemati chiama time-out. Treviglio è un osso duro. Sorokas recupera palla e lancia Kyzling verso la schiacciata in contropiede, poco dopo anche Marino torna a realizzare. Sul 66-62 a qualche secondo dal 25’Trullo si gioca un time-out senza raccoglierne i frutti. Tambone firma la tripla del 66-67. Roseto è improvvisamente appannata in attacco e deve ringraziare un paio di imprecisioni offensive da parte degli ospiti. Marino porta i suoi avanti di 3, il quasi omonimo Marini con un libero interrompe lo 0-11 di parziale.
Il missile di Chillo regala il 68-73. La Mec-Energy torna a segnare dal campo dopo 6’ con Marini. Weaver stoppa Rossi e serve ancora Marini per il sigillo del 72-73, punteggio col quale si chiude il terzo quarto.

In avvio di frazione conclusiva si scatena Lele Rossi, che mette sei punti in fila: 72-79, massimo vantaggio Treviglio fino a quel momento. Ma quando il gioco si fa duro scatta spesso l’ora di Pierpaolo Marini, che infatti mette la bomba del 75-79. 1/3 per Marino dalla lunetta. Kyzlink trova il missile del 75-83. Trullo chiama time-out a 6’33” dalla fine, con Marini che realizza entrambi i liberi a disposizione alla ripresa del gioco. Treviglio però continua a bombardare, questa volta con Turel che porta gli ospiti +9. Si sveglia Borra, che segna sei punti in un amen, intramezzati dal sigillo di Tambone. Time-out a 3’18” sull’85-90.

Due contropiedi di Allen regalano prima un canestro dal campo e poi un tiro libero. 88-90 a 2’30” dal termine. Sempre dalla linea della carità, Marini fa 2/2 rimettendo il risultato in parità. Weaver si fa consegnare la palla del possibile sorpasso ma la getta alle ortiche, spedendola verso la tribuna laterale. Kyzlink fa 2/2 dalla lunetta, Marini viene stoppato a 46″ dalla conclusione. Kyzlink sbaglia in attacco, Weaver subisce fallo ma a 23″ dal termine realizza solo un libero dei due a sua disposizione. Rossi lo imita tre secondi più tardi. Sul 91-93, Roseto va per il sorpasso con Allen, Borra cattura il rimbalzo ma anzichè provare la schiacciata si arresta e conclude malamente, non centrando un facile canestro. Rossi fa ancora 1/2 dalla lunetta, la Mec-Energy sbaglia con Allen allo scadere la palla del supplementare: finisce 91-94.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy